Rai4 // Wonderland puntata del 13 aprile. Omaggio a Moebius

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Wonderland
puntata del 13 aprile | in onda su Rai4 | dalle 22:55
rai4.rai.it

“La scienza vive di immaginazione. Io la mia piccola scoperta l’ho fatta in sogno. L’intuizione è assolutamente figlia del sogno, non c’è dubbio, un neurologo potrebbe spiegarlo molto meglio. Grosso modo ci sono delle onde che svolazzano tra i neuroni e le sinapsi, che a un certo punto passano dall’inconscio al conscio ed è cosi che nascono le idee nuove. Io penso sempre e dico sempre ai miei studenti pensare fuori dalla scatola, pensare all’impensabile, e’ solo cosi che si fanno delle scoperte.”

“La cultura italiana del dopoguerra, cioè la mia vita, in qualche modo è stata molto influenzata dal fascismo e certamente dalla famosa riforma Gentile, che non ha favorito la formazione di una scuola scientifica.”
 

Sommario

• Mainstreaming: viaggi multimediali tra i nuovi universi del fantastico
Omaggio a Moebius: una panoramica sull’opera del disegnatore francese Jean Giraud, meglio noto sotto lo pseudonimo di Moebius, scomparso a settantatre anni il 10 marzo scorso. Autore dei fumetti L’Incal, scritto dal regista Alejandro Jodorowsky, e Blueberry, collaboratore nella produzione di pellicole fantascientifiche del calibro di Tron, Alien, Abyss e Il quinto elemento, l’artista transalpino ha imposto la propria estetica surrealista e postmoderna come modello di riferimento per più di una generazione di disegnatori e registi.

• Intervista
Giovanni Bignami, presidente dell’Istituito Nazionale di Astrofisica, fa il punto su debolezze storiche e prospettive future della ricerca scientifica italiana. Noto in tutto il mondo per l’identificazione delle stelle di neutroni senza emissioni radio, lo scienziato italiano racconta la genesi della sua scoperta e del milanessimo nome attribuito a questa categoria di oggetti cosmici: Geminga.

• Dizionario del fantastico
Scienziato pazzo. Dai “dottori” Caligari e Mabuse, due tra la figure più celebri del cinema muto espressionista tedesco, ai villain dei fumetti di supereroi e della serie di James Bond, passando per l’indimenticabile satira dell’eugenetica nazista del Dottor Stranamore.

In replica, sabato 14 aprile, alle 15:25 e martedì 17 aprile, alle 01:10

In onda ogni venerdì attorno alle 22:45, Wonderland nasce nel luglio 2011 come magazine settimanale d’approfondimento dedicato al genere fantastico. Il programma – della durata di circa 15 minuti – accompagna la consueta programmazione cinematografica a tema del venerdì, che, anche nel 2012, spazierà come sempre dalla fantascienza al fantasy, dalle versioni live-action di anime e videogame all’horror.

Firmato da Leopoldo Santovincenzo e Carlo Modesti Pauer, Wonderland esplora e racconta le mille declinazioni – classiche e contemporanee – di questo multiforme immaginario di genere, in linea con l’attenzione del canale ai linguaggi della postmodernità e alla loro sempre più marcata dimensione multimediale.

Il tema di ogni puntata, della durata di circa quindici minuti, è sviluppato attraverso un’intervista a personalità del mondo del cinema e della cultura. Due le rubriche fisse: Mainstreaming, a cura di Andrea Fornasiero, segnala le principali novità cinematografiche, fumettistiche e videoludiche sulla scena italiana e internazionale; il Dizionario propone invece, in coda a ogni puntata, una sintetica storia per voci dei più popolari temi di genere.

La seconda stagione del programma, in onda dal 2 marzo, proporrà anche un ciclo speciale di puntate, a cadenza mensile, dedicate all’universo del cinema crime. In onda il martedì, sempre attorno alle 22:45, Wonderland Crime mantiene intatto il format della versione classica, nel quadro di una nuova impaginazione grafica ispirata all’immaginario classico del noir e del poliziesco.

Le puntate di Wonderland saranno replicate il sabato pomeriggio, alle 15:20, e il martedì, attorno alle 00:30.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+