Rapporto Confidenziale @ MINEMA | 26-28-29 dicembre 2013

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Rapporto Confidenziale @ MINEMA
26-28-29 dicembre 2013

MINEMA
c/o Marsèlleria
via Paullo, 12 – Milano
sito

 

Natale a Milano. Cinepanettone postmoderno su divani gonfiabili. Un programma cinematografico (a cura Rapporto Confidenziale) dentro a un programma cinematografico (by MINEMA). Sotto l’albero le nostre ossessioni e i nostri amori da elargire con il sorriso stampato. A piedi nudi davanti a un camino di immagini e suoni. Cura omeopatica al Natale. Niente albero. Niente presepe. Solo immagini in movimento e suoni stereoscopici in attesa di un anno nuovo.

L’ingresso è gratuito. Ma si vede il film solo prenotando via mail.
Consiglio pratico: iscriversi alla newsletter MINEMA.

 

+ + +

 

RC@MINEMA

giovedì 26 dicembre
ore 20 | THE HILL di ZimmerFrei (Danimarca/2011, 40′)
ore 22 | EL FUTURO di Luis López Carrasco (Spagna/2013, 67′)

sabato 28 dicembre
ore 20 | THE POOR MAN’S FOLLIES di Micropunta (Italia/2008, 60′)

domenica 29 dicembre
orw 20 | ALL INCLUSIVE di Nadia Ranocchi e David Zamagni (Zapruder filmmakergroup) (Italia/2010, 75′)

 

+ + +

 

I FILM

 

+ + +

 

 

The Hill
di ZimmerFrei (Danimarca/2011, 40 minuti)
lingua: danese, inglese, francese, italiano – sottotitoli: inglese

Copenhagen è una città completamente piatta, l’unica altura si trova nel quartiere popolare di Nørrebro, ed è una tonda collinetta nel cortile di un quadrilatero di condomìni. Il documentario, girato interamente sopra e intorno alla collina, registra gli umori e il progressivo familiarizzare degli abitanti con il film e tra di loro, fino a prendere il volo con le visoni e i sogni di chi vive questo luogo.
“The Hill” fa parte di una serie di “ritratti di città” che si concentrano su porzioni molto piccole di territorio, una ricerca iniziata nel 2007 e in continua evoluzione.

The Hill (teaser) | ZimmerFrei (The Hill) | ZimmerFrei (sito)

 

+ + +

 

 

El futuro
di Luis López Carrasco (Spagna/2013, 67 minuti)
lingua: spagnolo – sottotitoli: inglese

Spagna, 1982. In un appartamento di Madrid un gruppo di amici balla e si diverte in un’atmosfera festosa e spensierata. La vittoria socialista alle elezioni generali sembra essere un fatto recente, il tentato colpo di stato del 1981, al contrario, piuttosto lontano. Il futuro appare luminoso, ma presto somiglierà a un buco nero che divora ogni cosa.
Un film sprofondato nel passato che ci parla dell’oggi, con una colonna sonora che non ti si leva più dalla testa.

El futuro (trailer) | Recensione | Intervista al regista | El futuro (sito)

 

+ + +

 

 

The Poor Man’s Follies
di Micropunta (Italia/2008, 60′)
lingua: inglese – sottotitoli: italiano

Girato nel 2008 e premiato al Coney Island Film Festival nel 2009, The Poor Man’s Follies è un docu-trip che rivela una community in lotta per la sopravvivenza contro la speculazione nella terra di quello che fu il più grande laboratorio di cultura popolare di massa che il mondo abbia mai visto. Una testimonianza visionaria sul secolo caotico che verrà. Il mondo esibito come un giocattolo con vista sulle montagne russe dell’economia. Una grande fuga in avanti verso il piacere, una corsa che porta già in sé l’autodistruzione. Luci e ombre della società dello spettacolo.

The Poor Man’s Follies (teaser) | Micropunta (sito) | Intervista (I parte) | Intervista (II parte)

 

+ + +

 

 

All Inclusive
di Nadia Ranocchi e David Zamagni (Zapruder filmmakergroup) (Italia/2010, 75′)
lingua: italiano – sottotitoli: inglese

Con l’approssimarsi dell’avvio di una nuova stagione, l’Hotel Joule è in riorganizzazione e lo staff dell’albergo si completa con l’assunzione di un giovane direttore, Miss Ambra. Piena di aspettative, la donna accoglie l’impegno a coronamento delle sue ambizioni e con entusiasmo si dedica ai preparativi per l’imminente inaugurazione. Il lavoro di squadra viene premiato con la soddisfazione di tutti. Miss Ambra, pienamente calata nella parte, non si concede alcuno svago, assolvendo al suo ufficio con rigore ed alterigia. A lungo andare l’intransigenza e l’ossessivo perfezionismo posti nell’esercizio delle proprie funzioni, oltre ad alienarle la simpatia dei colleghi, la portano a voler assumere su di sè le mansioni dell’intero albergo, fino a perdere i confini della propria identità, a confondere il proprio ruolo con quello dei collaboratori, a desiderare di sostituirsi loro, spinta da e verso un vuoto incolmabile.

All Inclusive (teaser) | Zapruder filmmakergroup (sito) | Zapruder filmmakergroup (Wikipedia)

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+