Torino // SeeYouSound (13-17 maggio 2015)

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

sys_cover
Un nuovo festival nato da un’idea semplice e per questo geniale e necessario.
Lunga vita al SeeYouSound!

 

SEEYOUSOUND
1° Festival italiano di cinema con tematiche musicali e videoclip
13-17 maggio 2015 | Torino
seeyousound.org | facebook

 

3 concorsi + 1 rassegna + Notte Rossa del Videoclip + Directors Hackathon
… e decine di eventi collaterali!

Nasce a Torino, da un’idea dell’associazione Choobamba, il primo festival interamente dedicato al “cinema a tematica musicale”. Si chiama SeeYouSound e porta dal 13 al 17 maggio al centro dell’attenzione un mondo vastissimo di creatività e intelligenze, un universo fatto di lungometraggi, corti, documentari, reportage, videoclip.

Il festival avrà tre sezioni di concorso: long play (lungometraggi), 7-Inch (cortometraggi e doc) e soundies (videoclip) tutti rigorosamente a tematica musicale e in arrivo da ogni parte del mondo. Verranno assegnati tre premi ufficiali ed uno speciale attribuito dalla giuria composta da artisti e addetti ai lavori. Quattro le giurie per assegnare il premio al miglior lungometraggio, premio al miglior cortometraggio, premio Nicola Rondolino al miglior videoclip, inoltre una giuria composta da soli torinesi assegnerà il premio Trollbeads al miglior storytelling.
In sala anche una rassegna, chiamata rising sound: una preziosa selezione di film musicali, anteprime e vecchi amori passando per progetti sperimentali che raccontano un mondo più spesso ascoltato che visto.

Un vero e proprio viaggio tra musica e cinema, attraverso paesi e generi. Tra le molte chicche, avremo una anteprima europea con Orion, la misteriosa storia del sosia di Elvis Presley e diverse anteprime italiane tra le quali Big Sun di Christophe Chassol che sta spopolando in Europa e ancora Kidd Life bellissima storia di un b-boy irriverente che ogni notte si trasforma in una super star del’hip hop danese e poi Wendekland la storia di come la techno fu il linguaggio della riunificazione nelle notti berlinesi e tra gli italiani Il Nemico, un breviario partigiano che racconta la storia del nonno di Massimo Zamboni chiarrista dei CCCP e fondatore dei CSI. Ma le anteprime non sono solo nel concorso: Death Metal Angola di Jeremy Xido proiettato nei più importanti festival nel mondo arriva a Torino in anteprima italiana per raccontare una storia forte e importante ambientata in un paese che vive una situazione incredibile e drammatica. Spiccano nella rassegna anche opere come Finding Fela realizzato dal regista Premio Oscar Alex Gibney, The Punk Singer che ci racconta il movimento Riot Grrrrl e ancora per la prima volta in sala in versione originale il film scelto dal pubblico I Love Radio Rock.
Attorno al nucleo centrale del festival, che sta attirando attenzioni e interessi da tutto il mondo, una ricchissima programmazione di appuntamenti e eventi, cinematografici e musicali, in vari luoghi di San Salvario, il quartiere simbolo della trasformazione giovane e creativa di Torino primo tra tutti in ordine di tempo: la proiezione in piazza il sabato precedente: Jesus Christ Superstar (realizzata grazie alla collaborazione del Teatro Colosseo, del Cineteatro Baretti e della Casa del Quartiere) così SeeYouSound omaggia l’Ostensione ed i pellegrini che saranno in città.
Tra gli altri eventi segnaliamo la Notte Rossa del Videoclip, in collaborazione con MTV Music: una galoppata in 35 anni di arte del videoclip, nelle trasformazioni che l’hanno accompagnata insieme a quelle della musica e del cinema. Le tecniche, le tendenze del periodo e la capacità comunicativa hanno spesso dettato lo stile e individuato mondi, il passaggio dalla TV a internet ne ha aumentato la diffusione ma ridotto la trasmissione di qualità. Una notte intera per riportare il videoclip al cinema, per vedere quelli più belli, quelli più strani, famosi, creativi, indimenticabili.
Rubando l’idea ai giovani nerd che con una brocca di caffè e pochissimo tempo creano progetti informatici capaci di cambiare le nostre vite, SeeYouSound in collaborazione con la Film Commission Torino Piemonte, presenta la Directors Hackathon, la prima maratona per registi: 72 ore per realizzare il videoclip di un brano dei Two Fingerz, duo hip hop di Milano.
SeeYouSound nasce in un quartiere, San Salvario, ed in una città, Torino, che hanno fatto della riflessione sullo sviluppo e l’interazione culturale un motore di continua crescita in termini di opportunità e stimoli sia per i cittadini che per i visitatori.
Ed è tutta nel quartiere l’energia del festival, che si muove fra Cineteatro Baretti, Casa del Quartiere, Officine Ferroviarie, Astoria, Fluido, Lavanderie Ramone.
SeeYouSound, patrocinato da Regione, Comune e Circoscizione 8 conta moltissimo sulla sottoscrizione popolare e su sponsor privati, ma soprattutto è un festival promosso “dal basso”, grazie alla caparbietà di un team di appassionati e volontari messi insieme da una grande passione comune: il cinema e la musica. E come ogni buon progetto partecipato è stato attivato il crowdfunding su MusicRaiser.

