Locarno 64 // Excellence Award a Isabelle Huppert

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Il Festival del film Locarno attribuisce l’Excellence Award Moët & Chandon 2011 all’attrice francese Isabelle Huppert. La cerimonia di consegna del premio si terrà domenica 7 agosto in Piazza Grande. Il giorno stesso il pubblico potrà assistere a una conversazione con l’attrice moderata da Jean-Marc Lalanne e Olivier Père.

Per l’occasione saranno presentati a Locarno “La merlettaia” di Claude Goretta, “Loulou” di Maurice Pialat, “Grazie per la cioccolata” di Claude Chabrol, “La pianista” di Michael Haneke, “White Material” di Claire Denis e “Villa Amalia” di Benoît Jacquot.

Isabelle Huppert si distingue nel suo primo grande ruolo con “La merlettaia” del regista svizzero Claude Goretta. La sua magistrale interpretazione in “Violette Nozière” le vale la consacrazione internazionale (premio per la migliore interpretazione femminile al Festival di Cannes) e segna l’inizio di una collaborazione intensa e fruttuosa con Claude Chabrol (sette film insieme, tra cui “Un affare di donne” e “Il buio nella mente”, per i quali è stata premiata come migliore interpretazione femminile al Festival di Venezia). Isabelle Huppert ha lavorato con i più importanti registi francesi come Maurice Pialat, André Téchiné, Benoît Jacquot, Jacques Doillon, Bertrand Tavernier, Olivier Assayas, Claire Denis, Patrice Chéreau ed europei come Jean-Luc Godard, Marco Ferreri, Werner Schroeter, Michael Haneke nelle più importanti pellicole del cinema contemporaneo (con “La Pianista” sarà premiata a Cannes come migliore attrice per la seconda volta). Negli Stati Uniti, accetta di partecipare all’avventura di Michael Cimino nel suo capolavoro “I cancelli del cielo”. Ha lavorato inoltre con Hal Hartley, Curtis Hanson e David O’Russell.

A corollario di una filmografia particolarmente ricca, impreziosita da ruoli intensi, misteriosi e tragici, Isabelle Huppert ama cimentarsi nel cinema popolare (si distingue particolarmente anche nei ruoli comici) e dare fiducia ai giovani autori del cinema contemporaneo: Christophe Honoré (“Ma mère“), Joachim Lafosse (“Proprietà privata“), Ursula Meier (“Home – Casa dolce casa?“) ed Eva Ionesco (“My Little Princess”).
Ritroveremo presto l’attrice francese nelle nuove opere di due grandi registi asiatici: il filippino Brillante Mendoza e il coreano Hong Sangsoo.

Oltre alla carriera cinematografica, Isabelle Huppert vanta un prestigioso curriculum teatrale. Ha interpretato i grandi testi classici e moderni sotto la direzione dei più grandi registi francesi e internazionali in Francia e all’estero, come Claude Régy, Jacques Lassalle, Bob Wilson, Peter Zadek e Krzysztof Warlikowski.
Per Olivier Père, Direttore artistico del Festival del film Locarno: «Isabelle Huppert è indiscutibilmente una delle migliori attrici contemporanee, ha costruito il suo percorso scegliendo ruoli complessi e indimenticabili, ma anche registi che rappresentano le personalità più forti del cinema moderno. Un ventaglio di ruoli che sembra infinito fatto di maestria e passione, istinto e intelligenza, impegno e abbandono. È dunque un immenso onore accogliere Isabelle Huppert al Festival del film Locarno, dove aveva presentato Navodneniye di Igor Minaiev, e consegnarle l’Excellence Award Moët & Chandon.»

L’Excellence Award del Festival del film Locarno premia ogni anno uno o più attori di spicco della scena internazionale. Tra i vincitori delle edizioni precedenti figurano Oleg Menchikov, Susan Sarandon, John Malkovich, Willem Dafoe, Michel Piccoli, Carmen Maura, Toni Servillo e Chiara Mastroianni. Moët & Chandon offre l’Excellence Award per il terzo anno consecutivo.



Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+