Roma // “The Future” di Miranda July al Kino

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

dal 25 maggio al 3 giugno 2012, in esclusiva nazionale
@ Cinema-Bistrot Kino
Via Perugia, 34 – ROMA – link

 

THE FUTURE
un film di Miranda July

Germania-USA, 2011, 91′
v.o. inglese, sottotitoli italiano

 

Il Cinema-Bistrot Kino presenta, in collaborazione con il Circolo Metricubi di Venezia, ed in esclusiva nazionale, il film The Future di Miranda July, dal 25 maggio al 3 giugno 2012.

 

Programmazione
Venerdi 25 maggio – ore 21.00 e 23.00
Sabato 26 maggio – ore 21.00 e 23.00
Domenica 27 maggio – ore 21.00 e 23.00
Mercoledi 30 maggio – ore 21.00
Giovedi 31 maggio – ore 21.00 e 23.00
Venerdì 1 Giugno – ore 21.00 e 23.00
Sabato 2 Giugno – ore 21.00 e 23.00
Domenica 3 Giugno – ore 21.00

 

Sophie e Jason sono una coppia trentenne, vivono in un monolocale e passano molto tempo online. Decidono di adottare un gatto malato di nome Paw Paw che, come un neonato, avrà bisogno di cure costanti. Nonostante le loro buone intenzioni, Sophie e Jason sono terrorizzati dalla responsabilità e dalla perdita incombente della libertà. Trenta giorni li separano dall’arrivo di Paw Paw e decidono quindi di lasciare le occupazioni – che odiano – per perseguire i loro sogni. Sophie vuole preparare un video di danza da postare su internet e Jason vuole lasciare che la sua vita sia completamente determinata dal caso. Vivendo in due realtà spaventosamente sospese e diverse, Sophie e Jason dovranno fare i conti con il tempo, lo spazio e le loro anime per poter tornare a casa.

THE FUTURE è l’ultimo film di Miranda July (Me and You and Everyone We Know, 2005). Presentato nel 2011 al Sundance Film Festival e al Festival di Berlino. Il film vede protagonisti la stessa July, Hamish Linklater e David Warshofsky e si avvale della collaborazione di Andrew Bird (già editor di Soul Kitchen e La Sposa Turca, di Fatih Akin) e della colonna sonora di Jon Brion (Se mi lasci ti cancello, Magnolia).

thefuturethefuture.com

 

MIRANDA JULY è un’artista, regista e scrittrice. I suoi lavori sono stati presentati in istituzioni come il Museum of Modern Art, il Guggenheim di New York e a due Biennali del Whitney. Il suo primo film, Me and You and Everyone We Know (2005) ha vinto il premio speciale della giuria al Sundance Film Festival e quattro premi al festival di Cannes, compreso il premio Camera d’Or. I suoi racconti sono apparsi su The Paris Review, Harper’s Magazine e The New Yorker; il suo primo libro Tu più di chiunque altro, è stato pubblicato in più di venti paesi. Ha creato un sito web partecipativo con l’artista Harrell Fletcher, learningtoloveyoumore, seguito dalla pubblicazione di un libro; il lavoro fa ora parte della collezione del San Francisco Museum of Modern Art. Ha partecipato alla Biennale di Venezia nel 2009 con Eleven Heavy Things, un’installazione di sculture interattive.

mirandajuly.com
 

* * *

 

Ingresso in sala 4 euro con tessera ARCI 2012
 


KINO – Via Perugia 34, Roma
www.ilkino.it

 


“Come nel suo debutto mozzafiato del 2005, Me and You and Everyone We Know, July crea un universo cinematografico fluido, abbastanza flessibile da abbracciare gli interessi preferiti dell’artista. Fa capolino nell’arte performativa e nella cultura internet e crea immagini perfette di una quotidianità soprannaturale. Una ragazzina si seppellisce letteralmente in un buco. La luna parla. Il mare si ferma. In The Future tutto è possibile.”
Lisa Schwarzbaum, Entertainment Weekly, 16 agosto 2011

“Quest’indagine meravigliosamente bizzarra della paura di una cosmica mancanza di significato è profondamente toccante e onesta”
Aaron Hillis, The Village Voice, 25 maggio 2011

“Miranda July è una specie di maga. Può prendere la storia di una coppia di trentenni che adottano un gatto ferito e trasformarla in una spettacolare allegoria della paura di crescere dell’internet generation.”
Angela Watercutter, Wired, 3 agosto 2011

“La complessità di The Future è tutta contenuta nel titolo che si riferisce, nello stesso tempo, ad una astrazione terrificante – un inconoscibile territorio delimitato dalla morte, dall’eternità e dalla fine del tempo – e ad un fatto concreto, banale. Che cosa hai intenzione di fare adesso?
E’ un’enorme, spaventosa domanda, ma la risposta può essere piccola e specifica. Usate la vostra immaginazione. Andate a vedere questo film.”
A. O. Scott, New York Times 28 luglio 2011

“July trascende la dimensione familiare prendendo una svolta in un modo surreale che sfiora la fantascienza. Incorpora fluidamente nella storia il linguaggio visivo della performance e della video arte, esplorando con profonda efficacia particolari emozioni, minuziosamente osservate, e allo stesso modo gioca con quello che il cinema indie narrativo americano può essere e fare.”
Karina Longworth, L.A. Weekly, 4 agosto 2011

“Miranda July non solo rievoca le qualità (e la qualità) del suo film di debutto, Me and You and Everyone We Know, ma le sviluppa in modi ricchi e affascinanti. […] L’intero film rende con successo una storia sulle terrificanti possibilità della vita, l’incertezza dell’amore e la certezza del passaggio del tempo. Il film di July è insieme accessibile – carico di momenti esilaranti e vincenti – e criptico – le linee del tempo sono contorte, con momenti di movimenti bizzarri e simboli misteriosi – ma è sempre innegabilmente suo.”
James Rocchi, IndieWire, 23 gennaio 2011

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+