Tutti gli articoli di Rapporto Confidenziale

Django > Etienne Comar

Django > Etienne Comar

Django again a cura di Cristina Beretta & Veronica Raimo / Berlinale 2017 Django è il film di apertura della 67° Berlinale. Etienne Comar, produttore e sceneggiatore al suo primo film, si è ispirato alla vita di Django Reinhardt (1910-1953), chitarrista jazz di origini sinti. Le vicende narrate si concentrano negli anni 1943-45. In questi anni Parigi è occupata dai

Homo sapiens by Fiorella Mariani (1971-1974)

Homo sapiens by Fiorella Mariani (1971-1974)

Homo sapiens è un film di montaggio che anticipa lo stile di Blob procedendo, nell’assemblaggio di materiale di repertorio, per associazioni (e distorsioni) sul tema dell’uomo e della sua (perduta) umanità, scandite dalla musica della celebre compositrice argentina (ma residente da anni in Francia) Beatriz Ferreyra. In apertura una frase di Rousseau ne sintetizza lo spirito: «Gli uomini che formano

Nomadica_Sicilia / 15 febbraio – 14 marzo 2017

Nomadica_Sicilia / 15 febbraio – 14 marzo 2017

“NOMADICA _ SICILIA” nasce per individuare e raccogliere le opere audiovisive realizzate da ragazzi siciliani di età compresa tra i 16 e i 24 anni. Una precisa ricerca di giovani filmmaker sul territorio regionale, finalizzata alla diffusione, attraverso workshop e incontri, di metodi legati al cinema che definiamo “autonomo”, autoprodotto, a basso budget e “prodotto dal basso”. Raccolti i film

Neil Halloran | The Fallen of World War II (2015)

Neil Halloran | The Fallen of World War II (2015)

The Fallen of World War II è un documentario interattivo (qui è visibile la sua versione “cinematografica”) che esamina il costo in vite umane della seconda guerra mondiale (militari e civili) e prende in esame anche i dati relativi alla coclusione delle ostilità fino ai giorni nostri. I quindici minuti di data visualization utilizzano la narrazione cinematografica per offrire agli spettatori

Locarno 70 // Retrospettiva Jacques Tourneur

Locarno 70 // Retrospettiva Jacques Tourneur

Cat People, 1942   La Retrospettiva del 70° Locarno Festival sarà dedicata al regista francese Jacques Tourneur (1904 – 1977). Ritornando a quel dialogo del Festival con il grande cinema americano, la Retrospettiva 2017 volge il suo sguardo a un regista che ancora non gode di un riconoscimento pari al suo talento. Tourneur ha spesso lavorato in film di serie

Sol LeWitt. Sentences on Conceptual Art (1969)

Sol LeWitt. Sentences on Conceptual Art (1969)

Pubblichiamo le 35 senteces di Sol LeWitt (Hartford, 9 settembre 1928 – New York, 8 aprile 2007) dedicate all’arte concettuale. LeWitt, fondamentale artista statunitense tra concettuale e minimalismo, ha svolto nel corso della propria carriera anche un’interessantissima attività critica e teorica, mai priva di una visione ironica e tagliente sul mondo dell’arte. 35 intuizioni valide per l’arte concettuale e, a

Jeff Scher | White Out (2007)

Jeff Scher | White Out (2007)

Un film breve sull’inverno composto da circa 2.250 acquerelli su carta realizzato nel 2007 dal pittore e animatore Jeff Scher. Il cortometraggio è stato pubblicato per la prima volta sul sito web del New York Times, per il quale Scher è collaboratore abituale. Jeff Scher è un pittore che realizza film sperimentali e un regista sperimentale che dipinge. Il suo

Orson Welles | The Hearts of Age (1934)

Orson Welles | The Hearts of Age (1934)

The Hearts of Age è il primo film realizzato da Orson Welles (1915-1985) all’età di diciannove anni, nel 1934, ai tempi della Todd School for Boys di Woodstock in Illinois. Un film senza troppe pretese, quasi un gioco fatto con gli amici, tra i quali Virginia Nicolson che da lì a breve diventerà la sua prima moglie. Con Orson Welles però

Alessandro Novelli | The Guardian (2015)

Alessandro Novelli | The Guardian (2015)

The Guardian è una libera interpretazione della parabola Davanti alla Legge contenuta ne Il processo di Franz Kafka. Un uomo dopo aver viaggiato per il mondo arriva di fronte a un cancello controllato da un temibile guardiano. L’uomo cerca di attraversarlo, ma il guardiano gli nega l’accesso. L’uomo e il guardiano sono l’essenza di un unico personaggio: l’uomo, come ognuno di noi, è di