Varese // Domenica Uncut – Il cinema dei mostriciattoli

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Ghoulies 3 - Ghoulies Go to College

DOMENICA UNCUT

Presso TWIGGY CLUB Via De Cristoforis n.5 Varese. INGRESSO GRATUITO

Domenica primo maggio

GHOULIES 3 – GHOULIES GO TO COLLEGE di John Carl Buechler, USA, 1989

TROLL di John Carl Buechler, Usa, 1986

C’era un periodo dove gli schermi si riempivano di peli, risate malefiche e piccoli animaletti pronti ad uccidere chiunque intralciasse il loro cammino di profonda malvagità. Tutti conoscete i Gremlins e i teneri cuccioli di Mogway, ma esistono mostriciattoli molto meno ligi alle sacre regole del politicamente corretto hollywoodiano, creature pronte a sbranarvi da un gabinetto azteco o folletti golosi di linfa umana. Ecco a voi, mortali, le creature di John Carl Buechler, i terribili Ghoulies sulla via del sapere e delle tette siliconate pronti alla cultura universitaria o il Troll che ha ispirato il capolavoro di Claudio Fragasso/Drako Floyd. Siete tutti invitati allo spettacolo più originale, infimo e raccapricciante: il cinema dei mostriciattoli. Buona visione. (Andrea Lanza)

Ore 18.30
Ghoulies 3 – Ghoulies Go to College
(V.O. sottotitolato in italiano).

In un college dove due confraternite non fanno altro che combattersi a suon di scherzi goliardici, un professore decide di vendicarsi risvegliando i ghoulies da una tazza del water opportunamente modificata da un rito satanico.

Nel caso dei Ghoulies possiamo parlare senza dubbio di Z-movie, che ha per molti della mia generazione un valore più affettivo che qualitativo, e che ha la ferma intenzione di mettere alla berlina i blasonati cugini Gremlins creati dalla spielberg factory, puntando tutto sul filone demenziale e su effetti speciali pacchiani e proprio per questo esilaranti.
Le origini della serie giunta al quarto capitolo risale al 1985, il regista Luca Bercovici ci racconta di un protagonista in vena di castronerie che ereditata un’antica villa organizza un party a base di magia nera risvegliando il defunto padre e un team di terribili demonietti in vena di sanguinolente burle che semineranno panico, distruzione e morte.
(Estratto della recensione pubblicata da ilcinemaniaco.com)


Ore 21.00
Troll
(V.O. sottotitolato in italiano).

Harry Potter Sr. e sua moglie Anne si muovono con i loro due figli in un nuovo appartamento a San Francisco. Mentre la piccola Wendy sta giocando in cantina, il troll Torok la rapisce e assume le sue sembianze. Da quel momento il troll-Wendy trasformerà i vari appartamenti dell’abitato in micro-abitat per nani, troll e elfi. Il fratello di Wendy, Harry Jr. con l’aiuto della strega Eunice, si oppone all’esplosione del mondo trolliano nel nostro mondo.

Troll fu prodotto da Charles a Albert Band (figlio e padre) quando già i due avevano realizzato in fretta e furia nel 1985 Ghoulies, primo tentativo dei Bands di sfruttare il fenomeno “mostriciattoli sul grande schermo”. Il fatto è che Gremlins venne prodotto dalla Amblin e dalla Warner con grade impegno economico, mentre Ghoulies e Troll sono prodotti della Empire, casa di produzione di proprietà della Band family che negli anni ’80 si specializzò in pellicole a basso budget pensate per il direct-to-video. L’intelligenza dei Bands fu in effetti quella di intuire il potenziale dell’home-video, lanciandosi in produzioni e distribuzioni di filmetti in genere di costo limitato che quindi avrebbero reso bene tramite la vendita e il noleggio. Al di là di qualche azzeccatissimo investimento (Re-Animator, 1985) la Empire fallì ma Charles Band rifondò il business col nuovo nome Full Moon e prosegì le politiche produttive del padre. (Estratto della recensione pubblicata da eXXagon’s reXtricted)

Cineclub Domenica Uncut


Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+