Milano // Brasil Cinema Contemporaneo, 17-22 maggio

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

VI Rassegna dell’Istituto Brasile-Italia
BRASIL CINEMA CONTEMPORANEO
17-22 maggio 2011
Cinema Gnomo, Via Lanzone, 30 – Milano
Ingresso valido per tutte le proiezioni della giornata € 4,10 – ridotto € 2,60
Programma completo: www.ibrit.it

Un’occasione unica per esplorare ambiti intellettuali, creativi e artistici del cinema brasiliano contemporaneo.
La rassegna “Brasil Cinema Contemporaneo”, giunta alla sua sesta edizione, presenta al pubblico milanese, ancora una volta, una visione attuale e molteplice della cinematografia brasiliana. Tutti i film con sottotitoli in italiano.
Per questa edizione proponiamo la visione, sempre presso la sala Gnomo di Milano, di 8 lungometraggi accuratamente selezionati tra film presentati nei Festivals o nelle sale commerciali in Brasile negli ultimi tre anni, oltre a una sessione di cortometraggi del regista Marcelo Laffite e la visione della produzione del Núcleo Sapos e Afogados, cui attori sono i pazienti della rete pubblica di salute mentale della città di Belo Horizonte.
Lungo tutto il mese di maggio verranno organizzati diversi eventi collaterali.
Anche quest’anno il pubblico potrà votare il suo film preferito, che verrà annunciato alla fine della manifestazione.
L’ospite d’onore del festival sarà la giornalista Hildegard Angel, figlia della stilista Zuzu Angel. La giornalista sarà a Milano per presentare il film “Zuzu Angel”, del regista Sergio Rezende. Durante il periodo della rassegna, Hildegard parteciperà, inoltre, presso le Università e gli Istituti culturali milanesi a conferenze e incontri in quanto Direttrice dell’Accademia Brasiliana della Moda e dell’Istituto Zuzu Angel di Moda.
Nel programma della rassegna, opere di registi affermati come Laís Bodanzky (“As melhores coisas do mundo”, sull’universo degli adolescenti di São Paulo), Eliane Caffè (“O sol do meio dia”, ultimo della sua trilogia sul Brasile rurale), Flavio Tambellini (“Malu de bicicleta”, basato su un romanzo di Marcelo Rubens Paiva).
La rassegna lancia inoltre uno sguardo sulla diversità e l’inclusione sociale. Il multipremiato “Elvis e Madona”, regia di Marcelo Laffite, affronta il tema della diversità in chiave leggera e romantica con una storia d’amore tra una motociclista gay e un travestito. I cortometraggi “Material Bruto” e “Sapos e Afogados”, della giovane regista Juliana Barreto, presente alla rassegna, sono realizzati con attori/pazienti della rete pubblica della salute mentale di Belo Horizonte. La politica sulle droghe in Brasile e nel mondo verrà discussa nel documentario "Cortina de Fumaça", del carioca Rodrigo MacNiven.
Spazio dedicato a una regista al suo primo lungometraggio: Mariana Caltabiano che presenta “Brasil animado”, film per la famiglia che mescola immagini reali e animazione con due personaggi, Relax e Stress, che viaggiano per tutto il Brasile alla ricerca dell’albero più antico del Paese, il Grande Jequitibá Rosa.
Per gli amanti della musica brasiliana, la mostra ha programmato il documentario “Seu Cavaco, Dom Bandolim e o choro de Mestre Duduta na Rainha da Borborema” con regia del milanese Riccardo Migliore e della brasiliana Thaíse Carvalho.
Il Festival è realizzato in collaborazione con il Consolato-Generale del Brasile a Milano, l’Ufficio Cinema del Comune di Milano e TAM Linee Aeree.

Programma completo del Festival: download (.doc)
Pagina Facebook

In collaborazione con: Consolato Generale del Brasile a Milano, Comune di Milano, Ufficio Cinema (Cultura), TAM Airlines, Plaza Latina, Stefanelli Spedizioni

 

/// PROGRAMMA

/// Martedì 17 maggio

Ore 18,30: Cocktail di inaugurazione

Ore 20: As Melhores Coisas do Mundo (2010) 107’, di Laís Bodansky.
Mano ha 15 anni, suona la chitarra ed esce con gli amici. Un avvenimento in famiglia gli fa capire che diventare adulti non è un compito facile. Tra le sfide della scuola, il primo amore e le insicurezze, Mano inventa “Le migliori cose del mondo”. Otto premi al Festival di Recife. Premio dell’Associazione dei Critici di Cinema di São Paulo.

