Locarno 65 // Excellence Award a Gael García Bernal

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+


L’attore messicano Gael García Bernal parteciperà alla 65esima edizione del Festival del film Locarno, dove riceverà un Excellence Award Moët & Chandon. La cerimonia di consegna del premio avverrà mercoledì 8 agosto alle 21:30 in Piazza Grande, prima della proiezione del suo ultimo film, No di Pablo Larraín (2012). Gael García Bernal è il secondo attore, assieme a Charlotte Rampling, a ricevere quest’anno un Excellence Award Moët & Chandon.

In omaggio a Gael García Bernal il Festival di Locarno proietterà inoltre due opere significative della sua carriera: La mala educación di Pedro Almodóvar (2004) e L’arte del sogno di Michel Gondry (La Science des rêves, 2006).

L’Excellence Award del Festival del film Locarno premia ogni anno uno o più attori di spicco della scena internazionale. I vincitori delle edizioni precedenti sono Oleg Menchikov, Susan Sarandon, John Malkovich, Willem Dafoe, Michel Piccoli, Carmen Maura, Toni Servillo, Chiara Mastroianni e, nel 2011, Isabelle Huppert.

La 65esima edizione del Festival del film Locarno si terrà dal 1° all’11 agosto 2012.

Biografia di Gael García Bernal

Nato nel 1978 a Guadalajara (Messico) in una famiglia di attori, Gael García Bernal recita sin dall’infanzia per teatro e televisione. L’attore deve la notorietà a due film emblematici del nuovo cinema messicano, Amores perros (2000) di Alejandro González Iñárritu e Y tu mamá también – Anche tua madre (2001) di Alfonso Cuarón. Nel 2002 Bernal interpreta il ruolo principale de Il crimine di padre Amaro (El crimen del padre Amaro, 2002) di Carlos Carrera, uno dei più grandi successi commerciali del cinema messicano.

È l’inizio di una brillante carriera internazionale a Hollywood e in Spagna, consacrata nel 2004 grazie a ruoli come quello di Ernesto “Che” Guevara in I diari della motocicletta (Diarios de motocicleta) di Walter Salles e di un travestito manipolatore in La mala educación di Pedro Almodóvar. Anche il 2006 è un anno importante per l’attore, che riveste i panni di un giovane sognatore per Michel Gondry (L’arte del sogno) e che ritrova Iñarritu – assieme a Brad Pitt e Cate Blanchett – in Babel.

Gael García Bernal è anche regista e produttore: realizza nel 2007 il lungometraggio Déficit, e partecipa a due ulteriori film collettivi, fondando inoltre assieme a Diego Luna e Pablo Cruz la società Canana, creata con lo scopo di promuovere il cinema messicano indipendente.

Nel 2011 Gael García Bernal recita in The Loneliest Planet di Julia Loktev, selezionato nel Concorso internazionale dello scorso Festival del film Locarno. Nel 2012 è infine protagonista di No di Pablo Larraín, film sugli oscuri anni della dittatura di Pinochet.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+