Ferrara // Mondovisioni. I documentari di Internazionale

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

MONDOVISIONI | I documentari di Internazionale

30 settembre – 2 ottobre 2011
all’interno di Festival Internazionale, Ferrara

Otto recentissimi film su informazione, attualità internazionale e diritti umani, in anteprima a Internazionale a Ferrara e a seguire in tour in altre 11 città italiane

Sala Boldini | Via Gaetano Previati, 18 – Ferrara
Ingresso libero


I documentari della 3a edizione di Mondovisioni definiscono un’immagine stratificata di quello che intendiamo per attualità, una sovrimpressione di istantanee del presente, ombre del passato, visioni del futuro. Come succede in piazza Tahrir al Cairo e nel documentario di Stefano Savona: decenni di dittatura esplodono in una rivoluzione raccontata in presa diretta, che risveglia l’immaginazione del domani. I conti con un doloroso recente passato sono quelli che devono fare anche il procuratore della Corte Penale Internazionale Luis Moreno-Ocampo in Prosecutor, per rendere giustizia alle vittime di violazioni dei diritti umani, e a livello più privato il giornalista Peter Torbiörnsson in Last Chapter, che torna in Nicaragua sul luogo di un conflitto che ha segnato la sua vita. Intrappolati in un passato identico al presente, e probabilmente al prossimo futuro, sono i cittadini colombiani vittime di una guerra civile che tiene in ostaggio l’intero paese, su cui fa il punto Impunity. E la metafora della reclusione diventa realtà a Guantánamo, i cui prigionieri sono condannati a un tempo che si ripete uguale in attesa del giudizio, a 10 anni dall’11 settembre 2001: il caso del minorenne Omar Khadr, ricostruito in You Don’t Like the Truth, resta emblematico delle conseguenze della war on terror. Il futuro, se possibile uno migliore, è l’orizzonte di due film simili nella speranza che anima i loro protagonisti: i politici e gli elettori del Ghana alle prese in An African Election con la loro prima elezione democratica, e gli studenti dell’università di Vienna, presto imitati dagli indignados del resto d’Europa, nella lotta per un sistema educativo e una società più giuste, di cui fa l’entusiasmante e originale cronaca The Edukators 2.0. Come infine continuare a indagare e tracciare questi legami tra passato, attualità e futuro, quando è a rischio l’autonomia e la stessa sussistenza del giornalismo di qualità? È la questione al centro di Page One, cronaca appassionante di un anno con la redazione del New York Times, ostinatamente impegnata a garantire un’informazione che ci renda cittadini migliori, tra le sfide poste da crisi economica, concorrenza del web, innovazioni tecnologiche come i tablet e nuovi soggetti come WikiLeaks.

Per la prima volta l’intera rassegna Mondovisioni andrà in tour, dopo Internazionale a Ferrara, toccando altre 11 città per un totale di quasi 100 proiezioni tra ottobre e febbraio 2012.
La lista completa delle tappe, con relative sedi e date, di seguito in questa pagina…
 

/// I film

sabato 1 ottobre, ore 10.00
domenica 2 ottobre, ore 14.00

www.anafricanelection.com

AN AFRICAN ELECTION
di Jarreth Merz e Kevin Merz
Ghana/Svizzera/USA, 2010, 89′

Alla presenza della co-sceneggiatrice Erika Tasini (2.10)

Le elezioni del 2008 in Ghana sono l’occasione per osservare il funzionamento di una democrazia ancora giovane, impegnata a legittimarsi agli occhi del resto del mondo, e per uno sguardo inedito sulla situazione politica e sociale dell’Africa occidentale. I candidati dei due maggiori partiti, seguiti per tre mesi dai registi, sono disposti quasi a tutto per vincere il confronto. Il giorno del voto, pur con qualche intoppo, tutto sembra procedere in modo regolare agli occhi degli osservatori internazionali. Ma quando il conteggio indica un testa a testa da cardiopalma tra i due candidati-premier, il processo democratico torna ad essere minacciato da tensioni represse e tentazioni autoritarie.
 

venerdì 30 settembre, ore 14.00
domenica 2 ottobre, ore 18.00

www.edukators2-0.com

THE EDUKATORS 2.0
di Doku Working Group & coop99
Austria, 2011, 85′ | Anteprima italiana

