Alberto Pezzotta | Ridere civilmente. Il cinema di Luigi Zampa

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Luigi Zampa sul set di “Una questione d’onore” (1966)

Ridere civilmente.
Il cinema di Luigi Zampa 

di Alberto Pezzotta

Cineteca di Bologna
Collana: Il cinema ritrovato

 

Pagine: 344

Prezzo: € 15,00

ISBN: 9788895862569

compra online

Popolare ma non populista, Luigi Zampa ha attraversato il neorealismo, ha anticipato la commedia all’italiana, ha scontentato i critici di ogni fazione ed è stato ferocemente censurato dalle istituzioni. È il meno studiato dei grandi registi del nostro cinema. Ed è uno dei più attuali. I personaggi che abitano i suoi film sono nostri contemporanei: falliti ridicoli e idioti trionfanti. Zampa non si chiama fuori: si mescola con la realtà, si sporca le mani. Ma non rinuncia a una morale. Come ha detto Ettore Scola:  “Zampa voleva poter anche ridere delle tragedie dei suoi uomini, ma ridere civilmente”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+