Daniele Cini | Nosotras que todavía estamos vivas

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Storie di donne, madri e mogli, coinvolte nel processo contro i militari ai vertici della Scuola Meccanica della Marina (ESMA), che negli anni ’70, durante la dittatura militare argentina, sequestrarono, torturarono e uccisero più di 5000 uomini fra cui molti immigrati italiani. Le testimonianze rivelano le atrocità e le sevizie subite da chi perse la vita e da chi scampò a quel tragico evento. La trasformazione di un processo giuridico in una toccante vicenda umana.

Nosotras que todavía estamos vivas

Titolo italiano: Noi che siamo ancora vive
Regia: Daniele Cini
Sceneggiatura: Daniele Cini, Osvaldo Livio Alzari
Genere: Documentario
Produzione: Talpa, Ministero Affari Esteri Dir. Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie, RAI 3
Distribuzione: Atlantide Entertainment – indieframe.tv
Anno: 2009
Paese: Italia
Durata: 82′

Festival
Mostra Internazionale di Cinema di San Paolo del Brasile, Perspective, Brasile, 2009 Salina Doc Festival, Italia, 2009

Premi
Globo d’Oro, Migliore Documentario Italiano, 2009

Salina Doc Festival, Premio Libero Bizzarri Italian Doc, Italia, 2009


Daniele Cini nasce a Torino nel 1955 e si diploma presso il Centro Sperimentale di Cinematografia nel 1978. La sua carriera ha inizio come regista di documentari per programmi d’informazione televisiva, lavorando per la Rai (Mixer, Quark, Geo) e realizzando reportage in Nicaragua, Colombia, Irak, Perù, Israele, Cina e altre aree critiche nel mondo. Verso la fine degli anni Ottanta, collabora con Tonino Guerra e Cristina Comencini continuando a collaborare anche a programmi (“Ultimo Minuto”, “Misteri”, “Blu Notte”, “Geo & Geo”) e fiction (“La squadra”) in qualità di regista, autore e produttore. Nel 1997, gira il suo primo cortometraggio di finzione, “Arrivano i sandali”, proiettato al Festival del Cinema di Venezia, a cui segue “Zittitutti” Torino Film Festival (2001), per poi approdare al suo primo lungometraggio “Last Food” nel 2002, premiato e selezionato in concorso in numerosi festival nazionali e internazionali. Dal 2003 collabora attivamente alla trasmissione “La storia siamo noi” per Rai Educational, continuando un’intensa produzione di documentari di qualità e interesse storico-culturale come “Seconda patria” (2006), “Tanos” (2007), “Di me cosa ne sai” (2009), “Noi che siamo ancora vive” (2009), “Idroeden” (2011). Nelì 2006 vince il premio Solinas con la sceneggiatura “Tigri di cartolina”, tratta dal suo primo libro “Io, la rivoluzione e il babbo”, scritto nel 2005 ed edito da Voland, sulla rivoluzione e le occupazioni del ’68.

Noi che siamo ancora vive è disponibile per la visione in streaming o download grazie a Indieframe.tv al prezzo rispettivo di 2.99 e 5.99 €.
Scarica o guarda il film.

Indie Frame è un progetto che finalmente si materializza in realtà, nel punto di incontro tra l’immaginazione e l’immagine, nella forma alta e creativa del cinema.
Vi offriamo un viaggio meraviglioso, esplorazione a tutto tondo di storie e luoghi spesso altrimenti irraggiungibili, in uno spazio per tutti e soprattutto per coloro che credevano di non averne più uno, attraverso la visione di opere realizzate da autori già affermati o giovani e dall’indubbio talento.
Indie Frame poggia le sue radici sulle nuove tecnologie: è l’intrattenimento che fa dei contenuti sempre nuovi e originali la sua forza e che non dimentica nessuna tra le forme del cinema: film di finzione di ogni genere, documentari, cortometraggi, fino all’intrattenimento della radio: è puro entertainment 24 ore su 24, ogni giorno, tutto l’anno, sempre: il tutto alla velocità dirompente di un click.


Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+