Varese // Domenica Uncut – The Last Goregasmo!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Brain Damage

CINECLUB DOMENICA UNCUT

Domenica 27 maggio 2012

Presso KINESIS
via Carducci 3 Tradate (Varese)
PROIEZIONE GRATUITA

Ore 17.00

FROM BEYOND di Stuart Gordon, 1986. (VO sott. in italiano)

Ore 20.00

BRAIN DAMAGE di Frank Henenlotter, 1988.

Ore 22.00

STREET TRASH di J. Michael Muro, 1987.

From Beyond

FROM BEYOND

Tratto dall’omonimo libro del creatore del Necronomicom, H.P. Lovecraft, From Beyond è un film che trasporta lo spettatore in un delirio a dir poco unico nel suo genere, un mondo composto da visioni malsane e scioccanti, dove creature disgustose e viscerali riccheggiano fra bagni di sangue, fusioni corporee e raccapriccianti mutazioni.
Un allucinante viaggio tra la lussuria metafisica reinterpretata dall’autore di Re-Animator, Stewart Gordon, il quale ha dato un chiaro esempio di come sia
possibile arricchire una sceneggiatura con delle trovate geniali From Beyond viene considerato dalla critica unico nel suo genere, in quanto pur rimanendo una pellicola dal budget molto limitato, vanta di incredibili effetti speciali a dir poco sbalorditivi. Le riproduzioni delle creature sono davvero eccezionali e le sequenze splatter hanno quasi del maniacale.
imperdibile!
(Estratto dalla recensione pubblicata da splattercontainer)

BRAIN DAMAGE

Eccellente ritorno al cinema del genio Henenlotter, che si rivela come uno degli autori horror-splatter più originali degli anni ’80. La trama narra di un parassita mostruoso, di nome Elmer, che si insedia sulla nuca delle vittime iniettandogli un fluido allucinogeno nel cranio. Una volta drogate, le vittime sono completamente succubi del volere del parassita, che le costringe a diventare feroci assassini pur di procurargli materia cerebrale di cui è ghiotto.
Trasgressivo, estremo ed inaspettatamente profondo. Difatti risulta ben tratteggiata la figura del ragazzo protagonista, pieno di incertezze, dubbi e paure e che trova nel parassita la forza per reagire e per mettersi in mostra di fronte agli altri. In parte acida riflessione sugli effetti psicologici delle droghe, in parte critica alla società che schiaccia l’individuo, “Brain damage” è probabilmente il miglior film di Henenlotter.
Eccezionale, scatenato, intelligente, diretto con nero umorismo ed abilità.
(Estratto dalla recensione pubblicata da Alexvisani.com)

Street Trash

STREET TRASH

J. Michael Muro, esperto operatore steadycam all’epoca studente di cinema, siamo nel 1987, amplia un suo cortometraggio e sforna una splatter-comedy demenziale senza un apparente senso, ma dall’incredibile impatto visivo che rappresenterà forse il canto del cigno della parte più anarcoide di un genere, che negli anni successivi verrà addomesticato e perderà molta della sua forza espressiva.
Raccontando di un liquore, il famigerato Viper, che scioglie letteralmente in pozze di liquame chi ne fa uso, Muro tralascia completamente il plot per lanciarsi in una serie di coreografiche e coloratissime liquefazioni, che assumono l’aspetto di un mostruoso e lisergico meltin-pot di carne e sangue, il materializzarsi di un terrificante dopo-sbronza da incubo, che una volta superato il confine della narrazione mostra la parte più artistoide del filone, che già Sam Raimi aveva sondato con le possessioni/mutilazioni selvagge del suo Evil dead.
Da rivalutare perchè: per riscoprire una cinema di genere genuino e lontano da qualsiasi legaccio produttivo, naturalmente riservato ad irriducibili cultori.
Uno dei film splatter più provocatori degli anni ’80
(Estratto dalla recensione pubblicata da Il cinemaniaco)

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+