“L’università brucia!”: con questo slogan nasce e si sviluppa, tra euforia e frustrazione, la più ampia protesta studentesca europea degli ultimi anni. È l’autunno 2009 quando viene occupata l’aula magna dell’università di Vienna. In breve, e grazie soprattutto al web 2.0, la protesta si allarga a sorpresa oltre i confini austriaci e ben 130 atenei rispondono mobilitandosi contro le norme comunitarie sul sistema dell’educazione. Un film collettivo realizzato in tempo reale con i contributi video, fotografici, blog e Twitter degli studenti stessi, da Vienna e tutta Europa, per raccontare un’iniziativa che per mesi ha chiesto l’attenzione della politica e della società per il futuro dell’università e dei giovani.
 

sabato 1 ottobre, ore 18.00
domenica 2 ottobre, ore 12.00

www.impunitythefilm.com

IMPUNITY
di Juan José Lozano e Hollman Morris
Colombia/Francia/Svizzera, 2010, 86′ | Ant. italiana

Alla presenza del regista Hollman Morris

Le stesse parole riecheggiano da troppo tempo in Colombia: guerra civile, conflitto armato interno, terrorismo, lotta ideologica. Due estremi, sinistra e destra, usano metodi identici e si sfidano in crudeltà. Nessuno è in grado di stabilire quanti morti e persone scomparse abbia causato il conflitto senza fine tra unità paramilitari (AUC) e guerriglieri (FARC). Ma chi sono i responsabili di questa guerra? Chi dà gli ordini, con quali motivazioni e obiettivi? Quali le responsabilità di multinazionali, dell’esercito colombiano, di affaristi, politici e trafficanti di droga? Già protagonista di Unwanted Witness (Mondovisioni 2009), il pluripremiato reporter Hollman Morris questa volta anche in veste di co-autore.
 

venerdì 30 settembre, ore 16.00
domenica 2 ottobre, ore 10.00

www.sfi.se

LAST CHAPTER: GOODBYE NICARAGUA
di Peter Torbiörnsson
Spagna/Svezia, 2010, 102′ | Anteprima italiana

Nel 1984 in Costa Rica, appena oltre il confine nicaraguense, una bomba esplose durante la conferenza stampa dell’ex-leader sandinista Eden Pastora: tre giornalisti uccisi, tanti altri feriti e mutilati. Chi organizzò l’attentato, e perché? Nel tempo tante ipotesi, ma nessun colpevole. Venticinque anni dopo il giornalista svedese Peter Torbiörnsson, uno dei sopravvissuti, torna in Nicaragua. La sua coraggiosa indagine è sia un confronto drammatico con i propri sensi di colpa (con più attenzione, avrebbe potuto salvare i colleghi?), che una riflessione sul ruolo del reporter, e su un paese disilluso che non ha fatto i conti con la sua storia recente, rimuovendo una pluriennale guerra civile.
 

venerdì 30 settembre, ore 20.30
sabato 1 ottobre, ore 12.00

www.takepart.com/pageone

PAGE ONE: A YEAR INSIDE THE NEW YORK TIMES
di Andrew Rossi
USA, 2011, 91′ | Anteprima italiana

Nella migliore tradizione del documentario americano, Page One permette un inedito accesso al lavoro della redazione del New York Times, raccontando dall’interno la trasformazione del sistema dei media nel momento di maggiore incertezza, quando Internet sta superando la carta stampata come principale fonte di notizie, e quotidiani in tutto il mondo chiudono per bancarotta. Giornalisti come Brian Stelter, Tim Arango e il caustico David Carr raccontano la metamorfosi del mestiere mentre il loro stesso giornale lotta per restare in vita, e i loro capiredattori si confrontano con le sfide poste da WikiLeaks, Twitter, nuovi strumenti come i tablet, e con l’aspettativa che l’informazione on-line debba restare gratuita.
 

sabato 1 ottobre, ore 16.00
venerdì 30 settembre, ore 12.00

www.whitepinepictures.com

PROSECUTOR
di Barry Stevens
Canada, 2010, 92′ | Anteprima italiana

I primi processi celebrati dalla Corte Penale Internazionale dell’Aia dal punto di vista del procuratore capo Luis Moreno-Ocampo, con un accesso senza precedenti a riunioni, dibattimenti e indagini sui più recenti crimini contro l’umanità, dal Darfur al Ruanda all’ex-Jugoslavia. Incaricato di perseguire dittatori e leader responsabili di genocidi, Ocampo diventa un eroe per i sopravvissuti, ma si attira anche critiche da ogni parte, con accuse di faziosità, eccessivo protagonismo, scarso rispetto per l’autonomia dei singoli stati. Le sue scelte contribuiranno a determinare il futuro della Corte Penale: potente strumento di giustizia mondiale o istituzione utopistica priva di vera efficacia?

