Monthly Archives: luglio 2012

Sommarnattens leende (Sorrisi di una notte d’estate) > Ingmar Bergman

Un quadro-cammeo di Cupido incastonato nei titoli di testa pone la continuità con la precedente commedia bergmaniana, chiusa sull’immagine del dio bambino che suggellava la riconciliazione di una coppia in crisi. Anche questa è una lezione d’amore, dove l’immagine del sentimento amoroso si estende con grazia cinica, di stile settecentesco, all’intero concetto di esistenza: caotica, capricciosa, imprevedibile, seria e faceta.

Cicciolina e Moana “Mondiali” > Jim Reynolds [Mario Bianchi]

Cicciolina e Moana Pozzi vengono assoldate per aiutare la Nazionale italiana a vincere i mondiali del 1990 sfiancando i migliori giocatori delle squadre avversarie. La prima vittima della trama è l’asso tedesco Kataklinsman (!), grazie alla sola Moana. Quindi, grazie a entrambe, è il pibe de oro Maradona ad essere messo fuori gioco. Le loro squadre verranno messe in seria

Locarno 65 // Stephen Dwoskin

Stephen Dwoskin (foto: British Film Institute) Si aggiunge un film in più, fuori concorso, per ricordare chi se n’è andato all’improvviso, a 73 anni, lo scorso 28 giugno. Stephen Dwoskin, uno di quegli autori irregolari che non puoi rinchiudere nell’etichetta canonica di regista. Perché dentro c’è molto di più. Artista, sperimentatore, grafico, pittore e video-maker autarchico: un uomo che ha

Senigallia // …e sarà un bagno di sangue e risate

…e sarà un bagno di sangue e risate San Silvestro, Senigallia 27 luglio / 10 e 24 agosto 2012 A cura di Associazione arte e psicologia sezione Marche. Gli anni del boom, gli anni ruggenti, ottimismo e occhio al futuro, design e party bagnati da martini, delirio creativo e soldi a palate, tutto è possibile mentre si balla al ritmo

The Jeffersons

The Jeffersons (1975-1985) / titolo italiano: I Jefferson) Prima emissione USA: 18 gennaio 1975 Ultima emissione USA: 23 luglio 1985 Interpreti e personaggi Sherman Hemsley (George Jefferson), Isabel Sanford (Louise Jefferson), Marla Gibbs (Florence Johnston), Roxie Roker (Helen Willis), Franklin Cover (Tom Willis), Mike Evans (Lionel Jefferson, 1975-1979), Berlinda Tolbert (Jenny Willis Jefferson), Paul Benedict (Harry Bentley), Zara Cully (Mother

Milk > Gus Van Sant

Storia – vera – degli ultimi otto anni di vita di Harvey Milk, consigliere comunale a San Francisco alla fine degli anni ‘70, primo gay dichiarato ad accedere a una carica pubblica negli Stati Uniti. Il film parte da Milk che, quarantenne, si trasferisce da New York a San Francisco dove il negozio aperto a Castro con il suo compagno

Milk > Gus Van Sant

Girare un biopic non deve essere semplice, in quanto un regista si vede costretto a decidere se “seguire” un percorso che restituisca l’ambientazione di una storia, il senso di un’epoca e il ritmo degli eventi occorsi al Personaggio, oppure se trasformare questo personaggio in un Coup de dés (1), in un simbolo da decifrare, una formazione del Caso, un gigante

Brothers > Larry Cohen

“Brothers” è un cortometraggio sulla moderna difficoltà di comunicare con la propria famiglia. Due fratelli affrontano il viaggio per recarsi al funerale della loro nonna. Durante una sosta, però, David Stern scopre che nessuno ha avvisato suo fratello Andy, convinto del fatto che stanno andando al compleanno della nonna. David si ritrova a confrontare sua madre e portare la notizia

Mala Noche > Gus Van Sant

Walt, giovane commesso, e Johnny e Roberto, immigrati clandestini messicani. Walt desidera, non ricambiato, Johnny. Sullo sfondo della Portland più povera, la quotidianità dei tre personaggi. Bastano pochi istanti perché Gus Van Sant stabilisca la premessa per quello che è il suo primo lungometraggio: Walt, giovane commesso in un negozio di alimentari povero tanto quanto lui, dichiara il suo amore

Locarno 65 // Carte Blanche Messico

L’iniziativa Carte Blanche del Festival del film Locarno si propone di offrire una finestra sui film in fase di post-produzione di un paese, ogni anno diverso, dell’Asia, dell’Africa, dell’America Latina o dell’Europa del Sud-Est. Quest’anno, per la sua seconda edizione, Carte Blanche sarà dedicata al Messico. L’iniziativa vanta il sostegno della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) del Dipartimento