Torino // Fratelli Coen

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Joel e Ethan Coen sul set di “Miller’s Crossing”

Blah Blah
presenta
Fratelli Coen
Rassegna cinematografica in lingua originale dedicata alla produzione più underground.

5 – 26 marzo 2012
Blah Blah, via Po 2, Torino
21.30 // euro 5

“The Man Who Wasn’t There”

LUNEDÌ 5 MARZO
BLOOD SIMPLE
Sangue facile
– regia di Joel Coen – USA 1984 – 97 min – con John Getz, Frances McDormand, Dan Hedaya, M. Emmet Walsh
Profondo Texas: Abby è sposata con Julian Marty, proprietario di un bar, ma ha una storia con Ray, uno degli impiegati del marito. Scoperta la tresca, Marty assume il laido investigatore privato Loren Visser per eliminare in un colpo solo moglie e amante. Tuttavia, dopo essere entrato in azione, Visser si rende conto che l’affare gli può rendere assai più del compenso concordato con Marty. Di qui in poi la faccenda si complica terribilmente, e saranno in parecchi a pagarla carissima…
Intricato e stilizzatissimo noir, teso fino allo spasimo e coronato da un finale sorprendente: un esordio del tutto all’altezza della futura, straordinaria carriera dei fratelli di Minneapolis.
A seguire
GO GO MUSTACHE! Party: l’aperitivo con i BAFFI!
Tantissimo cibo e musica d’altri tempi, tra blues e boogaloo, swing e folk, solo gemme per aiutare la vostra degustazione e dopo l’aperitivo tutti in pista a ballare il vero R’N’R anni 50, SURF, GARAGE, SOUL, R’N’B e tanto altro!!! Il lunedì è festa!!!

LUNEDI 12 MARZO
ARIZONA JUNIOR
– regia di Joel Coen – USA 1987 – 94 min – con Nicolas Cage, Holly Hunter, Trey Wilson, John Goodman
Lei fa le foto segnaletiche dei detenuti, lui è un rapinatore. A forza di vedersi in penitenziario si innamorano. E si sposano anche, ma non riescono ad avere figli. Allora rapiscono uno dei cinque neonati gemelli di un riccone dell’Arizona. Due amici evasi di fresco, però, vedono il pargolo e capiscono tutto. A complicare le cose infatti c’è una taglia di 25.000 dollari, promessa a chi riporterà il frugoletto a casa. Succede di tutto e chi può dire se alla fine saranno i buoni a trionfare?
Opera seconda dei fratelli Coen (Joel regista, Ethan sceneggiatore), davvero molto trascinante. Sul piano delle immagini le inquadrature e i movimenti di macchina fanno dello spazio un chewingum; su quello del racconto la sceneggiatura fa appetitose polpette dei generi tradizionali, per un divertimento assicurato e di classe superiore.
A seguire
GO GO MUSTACHE! Il Party con i BAFFI!

LUNEDI 19 MARZO
MILLER’S CROSSING
Crocevia della morte
– regia di Joel Coen – USA 1990 – 109 min – con Gabriel Byrne, Marcia Gay Harden, Albert Finney, John Turturro, Jon Polito
Il boss Johnny Caspar, di origini napoletane, sta tentando la scalata al potere malavitoso, detenuto dall’irlandese Leo. Questi però non cede ai suoi ricatti (dovrebbe consegnargli Bernie, fratello di Vera, la sua amante). Ma Vera ha una relazione anche con Tom, braccio destro di Leo, che quando lo scopre pesta a sangue l’amico. È l’inizio di una guerra tremenda, che porta a una serie incredibile di omicidi dopo i quali i due ex amici si riconciliano, decidendo poi però di andare ognuno per la propria strada.
Terzo film e terzo centro dei fratelli Coen che ricostruiscono, tra citazioni e iperrealismo, cupo senso del destino e tragedia, il genere gangsteristico e le atmosfere di un romanzo come “Res Harvest” di Dashiell Hammett. Magistrale interpretazione di John Turturro.
A seguire
GO GO MUSTACHE! Il Party con i BAFFI!

LUNEDI 26 MARZO
THE MAN WHO WASN’T THERE
L’uomo che non c’era
– regia di Joel Coen – USA 2001 – 114 min – con Billy Bob Thornton, Frances McDormand, James Gandolfini, Scarlett Johansson
California, 1949: il barbiere Ed Crane, che sospetta l’infedeltà della moglie Doris, incontra un commesso viaggiatore che gli propone di mettere su una catena di lavaggio a secco. Ma per entrare nell’affare servono molti soldi, e Ed decide di ricattare l’amante di Doris.
I Coen modellano narrativamente e visivamente la vicenda sui classici del noir (dai romanzi di James M. Cain, ai film di Fritz Lang e Robert Siodmak). Le atmosfere sono inquiete, i tagli di luce forano il buio e il grigio dilaganti. La cadenza inevitabile del destino è sottolineata dalla voce narrante del protagonista: quieta, smorta, rassegnata. Straordinario Thornton, invecchiato, dimesso, intristito. Un film “in levare”, raffinatissimo e desolato.
A seguire
GO GO MUSTACHE! Il Party con i BAFFI!

Blah Blah

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+