Monthly Archives: settembre 2013

Report // Venezia 70. Depressioni di settembre

Venezia 70. Depressioni di settembre Michele Salvezza alla 70. Mostra Internazionale d’Arte cinematografica (2013)   Quante gocce di rugiada intorno a me, cerco il sole ma non c’è. Venezia 70. Depressioni di settembre. Quest’anno ero partito con i migliori propositi e con la speranza di assistere ad una mostra con meno nomi noti ma più film notevoli. Maledette aspettative! Mi

Mi piace il cinema zozzo – Radley Metzger in Blu-ray

Mi piace il cinema zozzo – Radley Metzger in Blu-ray

MI PIACE IL CINEMA ZOZZO Radley Metzger (e amici) finalmente in Blu-Ray di Maurizio Mongiovi Mi piace il cinema zozzo. Ah no, scusate, questo non è il modo migliore per presentarsi: mi piace il cinema estremo. Ecco, così già va bene. O ancora meglio : mi piace il cinema senza compromessi. Perfetto. Quando mi è stato chiesto di scrivere su alcune

Breaking Bad – Finire è un po’ morire

Questo articolo NON contiene alcuna anticipazione.   Finire è un po’ morire. Questa sera, la sera di domenica 29 settembre, alle ore 21 (in Italia saranno le 2 di notte), il canale televisivo via cavo AMC metterà in onda l’ultimo episodio – intitolato Felina – della serie più amata di sempre: Breaking Bad. E con l’ultimo frame si chiuderà un’epoca,

Fabrizio Fogliato | Abel Ferrara. Un filmaker a passeggio tra i generi

Fabrizio Fogliato Abel Ferrara Un filmaker a passeggio tra i generi Sovera edizioni, 2013 collana: Ciak si scrive i protagonisti 464 pagine Isbn: 9788866521341 prezzo di copertina: 16,00€ compra online (-15%)   Il nuovo libro del NOSTRO Fabrizio! Abel Ferrara è regista anomalo, onnivoro nei gusti, passionale e umorale nella realizzazione dei film. Aperto alle esperienze, privo di pregiudizio verso

Produzione dal basso | “Alan Vega, just a million dreams” by Marie Losier

La produzione dal basso (crowdfunding), cioè la collaborazione spontanea fra molte persone per sostenere economicamente produzioni cinematografiche, è la strada che il cinema indipendente ha da qualche anno imboccato con decisione. Al Sundance Institute, costola "didattica" del festival per eccellenza del cinema indie, tengono corsi sulle migliori strategie da adottare per massimizzare il risultato di tali campagne. Tale pratica è

Vedo… l’ammazzo e torno – Marco Giusti vs. Paolo Mereghetti feat. Luca Gudagnino

L’anteprima milanese di Vedo… l’ammazzo e torno (qui la recensione) si preannunciava come l’epico scontro in terra meneghina, roba tipo Godzilla contro Mothra, fra Marco Giusti e Paolo Mereghetti. Cioè uno scontro di civiltà, fra due mondi distanti anni luce l’uno dall’altro, fra due fazioni schierate a difesa della propria postazione, pronte ad attaccare all’arma bianca al primo segnale di

Venezia 70 – Future Reloaded (10 corti)

In occasione della 70° edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, 70 autori – fra i più prestigiosi della cinematografia mondiale, sono stati invitati a realizzare, in totale libertà creativa, cortometraggi della durata compresa fra 60 e 90 secondi. Ne è uscita un’opera di 120 minuti, assolutamente discontinua, da leggersi come una riflessione per frammenti sul passato e il

Marco Giusti | Vedo… l’ammazzo e torno

Marco Giusti Vedo… l’ammazzo e torno Diario critico semiserio del cinema e dell’Italia di oggi introduzione a cura di Carlo Freccero cammeo di Checco Zalone Isbn Editore, 2013 480 pagine Isbn: 9788876384998 prezzo di copertina: 16,00€ compra online     «La più nobile come la più bassa forma di critica sono una sorta di autobiografia.» Oscar Wilde   «O tenìl

Mary is Happy, Mary is Happy > Nawapol Thamrongrattanarit

Mary is Happy, Mary is Happy di Nawapol Thamrongrattanarit | Thailandia/2013 Venezia 70 | Biennale College – Cinema recensione a cura di Chiara Rigione   «L’aforisma, la sentenza, in cui io sono il primo dei maestri tedeschi, sono le forme dell’eternità; la mia ambizione è quella di dire in dieci proposizioni quel che ogni altro dice in un libro, quel

Ape > Joel Potrykus

articolo tratto da Rapporto Confidenziale numero36 Trevor Newandyke, comico in crisi, colleziona fiaschi sul palco e costruisce bombe con maniacalità da piromane, frustrato dalla frenesia e dalla tensione che lo circondano. Offeso dalle minacce della compagnia di televisione via cavo, dall’aumento di prezzo della sua granita preferita e dalle vessazioni tutti quei cretini che lo circondano, per calmare la sua