The Trip > Roger Corman

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

The Trip01

articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale – numero6, giugno 2008 (pag.25)

10.6mb | 6.4mb | anteprima

Trama:

Il regista pubblicitario Paul Groves è nel pieno di una crisi esistenziale cui non è estranea la separazione dalla moglie. Decide quindi di provarel’LSD.

Commento:

L’LSD nella metà degli anni ’60 è un argomento estremamente dibattuto negli Stati Uniti, tanto da guadagnarsi frequentemente le prime pagine dei giornali. Corman pensa bene di cavalcarlo e, come spesso, trova il titolo prima ancora di avere pensato al soggetto, che rimane comunque poco più che uno spunto che lo lascia libero di scatenarsi a livello visivo.
Il regista, però, sceglie questa volta di trattare l’argomento a ragion veduta e non come mera come operazione commerciale. Chiesta una sceneggiatura a Jack Nicholson, che già aveva scritto per Corman il western Ride in the Whirlwind (Le colline blu, 1965), Corman decide di provare l’LSD. Letto un libro di Leary e unitosi a un gruppo di amici, si dedica al personale esperimento che gli da l’esatta idea su come trattare, soprattutto a livello visivo, il tema.
La sceneggiatura di Nicholson che prevede, su esplicita richiesta di Corman per evitare facili identificazioni, che il protagonista sia un regista di spot pubblicitari, richiederebbe un uso eccessivo di effetti speciali, tale da superare ampiamente quanto Corman pensa di spendere. Ma il regista non è tipo da farsi scoraggiare e il film viene realizzato nello spazio di pochi giorni con Peter Fonda, già con Corman in The Wild Angels, Susan Strasberg e, in ruoli minori, Bruce Dern e Dennis Hopper.
Alla fine, il regista confesserà di essersi sentito in dovere di aggiungere scene angoscianti per il protagonista, ispirandosi alle scene più spaventose dei suoi film ispirati da Edgar Allan Poe, in quanto la rappresentazione troppo positiva dell’esperienza (come da lui stesso fatta) avrebbe potuto risultare propagandistica. Il film, che per decisione della A.I.P. veniva aperto da un cartello (e relativa voce fuori campo) che condanna l’uso di droghe, risulta particolarmente curato, divertente e sfrenato.
Dopo avere vanamente richiesto il visto di censura per più volte negli anni, è vedibile in Inghilterra solo dal 2002.

Roberto Rippa

The Trip (Il serpente di fuoco, USA, 1967)
Regia: Roger Corman
Sceneggiatura: Jack Nicholson
Musiche originali: American Music Band
Fotografia: Arch R. Dalzell
Montaggio: Ronald Sinclair
Interpreti principali: Peter Fonda, Susan Strasberg, Bruce Dern, Dennis Hopper, Salli Sachse, Barboura Morris
85’

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+