Assez vu | Faces from the screen

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

facesfromthescreen

vólto s. m. [lat. vŭltus «faccia, aspetto»].

1. Sinon. letter., o comunque di tono più elevato, di viso e faccia: avere un bel v.; essere triste, acceso in volto; pon mente per le strade, sul fare della sera, i v. d’omini e donne quando è cattivo tempo: quanta grazia e dolcezza si vede in loro (Leonardo); e avea sul volto Il pallor della morte e la speranza (Foscolo); sono qui e nessuno mi conosce, sono un v. anonimo in questa moltitudine di v. anonimi, sono qui come potrei essere altrove (Antonio Tabucchi); nel cinema o nella televisione, un v. nuovo, volti nuovi, attori che si presentano per la prima volta, o con una propria personalità e in ruoli inconsueti. In partic., Volto Santo o Santo Volto, denominazione di un crocefisso medievale in legno, attribuito a Nicodemo, conservato entro un tempietto della navatella sinistra del duomo di Lucca, oggetto fin dal medioevo di profonda venerazione.

2. fig.

a. Forma, aspetto esteriore; modo di apparire e di mostrarsi: il v. della terra, in usi letter., la superficie terrestre: Dal duro v. de la terra il sole Non tollea ancora il velo oscuro et atro (Ariosto); il v. della natura, della realtà; la maggior vita degli animi inchiude maggiore efficacia di amor proprio, dovunque esso s’inclini, e sotto qualunque v. si manifesti (Leopardi); e come [l’armonia] franse L’uniforme creato in mille v. (Foscolo); v. mutevole d’aria e di colli (Quasimodo).

b. L’aspetto esteriore come riflesso della realtà interiore, e quindi il carattere, la natura di qualcuno o di qualcosa: scoprire il vero v. di una persona.

c. Nel linguaggio polit. contemporaneo, socialismo dal v. umano, forma di socialismo che rispetti, pur nel quadro di un sistema statuale socialista o comunista, la libertà individuale e i diritti di tutti i cittadini (diversamente da quanto spesso è accaduto nei paesi del socialismo reale).

 

+ + +

 

Faces from the screen

Assez vu per Rapporto Confidenziale

 

“A Dandy in Aspic” (1968) di Anthony Mann

 


“The Life and Death of 9413 – A Hollywood Extra” (1928) di Robert Florey e Slavko Vorkapich

 


“L’Enfer” (1964) di Henri-Georges Clouzot

 


“Le Sang d’un Poète” (1930) di Jean Cocteau

 


“Le départ” (1967) di Jerzy Skolimowski

 


“Puce Moment” (1949) di Kenneth Anger

 


“Metropolis” (1927) di Fritz Lang

 


“Alphaville – Une étrange aventure de Lemmy Caution” (1965) di Jean-Luc Godard

 


“Sayat Nova” (1968) di Sergei Parajanov

 


“Le Sang d’un Poète” (1930) di Jean Cocteau

 


“Inauguration of Pleause Dome” (1954-56) di Kenneth Anger

 


“Persona” (1966) di Ingmar Bergman

 


“The Life and Death of 9413 – A Hollywood Extra” (1928) di Robert Florey e Slavko Vorkapich

 


“Satyricon" (1969) di Federico Fellini

 


“Ballet Mécanique” (1923-4) di Fernand Léger

 


“L’Enfer” (1964) di Henri-Georges Clouzot

 


“Cœur fidèle” (1923) di Jean Epstein

 


“Repulsion” (1965) di Roman Polanski

 


“Le Sang d’un Poète” (1930) di Jean Cocteau

 


“Alice” (1988) di Jan Švankmajer

 


“La Passion de Jeanne d’Arc” (1928) di Carl Theodor Dreyer

 


“Impatience” (1928) di Charles Dekeukeleire

 


“Filmstudie” (1926) di Hans Richter

 


“Jujiro” (1928) di Teinosuke Kinugasa

 


“Black Narcisuss” (1947) di Michael Powell e Emeric Pressburger

 


“Cœur fidèle” (1923) di Jean Epstein

 


“Sedmikrasky” (1966) di Věra Chytilová

 


“Persona” (1966) di Ingmar Bergman

 


“Billion Dollar Brain” (1967) di Ken Russell

 


“Qui êtes vous, Polly Maggoo” (1966) di William Klein

 

 

+ + +

 

Assez vu

Odd and inspiring pictures from the past times.

Assez vu. “I’ve seen enough”, Rimbaud would say. You might still have not seen enough though. “Assez vu” is a collection of visual memories: odd pictures and rare finds of ages that have gone by. Sometimes remembered, more often forgotten. Surely worth to be seen.

assez-vu.com

follow on: facebook.com/assez.vu

a project by Livia Satriano

 

+ + +

 

Assez vu per Rapporto Confidenziale

 

Il fascino discreto della locandina

settembre 2012

LINK

Cantami, o Diva

luglio 2012

LINK

En Noir

giugno 2012

LINK

Chi ben finisce è a metà dell’opera

aprile 2012

LINK

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+