Sweet Smell of Success > Alexander Mackendrick

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Trama

Aiutato da un losco pubblicitario, un potente giornalista cerca di distruggere il rapporto tra la sorella e un musicista jazz, coinvolgendolo in una storia di droga.

Commento

Questo di Alexander Mackendrick, già regista nel 1955 di The Ladykillers, è un feroce noir sul sottobosco di Broadway, tra addetti alle relazioni pubbliche e redattori senza scrupoli.
L’aspirante agente stampa Sidney Falco (Tony Curtis) e il giornalista JJ Hunsecker (Burt Lancaster), responsabile di una rubrica capce di creare o distruggere carriere, si alleano nel progetto di rovinare la vita di un musicista jazz di cui la sorella di quest ultimo si è innamorata. Le conseguenze saranno catastrofiche per tutti.
Una sceneggiatura che non lascia un attimo di respiro, una fotografia che rende New York inquietante, la colonna sonora di Elmer Bernstein (responsabile di moltissime colonne sonore tra cui quella per Taxi Driver di Scorsese), e le interpretazioni di Curtis e Lancaster fanno di questo film un capolavoro del noir.
L’edizione in DVD della MGM è scarna, non perfetta né dal punto di vista dell’immagine né da quello del suono ma rappresenta l’unica occasione per vedere questo capolavoro.

Roberto Rippa


Sweet Smell of Success
(titolo italiano: Piombo rovente, USA, 1957)
Regia: Alexander Mackendrick
Sceneggiatura: Clifford Odets, Alexander Mackendrick e Ernest Lehman (dal soggetto di Ernest Lehman)
Musiche originali: Elmer Bernstein
Fotografia: James Wong Howe
Montaggio: Alan Crosland Jr.
Interpreti principali: Burt Lancaster, Tony Curtis, Susan Harrison, Martin Milner, Sam Levene, Barbara Nichols
96’

DVD

Etichetta: MGM
Origine: UK
Regione: 2
Formato video: 1.66:1
Formato audio: Dolby Digital 2.0
Lingue: inglese
Sottotitoli: danese, inglese, francese, italiano, tedesco, norvegese, spagnolo, svedese
Extra: –

Regione 1:

Sweet Smell of Success

Regione 2:

The Sweet Smell Of Success [DVD] [1957]

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+