Monthly Archives: dicembre 2015

Locarno 69 // Retrospettiva Amato e rifiutato: il cinema della giovane Repubblica Federale Tedesca

Locarno 69 // Retrospettiva Amato e rifiutato: il cinema della giovane Repubblica Federale Tedesca

Und sowas nennt sich Leben, 1961, Géza von Radványi   La Retrospettiva del 69° Festival del film Locarno sarà dedicata al cinema della Repubblica Federale Tedesca del dopoguerra dal 1949 al 1963.   Il Festival del film Locarno, in collaborazione con il Deutsches Filminstitut, torna a volgere il suo sguardo verso una cinematografia vicina, letta in una sua pagina non

Genève // Black Movie 2016 – le sezioni

Genève // Black Movie 2016 – le sezioni

Whatever! Le nectar des dieux, la panacée universelle, le remède miracle, rien que ça ! Du 22 au 31 janvier 2016, le Festival Black Movie vous invite à découvrir son nouveau breuvage savoureux, une boisson garantie 100% cinéma, distillée au sein de notre fabrique à idées. Cette 17ème édition est le fruit d’une recette explosive combinant passion, détermination, tractations et

Irrational Man > Woody Allen

Irrational Man > Woody Allen

  Ognuno ha il suo Woody Allen preferito (condizione logica e inevitabile per un cineasta dalla produzione artistica altalenante che ha realizzato 50 film in 49 anni e che da tempo ha assestato il suo ritmo a un film all’anno): alcuni amano prevalentemente i film risalenti agli esordi, caratterizzati da un umorismo surreale (Bananas – Il dittatore dello stato libero

Monster Mash: l’allegra brigata di Halloween di Guido Manuli

Monster Mash: l’allegra brigata di Halloween di Guido Manuli

(Monster Mash © 1962 – Bobby “Boris” Pickett)   Monster Mash: l’allegra brigata di Halloween di Guido Manuli di Mario Verger   (Monster Mash © Rai Cinema Fiction – Dic Entertainment)   Monster Mash (1999), nacque da un’idea che Guido Manuli voleva fare in Italia ma non aveva trovato nessun produttore, quando, nel 1999, incontrò Gianpaolo Sodano, presidente del festival

Cronache e impressioni dal 33° Torino Film Festival

Cronache e impressioni dal 33° Torino Film Festival

Quando ci arrivano i report dai festival di Francesco Selvi un brivido corre lungo le nostre schiene. Perché il suo modo di raccontarli può essere definito con varie parole, alcune anche ingiuriose, ma è indubbiamente unico e obliquamente geniale. La sua burla infinita contiene sempre schegge fulminanti ed è una pernacchia alla seriosità che ha rapito la cinefilia contemporanea (o

Il dibattito attorno alla distribuzione di “Bella e perduta” e alcune considerazioni

Il dibattito attorno alla distribuzione di “Bella e perduta” e alcune considerazioni

Una decina di giorni fa è divampato online, lontano dagli occhi di chi ha altro da fare, un interessante scambio di accuse incrociate e puntualizzazioni piccate che ha visto sfidarsi a viso aperto Istituto Luce-Cinecittà, FICE e Schermi di Qualità, e la società di produzione Avventurosa. L’oggetto del contendere è il punto della situazione attorno alla sorte distributiva dell’ultimo film

Forlì // Visioni di carta: Virgilio Villoresi (7 dicembre 2015)

Forlì // Visioni di carta: Virgilio Villoresi (7 dicembre 2015)

lunedì 7 dicembre 2015, ore 21 Visioni di carta: Virgilio Villoresi Arte al Monte | Piazza Melozzo 8, Forlì artealmonte.it L’artista Virgilio Villoresi presenterà una selezione dei propri lavori, fra videoclip e spot pubblicitari. Villoresi non è un filmmaker, non è un pubblicitario, non è un animatore. È un creatore di sogni! Come un negromante, Villoresi plasma la materia a proprio piacimento,

M.I.A. – BORDERS

M.I.A. – BORDERS

Scrivono i giornali di mezzo mondo che l’ultimo video di Mathangi “Maya” Arulpragasam, in arte M.I.A., abbia provocato polemiche. Cercando di capire quali siano le polemiche generate dalla pubblicazione del video mi sono imbattuto nel solito qualunquismo becero da imbecilli 2.0 dello strapaese globalizzato nel quale galleggiamo, niente di che insomma. Quel che conta è che il video da lei

La loi du marché (La legge del mercato) > Stéphane Brizé

La loi du marché (La legge del mercato) > Stéphane Brizé

Il titolo francese La loi du marché, tradotto filologicamente in italiano è La legge del mercato ma è in inglese che è possibile centrare l’essenza del film con The Measure of a Man. Non è una traduzione ma un titolo sostitutivo più pregnante dell’originale. La misura dell’uomo (Thierry/Vincent Lindon, premiato come miglior attore sulla Croisette,) protagonista del film, disoccupato da