Locarno 66 // Palmarès

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Si è conclusa la 66esima edizione del Festival del Film di Locarno e, come ogni anno, come per ogni festival, arriva pure l’inevitabile infornata di premi. Premi per molti, ma non per tutti, che è bene non dimenticare mai che andrebbero recepiti più come un gioco che come un qualcosa di reale e concreto. I premi non esprimono un oggettivo giudizio di valore, sono un gioco che nasce dalle alchimie umane dei membri di una giuria. I film e il cinema più in generale, non sono una scienza: sono arte, intrattenimento, sono – come ogni altro aspetto della vita – un qualcosa che parla ad ognuno di noi, alla nostra soggettività. I nostri giudizi di merito, quelli di Rapporto Confidenziale, saranno pubblicati sul numero 40 del periodico (online dalla fine di settembre) e sul sito (fra non molto saranno rese disponibili le prime recensioni), insieme a interviste e sorprese varie. Il cinema (come la vita) è un fatto soggettivo… con buona pace di tutti gli "esperti" e della spocchia delle loro (effimere) certezze.

 

Locarno 66, il Palmarès

 

Concorso internazionale

La Giuria ufficiale del 66° Festival del film Locarno, composta da:
Lav Diaz (regista, Filippine – Presidente)
Matthias Brunner (esperto di cinema, Svizzera)
Valérie Donzelli (regista e attrice, Francia)
Yorgos Lanthimos (regista e produttore, Grecia)
Juan de Dios Larraín (produttore, Cile)

Pardo d’oro
Gran Premio del Festival, della Città e della Regione di Locarno (90.000 CHF suddivisi in parti uguali tra il produttore e il regista) al film:
HISTORIA DE LA MEVA MORT di Albert Serra, Spagna/Francia

Premio speciale della giuria
Premio dei Comuni di Ascona e Losone (30.000 CHF suddivisi in parti uguali tra il produttore e il regista) al secondo miglior film:
E AGORA? LEMBRA-ME di Joaquim Pinto, Portugal

Pardo per la miglior regia
Premio della Regione di Locarno (30.000 CHF) a:
HONG SANGSOO per U RI SUNHI (Our Sunhi), Corea del Sud

Pardo per la miglior interpretazione femminile:
BRIE LARSON per SHORT TERM 12 di Destin Cretton, Stati Uniti

Pardo per la miglior interpretazione maschile:
FERNANDO BACILIO per EL MUDO di Daniel Vega e Diego Vega, Perù/Francia/Messico

Menzioni speciali
SHORT TERM 12 di Destin Cretton, Stati Uniti
TABLEAU NOIR di Yves Yersin, Svizzera

 

+ + +

 

Concorso Cineasti del presente

La giuria
Hartmut Bitomsky (regista e produttore, Germania – Presidente)
Tine Fischer (direttrice di festival, Danimarca)
Daniele Gaglianone (regista, Italia)
Peaches (musicista e regista, Canada)
Nicolás Pereda (regista, Messico)

Pardo d’oro Cineasti del presente – Premio George Foundation del valore di 40.000 CHF suddivisi in parti uguali tra il regista e il produttore:
MANAKAMANA di Stephanie Spray e Pacho Velez, Nepal/Stati Uniti

Premio per il miglior regista emergente 20.000 CHF offerti dalla Città di Lugano:
COSTA DA MORTE di Lois Patiño, Spagna

Premio speciale della giuria Ciné+ Cineasti del presente 30.000 CHF per i diritti di diffusione, versati al distributore francese:
MOUTON di Gilles Deroo e Marianne Pistone, Francia

Menzione speciale
SAI NAM TID SHOER (By the River) di Nontawat Numbenchapol, Tailandia

 

+ + +

 

Opera Prima

La giuria
Luciano Barisone (critico cinematografico, Italia/Svizzera)
Scott Foundas (critico cinematografico, Stati Uniti)
Shelly Kraicer (critico cinematografico, Canada)

Pardo per la migliore opera prima
Premio della Città e della Regione di Locarno (30.000 CHF ripartiti equamentre tra regista e produttore) alla migliore opera prima tra quelle presentate nel Concorso internazionale, Concorso Cineasti del presente, in Fuori concorso, in Histoire(s) du cinéma o in Piazza Grande:
MOUTON di Gilles Deroo e Marianne Pistone, Francia

