Tutti gli articoli di Nicola Cargnoni

La “donna costretta” nel cinema di Marco Bellocchio e di Carl Th. Dreyer

La “donna costretta” nel cinema di Marco Bellocchio e di Carl Th. Dreyer

La “donna costretta” nel cinema di Marco Bellocchio e di Carl Th. Dreyer a cura di Nicola Cargnoni Estratto da: Figure femminili nel cinema di Marco Bellocchio e Carl Theodor Dreyer. Di prossima pubblicazione per i tipi di Falsopiano, Alessandria.   Piccola introduzione Analizzare e mettere a confronto le opere di due cineasti così apparentemente diversi fra loro è impresa tanto

Mia madre > Nanni Moretti

Mia madre > Nanni Moretti

Nanni Moretti è sempre meglio di come te lo aspetti In un racconto circolare e chiuso Moretti racconta del rapporto tra il cinema e la realtà, sullo sfondo di una storia personale che non si limita all’autobiografia. C’è un momento in cui ogni grande regista decide di realizzare un film sul cinema, o un film sul rapporto che egli ha

Ma vie de Courgette (La mia vita da zucchina) > Claude Barras

Ma vie de Courgette (La mia vita da zucchina) > Claude Barras

È facile farsi ingannare dal titolo, cadendo nella trappola di lasciarsi sfuggire un sorrisetto ironico di fronte a esso. Lo stesso sorriso spontaneo, ma nemmeno malizioso, nato sul viso di ogni interlocutore ogni volta che si è parlato di questo strepitoso film d’animazione. La mia vita da zucchina (Ma vie de Courgette) è tra i 5 “finalisti” per l’Oscar al

Fai bei sogni > Marco Bellocchio

Fai bei sogni > Marco Bellocchio

Se si dovesse entrare in sala senza sapere che si tratta di un film di Bellocchio, lo si capirebbe dopo i primi cinque minuti. Una figura femminile/materna che scompare e che è sempre presente come un fantasma demoniaco, alimentando le tensioni e le ossessioni di un uomo che viene privato dell’affetto più ancestrale. Suore che irrompono nell’inquadratura, rimanendone ai margini,

Mr. Turner > Mike Leigh

Mr. Turner > Mike Leigh

Il «Turner» diretto da Mike Leigh, tra luci intense e ombre profonde   La storia di William Turner: un ritratto del grande anticipatore dei nuovi linguaggi pittorici e una lucida riflessione sull’inesauribilità dell’arte   François Truffaut sosteneva che quando un film inglese è un ottimo film, si tratta di una contraddizione in termini. In realtà era un simpatico pretesto per

Escobar: Paradise Lost > Andrea Di Stefano

Escobar: Paradise Lost > Andrea Di Stefano

È con un po’ di amarezza che, ancora una volta, ci troviamo a discutere di un film realizzato molto tempo prima della sua distribuzione. È l’inconveniente che stavolta è toccato ad Andrea Di Stefano, attore italiano che ha lavorato molto all’estero e che in questo caso ha esordito alla regia di Escobar. Paradise Lost, realizzato nel 2014 e distribuito nelle nostre

Spartacus > Stanley Kubrick

Spartacus > Stanley Kubrick

Continua il ciclo di proiezioni cinematografiche CINEMA ERGO SUM presso il Cineporto di Bari, frutto della collaborazione tra le università pugliesi e il Centro studi dell’Apulia film Commission. Per ogni appuntamento realizziamo un reportage proponendo le analisi dei film anche alla luce delle lezioni introduttive e del forum successivo. LINK   Introduzione e commento del prof. Massimo Pinto introduzione e

Montedoro > Antonello Faretta

Montedoro > Antonello Faretta

L’intensità di un ritorno alle proprie origini, come ricerca dell’identità e dell’io, è un tassello che va ad aggiungersi al mosaico lucano della filmografia di Faretta, un mosaico di per sé già colorato e variegato. L’atmosfera di sospensione e di incredulità che permea tutta la durata di «Montedoro» è annunciata fin dall’inquadratura iniziale: un telefono installato su un palo funge

Il vangelo secondo Matteo > Pier Paolo Pasolini

Il vangelo secondo Matteo > Pier Paolo Pasolini

  Gesù, il primo dei rivoluzionari   Continua il ciclo di proiezioni cinematografiche presso il Cineporto di Bari, che dà il via alla collaborazione tra le università pugliesi e il Centro studi dell’Apulia film commission. Per ogni appuntamento realizziamo un reportage proponendo le analisi dei film anche alla luce delle lezioni introduttive e del forum successivo. Il comunicato stampa della