CLUB TRANSMEDIALE 11 /// CTM11

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

CLUB TRANSMEDIALE 11 /// CTM11
Festival for adventurous music & related visual arts
1-6 febbraio 2011 / Berlino
www.clubtransmediale.de

Direttore Artistico: Stephen Kovats

transmediale.11, il Festival Internazionale per l’Arte e la Cultura Digitale, avrà luogo a Berlino, presso la Haus der Kulturen der Welt, dall’1 al 6 febbraio 2011. L’evento sarà improntato sui cambiamenti radicali della nostra era digitale. Proprio attraverso il titolo RESPONSE:ABILITY, transmediale 11 invita a una riflessione congiunta su come oggi viviamo con e su Internet.

La rete, il network, luogo di fermenti e attività sociali, sta diventando una risorsa sempre più competitiva. Parallelamente, lo sviluppo dei social network, la qualità innovativa delle tecnologie di comunicazione mobile e dell’aspetto mediatico in tempo reale stanno determinando, nella nostra società, l’aumento progressivo delle connessioni live nonché dei collegamenti in rete (networking). Transmediale 11 si pone l’interrogativo su quali saranno gli approcci possibili per gli utenti internet dopo l’era del Web 2.0, in considerazione dei recenti sviluppi in questo ambito. In questo scenario oltre 170 artisti, ricercatori e attivisti media, danno vita a una piattaforma di carattere interdisciplinare che ingloba arte, conferenze, spettacoli, seminari e proiezioni presso la Haus der Kulturen der Welt e in oltre 20 location satellite di Berlino.

The Open Zone
L’Open Zone é un progetto artistico socio-sperimentale in collaborazione con Free Culture e Open Web. Per tutta la durata di transmediale 11, diversi spazi sociali saranno occupati da artisti e attivisti mediatici. In studi aperti, laboratori, nei centri di scambio e spazi sperimentali, allestiti nei locali dell’HKW, sorge una città modello in cui vengono esaminate attentamente tutte le condizioni strategiche atte a favorire una cultura internet aperta a tutti e di cui gli stessi visitatori avranno l’occasione di fare esperienza. Con Heath Bunting, Simona Levi, Peter Sunde, Open Design City Berlin, Elizabeth Stark, kom.post collective, Ursula Endlicher, Christopher “moot” Poole, Mushon Zer-Aviv, Evan Roth e molti altri. A cura di Ela Kagel

HacKaWay Zone
Ben lontano dall’immagine, spesso diffamatoria, che etichetta l’”hacking” come sabotaggio o subdola intromissione, l’HackaWay Zone di transmediale 11 rappresenta il luogo in cui le nozioni dei complessi reticoli tecnologici e sociali subiscono processi di decostruzione e ricostruzione, al fine di portare alla luce realtà inattese e rivoluzionarie. L’HackaWay Zone crea uno spazio destinato all’arte performativa e procedurale che fa affidamento sulla partecipazione interattiva dei visitatori. Tutto ciò sarà accompagnato da opere d’arte, seminari e performance con la firma di vari artisti tra cui Paul Vanouse, HONF, UBERMORGEN.COM, Christin Lahr, Garnet Hertz and Jussi Parikka, Herwig Weiser, Ei Wada as well as Fair Use Trio. A cura di Stephen Kovats

Film and Video Programme SyncExistence
SyncExistence presenta tramite una selezione di undici film e programmi video, circa sessanta lavori di animazione contemporanei e storici. Il leitmotiv di quest’anno consiste in una riflessione sulle modalità strategiche attraverso cui il cinema del XX secolo – mediante innovative tecniche di editing e di cultura visuale – ha contribuito in modo decisivo a promuovere sempre più i concetti di simultaneità, ubiquità e velocità, che internet ha accresciuto definitivamente. I film e video sono stati realizzati da diversi artisti, tra cui Lynn Hershman Leeson, Ho Tzu Nyen, Sergei Komarov, Wolf Vostell, Camille Verbunt, Ruben Östlund, Reynold Reynolds, John Smith, Pilvi Takala and the ArabShorts project. A cura di Marcel Schwierin

Performanceprogramme LIVE:RESPONSE
Il programma di performance avviato quest’anno da transmediale 11, LIVE:RESPONSE, si dispiega nell’interfaccia che si crea tra il mondo reale e la sfera mediatica, tra liveness e riproducibilità, tra virtuale e fisico. Tutto ciò é teso a dimostrare come l’interazione assuma le forme più eterogenee attraverso la materialità di diversi media e distinte modalità di congiungere il corpo con l’entità mediatica. A tal fine, il programma fà ricorso agli archivi della memoria così come al serbatoio sempre più fecondo dei contenuti mediatici audio-visivi. Si terranno performance dal vivo di artisti quali Herman Kolgen, People Like Us, Cécile Babiole & Vincent Goudard, Daito Manabe, Eboman and Preslav Literary School. A cura di Sandra Naumann