«Il cinema è uno dei tre linguaggi universali; gli altri due sono la matematica e la musica.»
Frank Capra

 

 

poster_sys.jpg

 

LE SEZIONI E I FILM

 

LONG PLAY
concorso lungometraggi

Long Play, proprio come l’insieme delle tracce che compongono un disco in vinile a 33giri. La concezione ‘discografica’ del Festival, riflette perfettamente l’indole da maniaco del vinile di Paolo Campana, direttore della sezione. Una selezione realizzata attraverso una curiosità onnivora che ha portato a otto lungometraggi diversi tra di loro, che propongono un viaggio caleidoscopico tra i generi musicali. Otto film da vedere e ascoltare come le tracce di album, per godere del cinema come si gode di un bel disco da mettere sul giradischi.
Long Play è un mosaico in cui i generi musicali e i grooves si susseguono in nome della varietà: dalla canzone italiana pop in salsa kitsch-sovietica, alle intemperanze dell’hip-hop danese, passando dalle contemplazioni mistiche della musica tradizionale sarda trasmutata nel post-punk lirico dei post-CCCP-post-CSI o decantata nella techno Berlinese per giungere alle sperimentazioni fatte di visionarie cascate di immagini e suoni, il tutto condito dal R’n’R’ clonato da Elvis Presley e dalla scoperta che gli inventori del tango non sono gli argentini ma bensì i finlandesi.
In questa selezione di otto film è lo spettatore a dirigere e a indirizzare il suo percorso attraverso una giungla di suggestioni verso la creazione di un proprio Greatest Hits.

I FILM

BIG SUN (anteprima italiana)
di Christophe Chassol | Francia, 2015, 70′

IL NEMICO – UN BREVIARIO PARTIGIANO
di Federico Spinetti | Italia, 2015, 80′

ITALIANI VERI
di Marco Raffaini e Giuni Ligabue | Italia, 2013, 66′

KIDD LIFE (anteprima italiana)
di Andreas Johnsen | Danimarca, 2012, 97′

LA CARRERA
di Assunta Nugnes e Francesco Costabile | Italia, 2013, 78′

MIDNIGHT’S SUMMER TANGO
di Viviane Blumemschein | Germania, 2012, 84′

ORION: THE MAN WHO WOULD BE KING (anteprima europea)
di Jeanie Finlay | Inghilterra, 2015, 87′

WENDEKLANG – IN THIS PLACE CALLED TECHNO (anteprima italiana)
di Rolf Lambert | Germania, 2014, 58′

