Il meglio del 2012 – Carmine Amoroso

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

«Amo molto parlare di niente. È l’unico argomento di cui so tutto»
– Oscar Wilde –

 

Anche quest’anno vogliamo giocare con i film e con il calendario.
Abbiamo chiesto a amici e collaboratori, professionisti del settore e cinefili, un elenco dei 5 migliori film usciti, o visti per la prima volta, durante l’anno solare 2012.
Concluderemo a gennaio inoltrato, stilando una classifica del meglio del meglio e un elenco delle segnalazioni… come fatto lo scorso anno.

 

 

Carmine Amoroso

Regista, sceneggiatore e docente presso il CSC Centro Sperimentale di Cinematografia.

 

Dupa dealuriy
Titolo internazionale: Beyond the Hills
Titolo italiano: Oltre le colline
di Cristian Mungiu
(Romania-Francia-Belgio/2012)

Perché Mungiu racconta con rigore ed eleganza un medioevo dell’anima, all’ombra di quelle colline dove io stesso ho pianto.

Shame
di Steve McQueen
(UK/2011)

Perché Steve McQueen racconta con stile freddo ed elegante la solitudine di un uomo contemporaneo e il sesso come ancora di salvezza.

Bir zamanlar Anadolu’da
Titolo internazionale: Once Upon a Time in Anatolia
Titolo italiano: C’era una volta in Anatolia
di Nuri Bilge Ceylan
(Turchia-Bosnia Erzegovina/2011)

Perché Nuri Bilge Ceylan con pochissimi mezzi, attori straordinari, una fotografia sublime compone un racconto per immagini degno di Cechov.

Jodaeiye Nader az Siminy
Titolo internazionale: A Separation
Titolo italiano: Una separazione
di Asghar Farhadi
(Iran/2011)

Perché Asghar Farhadi con una sceneggiatura semplice e perfetta, racconta un paese complesso come l’Iran meglio di qualsiasi saggio politico e religioso.

   

Amour
di Michael Haneke
(Austria-Francia-Germania/2012)

Perché Haneke ci prende per mano e ci accompagna a guardare l’orlo del precipizio dove tutti stiamo andando.

 

 

Dei titoli selezionati da Carmine Amoroso tra il meglio del 2012, su RC puoi trovare:
"Shame" di Steve McQueen – recensione a cura di Francesco Selvi
"Jodaeiye Nader az Simin" di Asghar Farhadi – recensione a cura di Roberto Rippa
Intervista a Asghar Farhadi – a cura di Roberto Rippa
"Amour" di Michael Haneke – recensione a cura di Fabrizio Fogliato
"Amour" di Michael Haneke – CriticsBlob

 

Carmine Amoroso su Rapporto Confidenziale:
Conversazione con Carmine Amoroso – a cura di Alessio Galbiati
"Cover Boy. L’ultima rivoluzione" – recensione a cura di Alessio Galbiati
"Come mi vuoi"  – recensione a cura di Alessio Galbiati

 

 

cover image: Dupa dealuri di Cristian Mungiu

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+