venerdì 30 settembre, ore 22.30
sabato 1 ottobre, ore 14.00

www.tahrir-liberationsquare.com

TAHRIR
di Stefano Savona
Francia/Italia, 2011, 90′

Alla presenza del regista Stefano Savona

Cairo, febbraio 2011. Elsayed, Noha, Ahmed sono giovani egiziani e stanno facendo la rivoluzione. Occupano la Piazza notte e giorno, parlano, urlano, cantano insieme ad altre migliaia di egiziani tutto ciò che non hanno mai potuto dire prima a voce alta. Le repressioni sanguinose del regime rinforzano la protesta. A Tahrir si resiste, si impara a discutere e a lanciare pietre, a inventare slogan e a curare i feriti, a sfidare l’esercito e a preservare il territorio appena conquistato. Un film scritto con i volti, le mani, le voci di chi stava in piazza; una cronaca in tempo reale della rivoluzione, a fianco dei suoi protagonisti.
 

venerdì 30 settembre, ore 18.00
domenica 2 ottobre, ore 16.00

www.youdontlikethetruth.com

YOU DON’T LIKE THE TRUTH – 4 DAYS INSIDE GUANTÁNAMO
di Luc Côté e Patricio Henríquez
Canada, 2010, 99′

“Preferisci Subway o MacDonalds?”: l’interrogatorio di Omar Khadr da parte del CSIS, i servizi segreti canadesi, sembrava iniziare in modo rilassato, ma era solo strategia. Cittadino canadese e minorenne all’epoca, Omar era stato catturato in Afghanistan nel luglio 2002. Il suo interrogatorio avvenne tra il 13 e 16 febbraio 2003, e fu integralmente videoregistrato. Nel maggio 2008 la Corte Suprema canadese ordinò la consegna agli avvocati di Khadr dei materiali relativi al suo caso. Fu così che per la prima volta ben 7 ore di riprese di un interrogatorio effettuato a Guantánamo divennero di pubblico dominio, testimonianza unica delle violenze, fisiche e psicologiche, avvenute in nome della war on terror.
 


 

/// Tour

Per la prima volta l’intero programma di Mondovisioni raggiungerà in tutta Italia i lettori di Internazionale e il pubblico che non ha potuto partecipare al festival di Ferrara. Dai giorni immediatamente successivi fino al prossimo febbraio sono 11 le città ospiteranno la rassegna, da Nord a Sud, secondo questo calendario:

Udine | Cinema Visionario
dal 4 al 27 ottobre 2011 (tutti i martedì e giovedì)
www.visionario.info

Brescia | Nuovo Eden
dal 7 al 10 ottobre 2011
www.nuovoeden.it

Roma | Palazzo delle Esposizioni
dal 12 al 16 ottobre 2011
www.palazzoesposizioni.it

Cagliari e Alghero (SS) | Società Umanitaria
dal 15 ottobre al 10 novembre 2011
www.lacinetecasarda.it

Firenze | Odeon
dal 16 al 19 gennaio 2012
www.odeon.intoscana.it

Barletta (BA) | Cinema Opera
dal 6 ottobre al 24 novembre 2011 (tutti i giovedì)
www.cinemaopera.it

Napoli | Cinema Astra Academy
dal 10 al 31 ottobre 2011 (tutti i lunedì)
www.cinenapolidiritti.it

Milano | Spazio Oberdan
dal 13 al 23 ottobre 2011
www.cinetecamilano.it

Perugia | Immaginario Festival
dal 16 al 20 novembre 2011
www.immaginariofestival.org

Torino | Cinema Massimo
dall’1 al 5 febbraio 2012
www.museonazionaledelcinema.it

* * *


MONDOVISIONI | I documentari di Internazionale

30 settembre – 2 ottobre 2011
all’interno di Festival Internazionale, Ferrara

Otto recentissimi film su informazione, attualità internazionale e diritti umani, in anteprima a Internazionale a Ferrara e a seguire in tour in altre 11 città italiane

Sala Boldini | Via Gaetano Previati, 18 – Ferrara
Ingresso libero

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+