Cannabis > Niklaus Hilber

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Trama

Nella vita del reazionario Consigliere federale svizzero Alois Mumentaler tutto sembra andare male: la sua campagna contro le droghe leggere è un fiasco, la neo-presidentessa del suo partito vuole sostituirlo, sua moglie gli ha chiesto il divorzio e il suo oftalmologo gli scopre un glaucoma che potrebbe portarlo in breve alla cecità.
Quando il suo medico gli consiglia di fare uso di canapa per diminuire la pressione sull’occhio in previsione di un intervento chirurgico, Mumentaler rifiuta con decisione, essendo tra l’altro contrario all’uso della canapa anche a scopo terapeutico, ma poi l’incontro fortuito con un sedicenne lo convince a provare.
Il consumo di canapa non cambierà solo lo stato della sua malattia, ma la sua intera vita e Mumentaler dovrà rivedere molte delle sue posizioni.

Commento

Sia chiaro subito: qui la canapa è solo un pretesto. Lo è per i politici del film (e non solo del film), che sfruttano il proibizionismo solo per ottenere consensi elettorali, e lo è per il regista, che la utilizza principalmente per smascherare l’ipocrisia e le pastette della politica, di certa politica.
Del resto un film che tratta dell’utilizzo di canapa da parte di un politico di destra fa capire che siamo in zona commedia e, forse, anche cosa ci si possa aspettare. In realtà, tutto il primo tempo, in cui il tema della politica e dei suoi giochi è ben sviscerato e presenta degli efficaci momenti di satira. Anche il rapporto che si crea tra il protagonista e il ragazzo è ben sviluppato. Il resto della storia, invece, soffre di qualche lungaggine e si sfilaccia cadendo spesso nella ricerca della risata facile. I personaggi di contorno (la moglie, il figlio) sono appena accennati e non riescono a entrare a far parte della storia come gli autori sembrerebbero volere.
Il film, alla fine, è sufficientemente divertente e permette di assistere a trame politiche interne che appaiono reali. Certo, il coraggio di rinunciare ad alcune trovate davvero troppo facili e qualche lungaggine in meno nella parte legata alla vita privata del protagonista avrebbero giovato.
Molto bravi Hanspeter Müller-Drossaart e il giovane Joel Basman.

Roberto Rippa

Cannabis
(Svizzera, 2006)
Regia: Niklaus Hilber
Sceneggiatura: Niklaus Hilber, Paul Steinmann
Musica: Diego Baldenweg
Fotografia: Marco Barberi
Montaggio: Michael Schaerer
Interpreti principali: Hanspeter Müller-Drossaart, Joel Basman, Deleila Piasko, Jean-Pierre Cornu, Lilian Steffen, Samir Klipic, Annina Euling, Viviana Aliberti, Max Rüdlinger
83’

Sito ufficiale

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+