Zapruder | PLETORA (Stillstrips)

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

ZAPRUDERfilmmakersgroup
presenta

PLETORA
(Stillstrips Exhibition)


REVOLT TRE

FOTOGRAFIA EUROPEA 2011 REGGIO EMILIA
 6- 8 May 2011, h. 14.00-24.00

curated and co-producted by OFFSET 

Chiostri di San Domenico
Via Dante Alighieri 11, Reggio Emilia

www.off-set.org

(alcune Stillstrips da Pletora sono pubblicate su Rapporto Confidenziale 32/SERIE IMAGO 01, maggio 2010)

Inaugura Venerdì 6 maggio, alle ore 19.00 nei Chiostri di San Domenico a Reggio Emilia, la mostra Pletora (Stillstrips Exhibition), all’interno di revolt tre, festival a cura di Offset in occasione di Fotografia Europea 2011.
Il progetto nasce da PLETORA. Il Dono (2008), un film anaglifo e verticale, realizzato con una tecnica stereoscopica che consente di riprodurre artificialmente i meccanismi della visione binoculare. Le immagini sono così, etimologicamente, dei “rilievi scolpiti” e diventano tattili e volumetriche, tradendo un eccesso di presenza. Pletora significa appunto eccesso, ed è sinonimo di abbondanza, marea, strage, mondo.

ZAPRUDERfilmakersgroup ha base in Roncofreddo (FC, Italia) ed è stato fondato nel 2000 da David Zamagni, Nadia Ranocchi e Monaldo Moretti. Il lavoro di Zapruder si insinua nella zona interstiziale tra arti visive, performative e cinematografiche da cui originano immagini in movimento e audiovisivi che  il gruppo definisce "Cinema da Camera" sorta di cinema incarnato e tattile ma anche forma di teatro incorporeo. Dal 2005 Zapruder esplora ed applica i principi delle tecniche stereoscopiche per la produzione di film ed installazioni. Contributi significativi del lavoro di Zapruder sono legati alla collaborazione con compagnie di spicco del teatro di ricerca italiano quali Motus, Fanny&Alexander, Romeo Castellucci/Societas Raffaello Sanzio. I lavori del gruppo sono stati presentati in autorevoli festival e sedi espositive tra cui la Biennale del Cinema di Venezia, Oberhausen Kurzfilmtage, Steirischer Herbst Graz, Centre Pompidou Paris, Transmediale Berlin, Netmage Bologna, Rencontres Internationales Paris/Berlin/Madrid, StadtKino Wien, Biennale de l’image en mouvement Ginevra, Milanesiana, Santarcangelo Festival, Contemporanea Festival Prato, Kunsten Festival des Arts Bruxelles, Uovo Festival Milano, Festival d’Avignon, Art Fall Ferrara. Tra i riconoscimenti, Werkleitz award all’Oberhausen kurzfilmtage (2002), Premio Riccione TTV Performing Arts on Screen, 2006 e, nel 2010, Premio Lo Straniero per "la natura ibrida e anti-commerciale del loro ‘cinema da camera’ che rende questa esperienza un importante esempio di resistenza e radicalità nel panorama nazionale ed internazionale". Zapruder ha base a Roncofreddo (FC) ed è stato fondato nel 2000 da David Zamagni Nadia Ranocchi e Monaldo Moretti. Assidui collaboratori del gruppo sono il musicista Francesco ‘Fuzz’ Brasini, gli scenografi Alessandra Brunelli e Mirco Guidi, il costruttore Giancarlo Bianchini, il sound designer Mattia Dallara, e Andrea Mario Marini web e digital effect. 

ZAPRUDERfilmmakersgroup | www.zapruderie.com

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+