Tutti gli articoli di Alessio Librizzi

Lione // The Cure alla Halle Tony Garnier

Lione // The Cure alla Halle Tony Garnier

Debourg è un quartiere dormitorio. Enormi vialoni, qualche supermercato, col Bordeaux in offerta perenne, qualche fast-food, sempre vuoto, una farmacia, poco altro. Debourg è una sorta di contado dell’ENS di Lyon. I suoi abitanti si muovono con disinteresse, le auto sono sempre di passaggio, i mezzi arrivano e ripartono solo per andare altrove. Non c’è sostanza di Debourg oltre l’ENS.

Festival Lumière 2016, Grand Lyon Film Festival: idee e impressioni

Festival Lumière 2016, Grand Lyon Film Festival: idee e impressioni

Festival Lumière 2016, idee e impressioni II Festival Lumière, svoltosi a Lyon tra l’8 e il 16 ottobre, organizzato dall’Institut Lumière, che si occupa di conservare il patrimonio e il lascito materiale, artistico e culturale dei fratelli Lumière, ha presentato una selezione di film classici, focalizzata su vari temi e retrospettive. Il festival è immenso, le sale che lo ospitano

Behemoth > Zhao Liang

Behemoth > Zhao Liang

Behemoth per immagini Behemoth è un mostro. I mostri non hanno una forma propria, ma conferiscono sostanza alla miseria generata dall’umanità nel suo stendersi nel tempo e nello spazio. Il mostro è un’immagine metafisica che interpreta l’orrore del presente. Behemoth è un mostro biblico presente nel Libro di Giobbe: “Le sue ossa sono tubi di bronzo; le sue membra sbarre

Juste la fin du monde > Xavier Dolan

Juste la fin du monde > Xavier Dolan

Gaspard Ulliel è Louis, uno scrittore che vive in una grande città, presumibilmente Parigi o Montréal, la cosa non è esplicitata, ma possiamo dedurlo dal fatto che il suo modo di parlare compito, depurato, si contrappone fortemente all’accento mostrato, anzi esibito, dagli altri membri della famiglia, specialmente da Vincent Cassel, che per mimica e modo di consumare le battute torna

Scenario immaginario, pezzo su pezzo: La Femme – Mystère

Scenario immaginario, pezzo su pezzo: La Femme – Mystère

  “The Essence of Existence is Buddahood.” Jack Kerouac – Mexico City Blues   -Sphynx -Le vide est ton nouveau prènom -Où va le monde -Septembre Devo compiere lo sforzo di sottrarmi, per quanto questo sia possibile, alla retorica dell’entusiasmo. Il paesaggio sonoro disegnato da Sphynx riporta una scenario immaginario che apre una suite iniziale – che si chiuderà con

Taccuino: Ypsigrock 2016

Taccuino: Ypsigrock 2016

Vetri tirati su per il caldo, attraversi l’autostrada, a guardarsi attorno sembra autunno, invece sono stati gli incendi a colorare di rame i denti di questa lingua d’asfalto che lambisce il mare, di paese in paese, orrendi caseggiati senza storia, poi la centrale elettrica, senza luci, e poi ponti, saliscendi, lamiera, il casello, odore di primissima repubblica. Già dall’uscita autostradale

The Conjuring 2 (The Conjuring – Il caso Enfield) > James Wan

The Conjuring 2 (The Conjuring – Il caso Enfield) > James Wan

  Un’estate non troppo calda questa estate. Arrivano, come usa in questo periodo, nei nostri cinema, sonnecchianti e freschissimi, gli horror americani, mediamente, e in genere, nulla più che sbadigli fritti, ripassati nello strutto, parrucche cotonatissime. Ricordano nell’estetica i ristoranti, i bar, che aprono (e spesso fortunatamente chiudono) in questi anni nel centro godereccio di una Palermo priva di sussulti:

The Velvet Underground: The Matrix Tapes

The Velvet Underground: The Matrix Tapes

Ho messo le mani sulle Matrix Tapes da circa 10 giorni, prima d’allora non ne avevo mai sentito parlare. Si tratta delle registrazioni dei concerti tenuti dai Velvet Underground al Matrix di San Francisco tra il 26 ed il 27 novembre del 1969. Registrazioni pubblicate, a causa di noiose controversie legali, solo un anno fa integralmente. Il 1969 vede i

Afterhours: folfiri o folfox

Afterhours: folfiri o folfox

Complesso scrivere di Afterhours dopo la notizia della presenza in autunno ad X Factor, nella veste di giudice degli orrori, di Manuel Agnelli: inutile aggiungere qualsiasi altra considerazione alla lista delle ovvietà già espresse sul caso. Una voce invecchiata nella rabbia apre il disco, antepone se stessa recando un catalogo di sentenze dal piglio ammiccante, è portata avanti a fendere