Forfora di stelle // speciale Luca Ferri

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Prendete una scatola di cartone, metteteci dentro primo carnera, il punk, un krapfen, andreotti, klaus kinski, il tortino porretta, porretta terme soul festival, la bici salta fossi, gianni morandi, la minimal techno, il jazz, carmelo bene, leo de berardinis, la gioventù sonica, l’anima de li mortacci vostri, gregory peck, miles davis, quel ramo del lago di como, artaud, otranto e li turchi, il mio mini pony, iridella, mino reitano, il Bauhaus, il bau, il miau, jfk, novantesimo minuto, le guardie svizzere, le alabarde, daitan, il tenente baretta, i pappagalli, i parrocchetti, i parrocchietti, le parrocchie, i diaconi, il papa, il pope, le poppe, la poppa, la prua, il titanic, basquiat, innescate la miccia di una dinamite e buttate dentro la bomba chiudendo il coperchio. Aspettate qb, quanto basta, e vi troverete nel mezzo di una pioggia luccicosa che potrebbe sembrare polvere di stelle ma che è solo irrimediabilmente forfora di stelle!

 

FORFORA DI STELLE è un contenitore di storie, deliri, geometrie sfasate, disarticolazioni, afasie, balbuzie e idiozie DOC sotto forma di BLOB radiofonico che dà libero sfogo alle sinapsi più avariate e improbabili. Trasmissione dai toni imprevisti, tratta di musica, cinema, cultura pop, kitscherie varie ed eventuali, personaggi e oggetti volanti non meglio identificati.
Potete passare una mezz’ora ruggente ogni martedì sera live su www.radiogarbino.it alle 22:30

 

MARTEDì 14 GENNAIO su www.radiogarbino.it, ore 22:30

 

MONOLOGANDO FARFUGLIANDO BIASCICANDO è una puntata monografica sul cinema secondo Luca Ferri, accompagnato e diretto dalle musiche di Dario Agazzi, compositore le cui musiche trovano un habitat naturale nel cinema di Ferri, sublimandolo.
Un monologo sbiascicato, stentoreo, a tratti illuminante, dove la voce diventa una nenia sinfonica e ossessiva mentre le parole scorrono autisticamente, lasciando intravedere brandelli di discorso, ragionamenti, sillogismi, congetture. La musica di Dario Agazzi, che nasce e vive indipendente dalle immagini di ferri, si incastona fra le frasi, si insinua, diventa colonna portante del discorso.
Un viaggio vorticoso e allucinante fra le pieghe di una mente troppo lucida per questi tempi da risultare fuori norma, quasi malata.

 

Composizioni di DARIO AGAZZI presenti nella puntata:

 

KAPUTT/KATASTROPHE per armonium e speakers su nastro (2012; 15′:40″);
JOSEPH per contrabbasso (2009-10; 4′:33”) edita a berlino da simon verlag für bibliothekswissen. registrazione effettuata a berlino nel febbraio 2011, esecutore lukasz klusek.

 

www.ferriferri.com
www.darioagazzi.it
www.radiogarbino.it

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+