Menzione speciale
MANAKAMANA di Stephanie Spray e Pacho Velez, Nepal/Stati Uniti

 

+ + +

 

Pardi di domani

La giuria
Adriano Aprà (regista e critico cinematografico, Italia – Presidente)
Marta Andreu (produttrice, Spagna)
Emir Baigazin (regista, Kazakistan)
Grégoire Colin (attore e regista, Francia)
Basil da Cunha (regista, Svizzera)

Concorso internazionale

Pardino d’oro per il miglior cortometraggio internazionale – Premio SRG SSR del valore di 10.000 CHF:
LA STRADA DI RAFFAEL di Alessandro Falco, Italia/Spagna

Pardino d’argento Swiss Life per il Concorso internazionale del valore di 5.000 CHF:
ZIMA di Cristina Picchi, Russia

Nomination di Locarno agli European Film Awards – Premio Pianifica Premio Pianifica del valore di 2.000 CHF. Il Premio include la Nomination nella categoria cortometraggi degli European Film Awards:
ZIMA di Cristina Picchi, Russia

Premio Film und Video Untertitelung
Offerto dalla società Film und Video Untertitelung Gerhard Lehmann AG, sotto forma di sottotitolaggio in tre lingue dell’Europa centrale:
TADPOLES di Ivan Tan, Singapore

Menzione speciale
ENDORPHIN di Reza Gamini, Iran

Concorso nazionale

Pardino d’oro per il miglior cortometraggio svizzero – Premio Swiss Life del valore di 10.000 CHF:
‘A IUCATA di Michele Pennetta, Svizzera

Pardino d’argento Swiss Life per il Concorso nazionale del valore di 5.000 CHF:
VIGIA di Marcel Barelli, Svizzera/Francia

Premio Action Light per la miglior speranza svizzera
Premio sotto forma di buoni in prestazioni tecniche offerte da Action Light, Avant-première SA/Film Demnächst AG, SDS AG, Swiss Effects AG, EgliFilm AG, Titra Film SA e Taurus Studio:
LA FILLE AUX FEUILLES di Marina Rosset, Svizzera

 

+ + +

 

Piazza Grande

Prix du Public UBS
il premio del pubblico “Prix du Public UBS” del valore di 30.000 CHF è assegnato al film:
GABRIELLE di Louise Archambault, Canada

Variety Piazza Grande Award
Il Variety Piazza Grande Award è assegnato a un film presentato in prima mondiale o internazionale nella sezione Piazza Grande, da una giuria composta da alcuni critici della rivista specializzata americana Variety presenti a Locarno. Il premio si propone di ricompensare il film che meglio sa abbinare qualità artistica e potenziale commerciale, con l’intento di favorirne la carriera internazionale. Il Variety Piazza Grande Award è assegnato al film:
2 GUNS di Baltasar Kormákur, Stati Uniti

 

+ + +

 

Giurie indipendenti

Premio ecumenico
La Giuria: Thomas Bohne (Germania), Lucia Cuocci (Italia), Piet Halma (Paesi Bassi), Françoise Lods (Francia), Daria Pezzoli-Olgiati (Svizzera), Edgar Rubio (Messico)
ha deciso di assegnare il suo Premio del valore di 20.000 CHF, messo a disposizione dalla Chiesa evangelico-riformata e dalla Chiesa cattolico-romana svizzera e legato alla distribuzione in Svizzera del film premiato, a:
SHORT TERM 12 di Destin Cretton, Stati Uniti

Menzione speciale
TABLEAU NOIR di Yves Yersin, Svizzera

 

* * *

 

Premio FIPRESCI
(Federazione internazionale dei critici cinematografici)
La Giuria: Esther Buss (Germania), Carmen Gray (Regno Unito), Oscar Peyrou (Spagna), Kiva Reardon (Canada), Cristina Trezzini (Svizzera)
ha deciso deciso di assegnare il Premio della critica internazionale (Premio FIPRESCI) a:
E AGORA? LEMBRA-ME di Joaquim Pinto, Portogallo

 

* * *

 

Europa Cinemas Label
La Giuria composta da Henk Camping (Paesi Bassi), Luz Delgado (Spagna), Mary Nazari (Russia), Rod White (Regno Unito) ha deciso deciso di assegnare il primo Premio Europa Cinemas Label, volto a favorire la distribuzione sugli schermi dell’associazione Europa Cinemas di un film scelto tra quelli del Concorso internazionale e del Concorso Cineasti del presente, a:
TABLEAU NOIR di Yves Yersin, Svizzera

