Alberto Pezzotta | Ridere civilmente. Il cinema di Luigi Zampa

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrEmail this to someonePrint this page

Luigi Zampa sul set di “Una questione d’onore” (1966)

Ridere civilmente.
Il cinema di Luigi Zampa 

di Alberto Pezzotta

Cineteca di Bologna
Collana: Il cinema ritrovato

 

Pagine: 344

Prezzo: € 15,00

ISBN: 9788895862569

compra online

Popolare ma non populista, Luigi Zampa ha attraversato il neorealismo, ha anticipato la commedia all’italiana, ha scontentato i critici di ogni fazione ed è stato ferocemente censurato dalle istituzioni. È il meno studiato dei grandi registi del nostro cinema. Ed è uno dei più attuali. I personaggi che abitano i suoi film sono nostri contemporanei: falliti ridicoli e idioti trionfanti. Zampa non si chiama fuori: si mescola con la realtà, si sporca le mani. Ma non rinuncia a una morale. Come ha detto Ettore Scola:  “Zampa voleva poter anche ridere delle tragedie dei suoi uomini, ma ridere civilmente”.





Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrEmail this to someonePrint this page