Bologna // Omaggio a Giuseppe Fava – 4 aprile

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

OMAGGIO A GIUSEPPE FAVA – I SICILIANI
4 aprile 2013 – dalle 20.30
@ KINODROMO / CINEMA EUROPA
via Pietralata, 55 – zona Pratello – BOLOGNA
circuitocinemabologna.it

 

La serata bolognese, incentrata sulla serie RAI del 1980 "Siciliani", è una nuova tappa di Prima che vi uccidano – retrospettiva itinerante sul cinema di Giuseppe Fava a cura di Nomadica – circuito per il cinema autonomo, con il sostegno di: Fondazione Fava, Coordinamento Fava, I mille occhi – festival del cinema e delle arti (Trieste), Fuori Orario (Raitre) e Cineteca Nazionale. Un’iniziativa che seguiamo dalla sua nascita, nel settembre 2012 a Trieste, e che ha trovato spazio in Rapporto Confidenziale 37 (dicembre-gennaio 2013) con un saggio critico di Giuseppe Spina, direttore del progetto Nomadica, sulla vicenda umana e professionale di un Uomo straordinario, vigliaccamente assassinato per la sua trasparente e viscerale avversità ad una mentalità, prima ancora che alla Mafia.

Introdotti da Giuseppe Spina, saranno presentati 6 episodi della serie RAI Siciliani, co-regia di Vittorio Sindoni, da sceneggiatura di Giuseppe Fava, andati in onda un’unica volta dal giugno all’ottobre 1980 sul terzo canale della TV di Stato.

 

«Il risultato sono 6 film dalle caratteristiche molto diverse tra loro ma con una precisa coerenza nella ripresa e ricostruzione della realtà, tra improvvisazione e finzione. I temi sono diversi: la lucida sintesi storica dalla vecchia alla nuova mafia (Da Villalba a Palermo), lo scandalo dei terremotati della Valle del Belice (L’occasione mancata), la miseria in cui i bambini vengono fatti emigranti (La rivoluzione mancata), i “paesi buoni” senza criminalità ma “morti” (La conversazione mai interrotta), la devastazione delle industrie e la beffa delle miniere (Opere Buffe), l’emigrazione forzata (Gaetano Falsaperla, emigrante). Al cambiare dei temi cambiano i registri narrativi, il linguaggio che si dà è a volte freddo e serrato altre volte triste e malinconico. La regia di Sindoni è semplice, si limita a seguire la voce e l’intrecciarsi dei testi, mentre la voce-off, dello stesso Fava, è a tratti onnisciente a tratti talmente umana da confondersi con quella della gente, per strada: in Da Villalba a Palermo Fava chiede ad un ragazzo «ma se vedessi ammazzare una persona per strada, andresti alla polizia?», e il ragazzo risponde «e se io le chiedessi la stessa cosa? Lei cosa farebbe?». La voce-off rende esaltante e amplifica la presenza fisica di Fava che intervista, sta dietro la camera, entra in relazione con i personaggi, recita, con la leggerezza di chi sa parlare con le persone (di teatro o di strada che siano), con la sicurezza di chi conosce altrettanto a fondo quell’intricata situazione sociale dominante.
Fava intervista uomini, donne, bambini, vecchi, che sono minatori, disoccupati, casalinghe col marito all’estero, migranti, mafiosi, professori, poeti, artisti. Si serve di fotografie, ricostruisce scene di omicidi, di viaggi in treno, si cala dentro le miniere dell’entroterra, tira fuori testi di teatro, di romanzi, di inchieste. Alcuni di questi incontri sono fortuiti, fatti lungo il viaggio, altri sono scritti e recitati da attori come Ida Di Benedetto, i catanesi Pippo Pattavina, Tuccio Musumeci, Mariella Lo Giudice, Leo Gullotta, altri ancora sono interventi di artisti come Bruno Caruso, Ignazio Buttitta.»

da Giuseppe Spina, UNA VOCE CONTRO IL POTERE: IL CINEMA DI GIUSEPPE FAVA, all’interno di RAPPORTO CONFIDENZIALE 37, p. 73 (leggi un estratto)

 

//////////  PROIEZIONI  /////////////////////////////////////////////////////////

Gaetano Falsaperla, emigrante – 30 min.
Con Leo Gullotta, Mariella Lo Giudice, Anna Malvica, Agostino Scuderi. Con l’intervento di Ignazio Buttitta (29/6/80)

L’occasione mancata – 30 min.
Con l’intervento di Bruno Caruso (4/7/80)

La conversazione mai interrotta – 30 min.
Con Giuseppe Pattavina, Giuseppe Lo Presti e con l’intervento di Nello Caramma (il puparo) (13/7/80)

Opere Buffe – 30 min.
Con Miko Magistro, Turi Scalia (20/7/80)

La rivoluzione mancata – 30 min.
Con Tuccio Musumeci, Giovanni Cutrufelli, Loredana Martinez (27/7/80)

Da Villalba a Palermo. Cronache di Mafia – 50 min.
Con Ida Di Benedetto, Corrado Gaipa, Biagio Pelligra. Con l’intervento di Ignazio Buttitta (25/8/80)

 

//////////  VIDEO  /////////////////////////////////////////////////////////

Presente remoto. Enrico Ghezzi su "Prima che vi uccidano, la tv di Giuseppe Fava".
notte FUORI ORARIO, venerdì 25 gennaio2013, proposta in occasione dell’omonima retrospettiva itinerante curata da Nomadica in collaborazione con la Fondazione Fava e iMilleocchi Film Festival di Trieste.
a cura di Circuito Nomadica

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+