Monthly Archives: marzo 2010

RiP: A remix manifesto > Brett Gaylor

articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale numero16 (luglio-agosto 2009), pp.48-49. e su Digimag46 (luglio-agosto 2009). RiP: A remix manifesto Uno spettro si aggira per la rete di Alessio Galbiati I documentari sono spesso noiosi quando cercano di farti mangiare qualcosa che insistentemente definiscono essi stessi come “buona” e la cosa – oltretutto – mi irrita. Vivendo in Italia non posso sopportare

The Bride of Frankenstein > James Whale

articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale numero23 (marzo 2010), pag. 53 Poche volte nella storia del cinema il sequel è riuscito a superare nettamente il suo predecessore. E’ questo il caso de “La moglie di Frankenstein”, seguito del Frankenstein datato 1931 e firmato sempre dallo stesso James Whale. La storia riprende direttamente da dove l’avevamo lasciata. Quel mulino abbandonato smette di

Frankenstein > James Whale

articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale numero23 (marzo 2010), pagg. 48-52 Henry Frankenstein: Look! It’s moving. It’s alive. It’s alive… It’s alive, it’s moving, it’s alive, it’s alive, it’s alive, it’s alive, IT’S ALIVE! Victor Moritz: Henry – In the name of God! Henry Frankenstein: Oh, in the name of God! Now I know what it feels like to be God!

Cheung fo > Johnnie To

articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale numero23 (marzo 2010), pag. 9 Cinque guardie del corpo vengono assoldate dal boss della triade Liung scampato per un pelo ad un attentato di una banda rivale. I cinque proteggeranno il boss a tutti i costi ma nel frattempo instaureranno un rapporto molto intenso tra loro, fino a quando non gli verrà chiesto di uccidere

Revanche > Götz Spielmann

articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale numero23 (marzo 2010), pag. 53 Revanche s.f. 1. riscossa Alex è un pregiudicato che lavora come tuttofare in un bordello di una zona anonima di Vienna. Tamara è un’immigrata clandestina ucraina, forse priva di documenti, che nel bordello lavora come prostituta. Il suo capo vorrebbe farle fare un “salto di qualità” portandola a prostituirsi in

Alice in Wonderland > Tim Burton

articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale numero23 (marzo 2010), pag. 8 ALICE IN WAL-MART Tim Burton e il tema negato Tim Burton è ormai diventato un vecchio dittatore sovietico morto, che continua ad affacciarsi sul balcone per salutare il popolo, mentre qualcuno dietro di lui muove i suoi arti molli e putrefatti. Tim Burton è morto, ma sono in pochi a

Francesco Moriconi. Lost in Simmetry

Francesco Moriconi LOST IN SIMMETRY Diario di un naufrago nell’universo di Watchmen Editore: Generazione POD Formato: 210×297 Pagine: 400 Anno: 2010 ISBN: 978-88-904672-0-2 (edizione in bianco e nero) / 978-88-904672-4-0 (Edizione Speciale a tiratura limitata) FRANCESCO MORICONI… “PERSO NELLA SIMMETRIA” Anni di lavoro e dedizione e finalmente il libro di Francesco Moriconi, sceneggiatore di fumetti, grafico pubblicitario e web designer,

Roland Klick

articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale numero23 (marzo 2010), pag. 40 Avrebbe dovuto girare lui Christiane F. Invece lo cacciarono a pedate dal set e chiamarono quel furbastro di Uli Edel. L’età dell’oro del cinema tedesco d’autore stava passando il testimone al periodo (breve, ma intenso) dei grandi successi di cassetta: dai fuochi d’artificio della Bavaria Film – Das Boot, Die

Gli invasori > Mario Bava

articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale numero23 (marzo 2010), pag. 41 TRAMA 786 d.C. I soldati britannici, guidati dallo scaltro Barone Ruthford (Andrea Checchi), uccidono a tradimento il re vichingo Harald e ricacciano in mare i suoi uomini. Per completare la sua ascesa al potere, il machiavellico Ruthford fa anche uccidere il re Lothar di Scozia facendo ricadere poi la colpa