Conference BODY:RESPONSE – Biomedial Politics in the Age of Digital Liveness
I connotati biologici e psico-politici che contraddistinguono l’era del Web. La crescente biologizzazione dei media così come l’ibridazione delle tecnologie di comunicazione di spazi virtuali e reali, stanno dando vita a nuove zone attive emozionali confinanti tra la tecnologia e il corpo umano. Interverranno vari esperti sul tema tra cui Franco ‘BIFO’ Berardi, Tim Etchells, Carolyn Guertin, Marie-Luise Angerer, Mark Hansen, Hans-Jörg Rheinberger, Maurizio Lazzarato, Judith Revel, Mushon Zer-Aviv, Eric Kluitenberg, Philip Auslander, Adrian Heathfield, Derrick de Kerckhove, Verena Kuni e Jordan Crandall. A cura di Markus Huber

Awards
All’Awards Ceremony del 5 febbraio 2011 che si terrà all’Haus der Kulturen der Welt, verranno annunciati i vincitori dei tre premi. Transmediale e CTM (club transmediale) collaborano alla presentazione del transmediale Award per lavori artistici provenienti da tutto il mondo in risposta alle sfide rappresentate dalla tecnologia digitale in rapido mutamento e da una cultura basata sulla rete. Il Vilém Flusser Theory Award promuove una teoria dei media innovativa e progetti di ricerca orientati alla pratica che esplorano le tendenze attuali dell’arte e della cultura digitale. Verrà presentato per la prima volta l’Open Web Award in collaborazione con Mozilla Foundation. Sono tre i progetti candidati, che, con occhio critico, valutano e sviluppano il potenziale dell’ Open Web: booki di Adam Hyde, Graffiti Markup Language di Evan Roth e THIMBL dell’ art group Telekommunisten. I lavori candidati saranno disponibili fino al 4 febbraio 2011 sulla piattaforma Mozilla Drumbeat, il voto del pubblico determinerà il vincitore del premio. Per ulteriori informazioni: www.drumbeat.org/open-web-award-finalists-voting

CTM.11 – #LIVE!?
Come ogni anno transmediale collabora con CTM (club transmediale)- Festival for Adventurous Music and Related Visuals Arts. CTM si svolge in contemporanea con trasmediale dall’ 1 al 6 febbraio 2011. CTM presenta concerti, spettacoli, eventi serali e tavole rotonde in diverse sedi.

Satellite Programme
Transmediale.11 collabora con diverse organizzazioni partner per creare una rete di Satelliti che faccia da vetrina ai lavori attuali provenienti dal mondo dell’ arte digitale e elettronica. I temi del progetto spaziano dai sistemi culturali aperti, la community technology, i codici e le convenzioni sociali nell’ambito dei media digitali, ai parametri di cambiamento nell’ambiente virtuale e materiale e le differenze tra sfera pubblica e privata. Partners:_Vilém_Flusser_Archiv, Collegium Hungaricum Berlin (.CHB), Embassy of Canada, Schering Stiftung, Galerie [DAM] Berlin, Art Claims Impulse, c-base, Instituto Cervantes, Substitut, MMX Open Art Venue, NGBK, Künstlerhaus Bethanien, Sophiensaele, Medienwerkstatt Berlin, systM, NK Projekt, The Future Gallery, Studio 70, STYX Projects, aquabitArt, ConcentArt and Technische Universität Berlin.

McLuhan in Europe 2011
Transmediale e il Marshall McLuhan Salon dell’Ambasciata canadese stanno collaborando all’organizzazione di un evento di maggiore spessore nell’ambito del centenario della nascita di Herbert Marshall McLuhan nel 2011. Il progetto di rete culturale McLuhan in Europe 2011 esplorerà, esaminerà e renderà omaggio all’impatto che questo visionario canadese dei media e delle telecomunicazioni ha avuto sull’ arte e sulla cultura europea attraverso una serie di eventi che si terranno in varie location, contesti e periodi in tutta Europa nel 2011. Il 2 febbraio 2011 alle 18.30 presso il Marshall McLuhan Salon all’ ambasciata canadese, Mark Surman presenterà la Marshall McLuhan 2011 Lecture promossa da transmediale. L’amministratore della Mozilla Foundation è uno dei più grandi sostenitori dell’Open Technologies e dell’ Open Web a livello mondiale. In questa data il Marshall McLuhan Salon ospiterà anche l’ OPEN Signs, una singolare esposizione di lavori artistici open source basati sul web e curati dall’artista e game designer Heather Kelley. Inoltre, l’evento lancerà un’edizione limitata con copertina rigida che è un facsimile del manifesto originale prima inedito. COUNTERBLAST 1954, pubblicato da Gingko Press in esclusiva per trasmediale in occasione del centenario della nascita di McLuhan. Per maggiori informazioni: www.transmediale.de/beyond/mcluhan-2011

DAS Weekend – Digital Art & Sound Weekend
Nel weekend antecedente al festival, dal 28 al 30 gennaio, transmediale, CTM, Create Berlin e over 70 Berlin invitano al primo Weekend per l’ arte e il suono digitale. DAS Weekend attira l’attenzione su diversi artisti, spazi e iniziative attive a Berlino con idee entusiasmanti e grande impegno per promuovere i lavori artistici e i dibattiti derivati da ambiti in cui arte digitale, musica sperimentale e arte sonica si fondono


http://www.transmediale.de
http://www.twitter.com/transmediale
http://www.facebook.com/transmediale
http://www.hkw.de
 


 fonte:

 

 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+