 

* * *

 

Premio Giuria dei giovani
La Giuria designata tra i partecipanti all’iniziativa Cinema & Gioventù e composta da Tessa Cattaneo, Camille Cheneval, Guillaume Epars, Mirta Gariboldi, Antonin Niclass, Enrico Nicosia, Corinne Orlando, Gilda Panizza, Lou-Théa Papaloizos, Manuela Pellegrini e Victor Steininger, ha deciso di assegnare ai tre miglior registi dei lungometraggi presentati nel Concorso internazionale i seguenti premi offerti dal Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport del Cantone Ticino:

Primo Premio (6.000 CHF)
TOMOGUI di Shinji Aoyama, Giappone

Secondo Premio (4.000 CHF)
SHORT TERM 12 di Destin Cretton, Stati Uniti

Terzo Premio (2.000 CHF)
E AGORA? LEMBRA-ME di Joaquim Pinto, Portogallo

Premio “L’ambiente è qualità di vita” (3.000 CHF)
TABLEAU NOIR di Yves Yersin, Svizzera

 

* * *


La seconda Giuria dei giovani composta da Apolline Anor, Kim Bauer, Valeria Botto, Ulysse Berdat, Lea Christa, Julien Crucitti, Heloise Deriaz, Selene Donati, Kenneth Koch, Leo Pusterla e Primo Viviani ha deciso di attribuire un premio del valore di 2.000 CHF al miglior film del Concorso Cineasti del presente:
LOS INSÓLITOS PECES GATO di Claudia Sainte-Luce, Messico/Francia

 

* * *

 

La terza Giuria dei giovani composta da Michelle Aleo, Laura Cabrele, Soumeya Ferro-Luzzi, Anna Hungerbühler Luraschi, Melissa Lianza, Silene Madonna, Elia Molo, Giulia Paganini, Southida Sae-Aung e Alessandro Venditti ha deciso di assegnare due Premi del valore di 1.500 CHF ai migliori cortometraggi del Concorso nazionale ed internazionale della sezione Pardi di domani.

Per il Concorso internazionale
Quelqu’un d’extraordinaire di Monia Chokri, Canada

Per il Concorso nazionale
ALFONSO di Jan-Eric Mack, Svizzera

Premio FICC/IFFS (International Federation of Film Societies)
La Giuria composta da Astrid Maury (Svizzera), Abdelilah Eljaouhary (Marocco), Aleksander Gusev (Ucraina) ha deciso di assegnare il Premio Don Quijote al film:
SANGUE di Pippo Delbono, Italia/Svizzera

e una menzione speciale al film:
TONNERRE di Guillaume Brac, Francia

 

* * *

 

Semaine de la critique
La Giuria composta da Maria Giovanna Vagenas (Italia), Bernadette Meier (Svizzera), Pablo Marin Castro (Cile) ha deciso di assegnare il Premio SRG SSR/Semaine de la critique del valore di 8.000 CHF al film:
MASTER OF THE UNIVERSE di Marc Bauder, Germania/Austria 2013

e il Premio Zonta Club Locarno per la promozione della giustizia e dell’etica sociale al film:
ÕLIMÄE ÕIED (Flowers from the Mount of Olives) di Heilika Pikkov, Estonia

 

+ + +

 

APPROFONDIMENTI / Locarno su RC

Locarno 66 // I film e le giurie
Locarno 66 // Retrospettiva George Cukor
Locarno 66 // Anna Karina e Jacqueline Bisset
Locarno 66 // Open Doors
Locarno 66 // Vision Award – Electronic Studio a Douglas Trumbull
Locarno 66 // Baltasar Kormákur e Pascal Plisson
Locarno 66 // Pardo d’onore a Werner Herzog

Intervista all’ex Direttore Artistico Olivier Père, su Locarno 65
Intervista all’ex Direttore Artistico Olivier Père, su Locarno 64

Edizioni passate
Locarno 65 // Rapporto Confidenziale – numero36 (ottobre/novembre 2012)
Locarno 64 // Rapporto Confidenziale – numero35 (speciale Locarno 64)
Locarno 63 // Rapporto Confidenziale – numero28 (speciale ’10)
Locarno 62 // Rapporto Confidenziale – numero17 (set 2009)
Locarno 61 // speciale 61. FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM LOCARNO

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+