+ + +

7 INCH
concorso cortometraggi

Tutte (o quasi) le forme del corto: la varietà – di stili e di generi musicali, di durata e di linguaggio – è la caratteristica dominante della selezione diretta da Carlo Griseri. Il tempo è l’unico limite, la musica la chiave per 18 diverse esperienze visive. Musica che è sempre presente come elemento conduttore, che sia la missione di una vita (Alan Vega e Bruno Wizard, due monumenti ‘veri’, che si offrono alla camera con sincerità e generosità) o elemento rigenerante (in “Musica!” e “N’Euro”), capace di dare un nuovo senso e un nuovo scopo alla propria esistenza. C’è un omaggio alla tradizione antica 3.000 anni della musica popolare sarda, proiettata comunque al futuro (“Nodas”), e un percorso sulle orme degli Husker Du e di un album che ha fatto epoca. Spazio alla fiction, ispirata da alcune figure simbolo della musica moderna, jazz-pop-rock e d’autore (Chet Baker, Michael Jackson, Jim Morrison e Lucio Dalla), ma anche alla creazione video-artistica, come la composizione vivente dei Flatform o l’installazione sonora di MyBossWas. Per non dire dell’animazione ‘live’ e profondamente ritmata di “Racey Lee”, o della alienata realtà musicale di “Janvier”. Se alcune proposte possono forse sembrare più ‘classiche’ (l’on the road dei Bud Spencer Blues Explosion, o le interviste sul reggae di “Revolutionary Rockers”), altre offrono una finestra privilegiata verso nuove realtà (il movimento Lite Feet della metro newyorkese) o verso mondi apparentemente ostili (il ‘rumore’ di “Nothing essential happens in the absence of noise”).

I FILM

ALAN VEGA: JUST A MILLION DREAMS
di Marie Losier | Francia, 2013, 16’

ALMOST CHET
di Stefano Cominale | USA, 2014, 6′

ANNA BELLO SGUARGO
di Vito Palmieri | Italia, 2013, 15′

BROKEN HOME, BROKEN HEART
di Maria Teresa Soldani | Italia, 2014, 14′

BUD SPENCER BLUES EXPLOSION RIMINI-MEZZAGO
di Chiara Chinazzi | Italia, 2013, 10′

THE INTEGRITY OF BRUNO WIZARD
di Tupaq Felber | UK, 2014, 2′

JANVIER
di Pier Paolo Patti | Italia, 2014, 25′

LITE FEET / STARTING POINT
di Tommaso Sacconi | Italia, 2015, 13′

MUSICA!
di Patrizia Santangeli | Italia, 2014, 8′

N’EURO
di Chiara Pellegrini | Italia, 2014, 8′

NODAS. IS LAUNEDDAS IN TEMPUS DE CRISI (LE LAUNEDDAS AL TEMPO DELLA CRISI)
di Umberto Cao e Andrea Mura | Italia, 2015, 29′

NOTHING ESSENTIAL HAPPENS IN THE ABSENCE OF NOISE
di Silvia Biagioni | UK, 2015, 23′

PEOPLE ARE STRANGE
di Julien Hallard | Francia, 2014, 21′

RACEY LEE
di Ryan Spring Dooley | Italia, 2014, 9′

REVOLUTIONARY ROCKERS
di Sara Limonta | Italia-Inghilterra, 2014, 14′

RIVERBERO
di Mybosswas | Italia, 2013, 14′

THRILLER
di Giuseppe Marco Albano | Italia, 2014, 15′

TRENTO SYMPHONIA
di Flatform | Francia/Italia, 2014, 19′

+ + +

SOUNDIES
concorso videoclip

Nella prima selezione di concorso dedicata ai videoclip, diretta da Umberto Mosca c’è, in relazione con l’innovazione tecnologica e le nuove modalità di fruizione dei video, l’esigenza di sottrarre ogni singolo prodotto al vortice indistinto della mediasfera contemporanea, dove tutto spesso si confonde. Una selezione che ha prima di tutto l’obiettivo di individuare il valore artistico di ogni particolare music video, alla ricerca del miglior equilibrio tra concept audiovisivo, storytelling e viralità potenziale. È in questo contesto che diventa interessante confrontarsi con le nuove strategie di messa in scena realistiche legate alla sostenibilità dei budget, con la storia del cinema e del videoclip che scorrono negli occhi degli autori, con oggetti e stilemi che sottendono, per tutti, un’appassionata ricerca di originalità.

