Carmelo Bene | Contro il cinema

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrEmail this to someonePrint this page

Carmelo Bene
Contro il cinema

a cura di Emiliano Morreale

minimum fax edizioni, 2011
196 pagine
prezzo di coperina 15€
compra online 13,50€
Isbn 978-88-7521-276-6

leggi un estratto

 

Le provocatorie idee sul cinema di un genio ribelle della cultura italiana del Novecento.

Carmelo Bene (1937-2002) non è stato soltanto la figura più straordinaria del teatro italiano. Nel suo eclettismo, e nella sua infaticabile ricerca di nuove forme d’espressione, ha anche attraversato come una meteora il nostro cinema. Cinque lungometraggi, tra il 1968 e il 1973, inclassificabili e geniali, una «parentesi» rinnegata che ha lasciato un segno sotterraneo fino a noi. In quegli anni, e subito dopo, Bene ha portato il cinema ai suoi limiti, liberandolo dalla tirannia del racconto e della comunicazione. Qui vengono raccolte per la prima volta le interviste più significative che Bene ha concesso commentando il proprio cinema e quello degli altri: un’esplosione di invenzioni teoriche, paradossi, definizioni fulminanti, in una lotta accanita e autodistruttiva con l’interlocutore e con gli spettatori.

 

Emiliano Morreale (1973) collabora a Lo Straniero, Cineforum, Film Tv e altre riviste. Ha scritto libri su Ciprì e Maresco e su Tim Burton, curato un’antologia di racconti (Sicilia fantastica, L’Ancora del Mediterraneo 2000) e tradotto in italiano Alla ricerca della felicità di Stanley Cavell (Einaudi 1999). Dirige la rivista on line www.cinemi.it

 

 

 

 





Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrEmail this to someonePrint this page