Attack of the 50 Foot Woman > Nathan Juran

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Attack of the 50Ft01Povera Nancy, suo marito Harry la tradisce senza sentire il bisogno di usare un minimo di discrezione e lo fa con una ragazza tutto sommato scialbetta e dichiaratamente interessata ai molti soldi – si parla di cinquanta milioni di dollari (del 1957!) – che lui erediterebbe se lei morisse. E lui non lesina tentativi in questo senso: prima cercando di farla morire per esaurimento nervoso (?) e quindi tentando di iniettarle una dose letale di un medicinale.
Purtroppo per lui, Nancy ha però incontrato un alieno appena giunto sulla terra con la sua astronave, con il risultato di essersi trasformata in un essere gigantesco (con l’abito che si trasforma in una sottoveste scollata e che poi cambia in uno striminzito, per l’epoca, due pezzi) e piuttosto seccato per le umiliazioni subite.
Se Nancy gigante è per buona parte del tempo solo un’enorme, fintissima, mano di cartapesta (si paleserà nella sua gigantesca interezza solo al cinquantaseiesimo minuto, e il film di minuti ne dura 65), il personaggio di Nancy rimane quello di una donna di buon cuore, sofferente per la mancanza d’amore. La sua vendetta, quindi, non sarà nemmeno poi così terribile come sarebbe giustificato pensare.
Attack of the 50 Foot Woman (che ha un bellissimo manifesto che presenta una scena che nel film non c’è) è un film che sarebbe troppo generoso definire a bassissimo costo, che sfrutta tutta la parte melodrammatica della vicenda per risparmiare sui pur risibili effetti speciali e che usa le due attrici principali in ruoli che negli Stati Uniti fine anni ’50 saranno forse sembrati sexy.
Lo sceneggiatore Mark Hanna (già autore di Not of This Earth di Roger Corman nonché, in tempi più recenti, del film blaxploitation Slaughter, 1972, di Jack Starrett) aveva già avuto a che fare con i giganti l’anno precedente con The Amazing Colossal Man di Bert I. Gordon, mentre il regista Nathan Juran li frequenterà assiduamente più tardi grazie ai televisivi World of Giants (1959) e Land of the Giants (1968) . Dal canto suo, Yvette Wickers, interprete del ruolo dell’amante Honey Parker (notare il nome), si ritroverà due anni dopo a fronteggiare altri giganti, non più umani bensì sanguisughe, in Attack of the Giant Leeches di Bernard L. Kowalski.
Talmente brutto da diventare sublime, quindi caldamente consigliato.

Roberto Rippa

Attack of the 50 Foot Woman (USA, 1958)
Regia: Nathan Juran
Sceneggiatura: Mark Hanna
Musiche: Ronald Stein
Fotografia: Jacques R. Marquette
Montaggio: Edward Mann
Interpreti principali: Allison Hayes, William Hudson, Yvette Wickers, Roy Gordon
65′

DVD

Il DVD prodotto dalla Warner Bros., disponibile sia in versione singola che all’interno del cofanetto “Sci-Fi Thrillers” della serie “Cult Camp Classics”, presenta il film in un’edizione straordinariamente pulita, considerando l’epoca e la bassa qualità produttiva, accompagnandolo con un interessante e godibile commento audio con l’attrice Yvette Wickers, condotta dallo storico del cinema Tom Weaver.

Editore: Warner Bros.
Origine: USA
Regione: 1
Formato video: 1.85:1
Formato audio: Doby Digital mono
Lingue: inglese
Sottotitoli: inglese, francese
Extra: audio commento con l’attrice Yvette Wickers e lo storico del cinema Tom Weaver / Trailer

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+