IN CONCORSO

CineCafè Ambrosio – giovedì 14 maggio – ore 16
Cristina Donà “Così vicini”- Giacomo Triglia – 4’07”
Il terzo Istante “Rapporto allo specchio” – Stefano Giovannini – 3’45”
Daniele Celona “Sud Ovest”- Mauro Talamonti – 4’53”
Lingalad “Occhi d’ambra” – Mauro Cartapani- 4’58”
Marisol Limon “Hermaphrodite” – Marie Losier – 4’05”
X Mary “Oggi ho Comprato una Macchina” – Amedeo Berta – 3’33”
Moustache Prawn “Solar” – AcquaSintetica – 2’36”
Carla Bozulich “Deeper then the well” – Sara Bonaventura – 5’01”
Guido Seregni “Canzone d’amore particolare”- Luca Maisto- 3’39”
The Fabulos Beard “What is real” – Stefano Benatti – 4’46”
Jtr Sickert “Oblivion”- Daniele Rezzaghi – 4’30”
Maniaxxx“Mugwump” – Victor Musetti – 4’33”
Fuckin people – Victor Rubio – 4’42”
Fred de Palma “Usain bolt”- Alessandro Pisani – 3’01”
Calibro 35 “Vendetta” – Francesco Imperato – 3’19”
Temi il tempo – Nicola Martini – 4’41”
Volium “Blurred Lines” – Carlo Strata – 3’41”
Dado Magnetio “Android spy emotions and report” – Pio Schenà – 3’16”

CineCafè Ambrosio – venerdì 15 maggio – ore 16
Piero (Ali) Passatore “Demonarky”- Piero (Ali) Passatore – 3’44”
C’Mon Tigre “Federation Tunisienne de Football”- Gianluigi Toccafondo – 4’22”
2012.05.02 – Antonio Passavanti – 6’47”
Naomi Berrill “Between the bliss and me” – Cristina Crippa – 3’33”
Plague “Sepolcral” – Francesco Pellegrino – 4’35”
Lcao “Allowed Transitions” – Mauro Rodella – 3’53”
The Natural Dub Cluster “Ecohes in the ground”- Gianluca Moscoloni – 3’49”
Johnny Fishborn “Words within my air “- Mario Toyoshima- 3’32”
Flavio Ciotola “Spiegami perché mi innamoro sempre delle troie”– Luca Maisto- 4’06”
Stefano “Cisco” Bellotti “Matrimoni e funerali” – Mario Genevini – 4’31”
Nick Rivera “Pigeons Fly Freak” – Giorgia Soi – 4’43”
Lorenzo Palmeri “Cosa vedi tu”- Alessandro Palmeri – 3’14”
Rhò “Footsteps”- Paoloreste Gelfo – 4’12”
Seta “La follia”- Cristian Facchini – 4’05”
The Fabulous Beard “The dome”- GIuseppe Aceto – 3’54”
Dardust “Sunset on M”- Tiziano Russo – 4’35”
Albedo “Higgs” – Ivana Smudja – 3’56”
Paolo Benvegnù “Una Nuova Innocenza”- Mauro Talamonti – 5’52”

+ + +

RISING SOUND
la rassegna

Ogni film è un mondo, ogni proiezione è un incontro ogni suono è un’immagine! Film da vedere, pensare e sentire selezionati dal direttore artistico di SeeYouSound, Juanita Apraez Murillo. Questa prima rassegna del festival propone un viaggio attraverso la visione di storie diverse ma unite dalla musica. Mostrano come la musica, con la sua intrinseca libertà senza limiti, possa infrangere barriere, toccare le coscienze, fare riflettere, creare legami e forti motivazioni, raggiungere vaste platee veicolando messaggi di forza, passione e libertà.

I FILM

DEATH METAL ANGOLA
di Jeremy Xido | USA, 2012, 87′

FINDING FELA
di Alex Gibney | USA, 2014, 119′

GREETINGS FROM TIM BUCKLEY
di Daniel Algrant | USA, 2012, 99′

I LOVE RADIO ROCK
di Richard Curtis | UK-Germany-France, 2009, 135′

MERCEDES SOSA – LA VOZ DE LATINO AMERICA
di Rodrigo H. Vila | Argentina, 2013, 90′

THE BEAUTIFUL “LOSER”
di Diego Amodio | Italia, 2014, 90′

THE PUNK SINGER
di Sini Anderson | USA, 2013, 80′

TROPICALIA
di Marcelo Machado | Brasile-USA-UK, 2012, 87′

VINYLMANIA
di Paolo Campana | Italia-Francia-Germania, 2012, 75′

CONSULTA IL PROGRAMMA COMPLETO, GLI ORARI, LE GIURIE SU seeyousound.org

 

SEEYOUSOUND
1° Festival italiano di cinema con tematiche musicali e videoclip
13-17 maggio 2015 | Torino
seeyousound.org | facebook

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+