Ore 22: O sol do meio dia (2008-2009) 100’, di Eliane Caffé.
L’itinerario di un musicista, colpevole di un crimine passionale, dall’“interior” del Pará, fino a Belém nel Nordeste. Ultimo film della trilogia che la regista ha dedicato al Brasile rurale. Premi al Festival di Rio e alla Mostra Internazionale di São Paulo.

/// Mercoledì 18 maggio

Ore 18: Sapos e Afogados (2005) 12’ / Material Bruto (2007), 16’ di Ricardo Alves Junior, seguito dall’incontro “Arte e follia, uno sguardo”, a cura di Iris Caffelli (Accademia della Follia e Ass. Identità plurali) e Juliana Barreto (Núcleo de Criação Sapos e Afogados).
In occasione della giornata della lotta antimanicomiale in Brasile, viene affrontata la tematica della salute mentale; i personaggi che interpretano i ruoli nei due cortometraggi sono pazienti del centro di convivenza della rete pubblica di salute mentale della città di Belo Horizonte in Brasile, stimolo che da avvio all’incontro alla presenza di personalità importanti nel campo della salute mentale.

Ore 20: Cortina de fumaça (2008) 94’, di Rodrigo Mac Niven.
Documentario sul tema polemico della politica sulla droga in Brasile e nel mondo, basata sul proibizionismo. Attraverso interviste con medici, ricercatori, avvocati, membri della polizia e rappresentanti di movimenti civili, discute il collasso sociale di alcune città come Rio de Janeiro, che subiscono la violenza e la corruzione originata dal traffico. Presente il regista.

Ore 22: Elvis e Madona (2010) 105’, di Marcelo Laffite.
Elvis è una ragazza che sogna di diventare una fotografa ma le ristrettezze economiche la costringono ad accettare di lavorare come fattorino di pizze. Madona è un travestito che lavora come parrucchiera e sogna di riuscire a produrre uno spettacolo teatrale. Da l’insolito incontro tra i due personaggi, nasce una divertente e moderna storia d’amore. Premiato al Festival do Rio. Presente il regista.

/// Giovedì 19 maggio

Ore 18: Malu de bicicleta (2011) 90’, di Flavio Ramos Tambellini.
Luiz Mario gestisce un night-club a São Paulo e ama collezionare avventure amorose. Un giorno, passeggiando per la spiaggia di Leblon a Rio de Janeiro perde la testa per Malu, una ragazza carioca che quasi lo investe con la bicicletta. La travolgente passione viene però bruscamente interrotta da un’enigmatica lettera d’amore… Basato su un romanzo di Marcelo Rubens Paiva. Premiato al Festival di Paulinia.

Ore 20: O sol do meio dia (2008-2009) 100’, di Eliane Caffé.

Ore 22: Seu Cavaco, dom Bandolim e o choro de Mestre Duduta na Rainha da Borborema (2011) 52′, di Riccardo Migliore e Thaíse Carvalho.
Documentario su Mestre Duduta, liutaio e musicista, esponente di spicco dello choro paraibano, che tutte le domeniche apre la sua casa, a Campina Grande, Paraíba, a tutti coloro che desiderino suonare o anche solo ascoltare. Il documentario sfida tutti i luoghi comuni che vedono il choro strettamente legato alla città di Rio de Janeiro.

