Monthly Archives: gennaio 2010

The Funeral > Abel Ferrara

Articolo pubblicato sul NUMERO7 | LUGLIO/AGOSTO’08 di RAPPORTO CONFIDENZIALE. rivista digitale di cultura cinematografica (pag.50) free download 13.4mb | 5.5mb | ANTEPRIMA IL SANGUE CHIAMA SANGUE Nella New York degli anni Trenta si consumano le vicende della famiglia (genetica e mafiosa) Tempio. Viene ucciso Johnny, fratello minore di Chaz e Ray, e i due fratelli sono pronti a vendicare la

The Phantom of the Opera > Rupert Julian

articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale numero21 (gennaio 2010), pagg. 30-35 Al teatro dell’Opéra di Parigi, un misterioso fantasma minaccia una famosa cantante lirica affinché ceda il ruolo di Marguerite, protagonista nel Faust, alla giovane e sconosciuta Christine Daae, di cui è innamorato. Nella sua recensione del film, il decano dei critici cinematografici statunitensi Roger Ebert del Chicago Sun-Times, cita due recensioni

Sarajevo some other city > Bennet Pimpinella

Sarajevo some other city directed by Bennet Pimpinella, Stefano Chiodo (Italia/2007) 9 min mute CINETECA VIMEO   di Bennet Pimpinella e Stefano Chiodo «Sono stato invitato da un’Università di Sarajevo, che ora proprio non ricordo, ad un workshop dedicato alle arti (fotografia, pittura, video, architettura) in cui mi è stato richiesto di raccontare Sarajevo con i miei occhi. A differenza

Claude Goretta a Milano

Le Centre culturel français de Milan, in collaborazione con l’Istituto Svizzero di Roma e il Centro culturale svizzero di Milano presenta, nell’ambito di una Finestra sul cinema svizzero, una retrospettiva dedicata al regista Claude Goretta. Claude Goretta, con Alain Tanner e Michel Soutter, rappresenta la punta di diamante del cinema di rinnovamento degli anni 60’ in Svizzera, sulla scia della

Federico Carra. Conversazione. Kiwido

articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale numero21 (gennaio 2010), pp.7-12.   Federico Carra. Conversazione. Kiwido a cura di Alessio Galbiati Comunemente il film sperimentale si colloca ai margini delle occasioni di fruizione, è un oggetto sfuggente e sotterraneo (underground), sostanzialmente invisibile. Quando si offre agli occhi del pubblico è di frequente accompagnato (cioè preceduto e seguito) da suoi simili, generando un

The Fall > Tarsem Singh

[articolo di Samuele Lanzarotti, pubblicato su SCAGLIE "il cinema in soffitta ed altre amalgame"]   The Fall di Tarsem Singh (India-UK-USA/2006, 117′) Sono rari i film che riescono a stimolare le nostre endorfine endogene, tanto da farci raggiungere uno stato estatico, assai simile a quello provato durante l’innamoramento, per poi avere voglia di rivederli ripetutamente nei giorni seguenti… con The

Cinema cinese indipendente e censura

articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale numero18 (ottobre 2009), p.6. CINEMA CINESE INDIPENDENTE E CENSURA Nel corso di sei anni, il regista indipendente cinese Zhao Dayong ha trascorso diversi mesi tra gli abitanti di Zhiziluo, un villaggio povero e dimenticato sulle montagne che segnano il confine con il Myanmar. Usando un’attrezzatura semplice e finanziandosi da solo, li ha filmati per quello

Locarno 63 – Pardo d’onore a Alain Tanner

Nato a Ginevra nel 1929, Alain Tanner realizza il suo primo lungometraggio per il cinema nel 1969, Charles mort ou vif, premiato con il Pardo d’oro al Festival di Locarno. Due anni dopo, La salamandra (1971) è visto nella sola Parigi da 200mila spettatori. Alain Tanner emerge come uno dei principali esponenti del «nuovo cinema svizzero» portando una ventata di

Elephant > Gus Van Sant

articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale numero13 (marzo 2009), pp.20-21; all’interno dello speciale GUS VAN SANT. GENIO RIBELLE.   Elephant (2003) di Luciano Orlandini   Guardare Elephant significa intraprendere un viaggio senza preoccuparsi del punto di arrivo, soffermandosi a scoprire l’altro lato degli oggetti, scoprire un punto di vista che si contrappone al nostro o, al limite, si propone come esperienza

Associazioni imprevedibili. Il cinema di Walerian Borowczyk

  a cura di Alberto Pezzotta, Associazioni imprevedibili. Il cinema di Walerian Borowczyk   COLLANA: La Via Lattea PAGINE: pp. 208 ILLUSTRAZIONI: N° 72 b/n, 16 col. f.t. FORMATO: cm. 17×24 PREZZO: euro 22,00 ISBN: 978-88-7180-803-1   IL LIBRO Walerian Borowczyk (1923-2006), polacco, è stato uno degli autori di film d’animazione più originali degli anni ’50 e ’60. Di formazione