Bienvenue chez les ch’tis > Dany Boon

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Commedia che fa del pregiudizio regionale, dello spostamento di una persona in un ambiente apparentemente inospitale, il suo spunto principale, Bienvenue chez les ch’tisusa gli elementi più classici del genere nell’ambizione di costruire una commedia in parte sentimentale in parte comica che, alla prova dei fatti, centra più di un obiettivo.
Philippe (Kad Merad, grandioso) è un direttore di filiale della posta francese che, nella speranza di essere trasferito dalla Provenza alla Costa Azzurra – apparentemente più per compiacere la moglie, con cui il rapporto è in crisi, che per soddisfare una sua aspirazione – le prova tutte, compreso il fingersi disabile per elevare la sua posizione nelle graduatorie. Scoperto, viene inviato per punizione nell’estremo Nord della Francia, più precisamente in un paesino nei pressi di Lilles, terra nota ai francesi più per i luoghi comuni di cui è vittima che per conoscenza diretta.
Quella che parte come una punizione, diventerà in realtà per Philippe un’occasione di scoperta e riscoperta di sé.
Dany Boon, apprezzato comico e già regista nel 2006 di La maison du bonheur, usa tutte le situazioni più classiche del genere: dallo spaesamento iniziale del protagonista, alla sua difficoltà nel capire il dialetto e gli accenti del luogo, e aggiunge a questo una storia d’amore inespressa, con il compito di renderla compiuta entro i 106 minuti.
Punti di forza sono innanzitutto i personaggi, che Boom riesce a scrivere con accuratezza ed empatia (ad eccezione della moglie di Philippe, il personaggio che più stona nel film), e quindi il mirabile lavoro sul ritmo e sui tempi comici.
Alla fine Bienvenue chez les ch’tis non sarà la commedia più originale degli ultimi tempi né la migliore giunta dalla Francia negli ultimi anni ma è in grado di regalare un’ora e quaranta minuti di divertimento senza fare sentire stupidi, nemmeno per un momento.
La pensano così i francesi, che da febbraio a oggi ne hanno fatto un campione di incassi, con più di 120 milioni di Euro incassati a oggi (l’obbrbrioso Natale in crociera, film natalizio dello scorso anno diretto da Neri Parenti e campione di incasso italiano, di milioni di Euro ne ha incassati meno di 25).
Non ne conosco la versione doppiata in italiano.

Roberto Rippa

Bienvenue chez les ch’tis
(titolo italiano: Giù al Nord, Francia, 2008)
Regia: Dany Boon
Sceneggiatura: Dany Boon, Alexandre Charlot, Franck Magnier
Musiche: Philippe Rombi
Fotografia: Pierre Aïm
Montaggio: Luc Barnier, Julie Delord
Interpreti principali: Kad Merad, Dany Boon, Zoé Félix, Lorenzo Ausilia-Foret, Anne Marivin, Philippe Duquesne, Guy Lecluyse, Line Renaud, Alexandre Carrière
106′

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+