/// Venerdì 20 maggio

Ore 18: Presentazione dei cortometraggi di Marcelo Laffite, con il regista: Vox Populi (1997) 19’. Il medico di una piccola cittadina si reca al processo per l’omicidio di sua moglie e del suo amante. Premi alla Jornada da Bahia, Festival di cortometraggi a Santiago de Chile. Con Maitê Proença, Buza Ferraz e Pedro Brício. Banquete (2002) 8’. Due mendicanti discutono di culinaria mentre raccolgono gli avanzi di un ristorante di lusso. Con Norma Bengell e José Wilker. Ópera Curta (2004) 12. Rio de Janeiro, Gay parade: tre personaggi si incontrano tra la folla. Che cosa stanno cercando? Premi al Festival di Cuiabá e al Festival di Florianópolis. Con Larissa Bracher, Hanah Suzart e Verena Isaack. Fúria (2006) 18’. Un uomo e una donna, senza passato e senza futuro, vivono la furia dei sentimenti. Tratto dal libro A furia do corpo, di João Gilberto Noll. Premi dall’Academia Brasileira de Cinema e al Festival di Recife. Con Joana Seibel e Paulo Vespúcio.

Ore 20: Zuzu Angel (2006) 103’, di Sergio Rezende.
Zuzu Angel era una stilista brasiliana di fama mondiale che negli anni della dittatura militare combatté una dura battaglia a causa della scomparsa di suo figlio Stuart che apparteneva al movimento studentesco che si opponeva alla dittatura. Zuzu decide di iniziare a denunciare i soprusi della dittatura, in Brasile e all’estero.
Presente la giornalista Hildegard Angel, figlia di Zuzu Angel. A seguire un incontro, con l’intervento della giornalista.

Ore 22: Cortina de fumaça (2008) 94’, di Rodrigo Mac Niven. Presente il regista

/// Sabato 21 maggio

Ore 16: Brasil animado (2010) 78’, di Mariana Caltabiano.
Film che mescola immagini reali e animazione con due personaggi, Relax e Stress, che viaggiano per tutto il Brasile alla ricerca dell’albero più antico del Paese, il Grande Jequitibá Rosa. Il problema è che i due non hanno la minima idea di dove si trovi. Il film è il primo film di animazione in 3D prodotto in Brasile.

Ore 18: Zuzu Angel (2006) 103’, di Sergio Rezende

Ore 20: Malu de bicicleta (2011) 90’, di Flavio Ramos Tambellini

Ore 22: As melhores coisas do mundo (2010) 107’, di Laís Bodansky

/// Domenica 22 maggio

Ore 16: Elvis e Madona (2010) 105′, di Marcelo Laffite. Presente il regista

Ore 18: Seu Cavaco, dom Bandolim e o choro de Mestre Duduta na Rainha da Borborema (2011) 52′, di Riccardo Migliore e Thaíse Carvalho

Ore 20: Brasil animado (2010) 78’, di Mariana Caltabiano

Ore 21,30: Annuncio Premio del pubblico

/// APPUNTAMENTI CULTURALI

Mercoledì 18 maggio ore 12.30 presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, via Sant’ Agnese, 2 aula Rotta si terrà l’incontro Uno sguardo sulla realtà del Brasile attraverso il suo cinema. Partecipano Marcelo Laffite (regista), Rodrigo Mac Niven (regista), Juliana Barreto (attrice, direttrice Núcleo de Criação Sapos e Afogados), Hildegard Angel (giornalista, presidente Istituto Zuzu Angel), Maria Lucia Karam (membro di LEAP, Law Enforcement Against Prohibition). Evento organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo dell’Università. Ingresso libero.

Giovedì 19 maggio ore 12.30 presso l’Università degli Studi di Milano, piazza Sant’Alessandro 1 Aula 1, si terrà l’incontro "Furia" Letteratura e Cinema. Incontro con il regista Marcelo Laffite a cura di Vincenzo Russo. Evento organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Scienze del Linguaggio e Letterature Straniere Comparate dell’Università. Ingresso libero

Giovedì 19 maggio ore 19.00 presso Progetto ISPI-IBRIT, via Clerici 3, si terrà un incontro con la giornalista Hildegard Angel sulla sua esperienza alla direzione dell’ nstituto Zuzu Angel de Moda e dell’Academia Brasileira de Moda. Con la presenza del Console Generale del Brasile Luiz Henrique da Fonseca.

 

VI Rassegna dell’Istituto Brasile-Italia
BRASIL CINEMA CONTEMPORANEO
17-22 maggio 2011
Cinema Gnomo, Via Lanzone, 30 – Milano
Ingresso valido per tutte le proiezioni della giornata € 4,10 – ridotto € 2,60
Programma completo: www.ibrit.it

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+