Bologna // Archivio Aperto 2015 (23 ottobre – 5 dicembre)

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
Hannes Schüpbach | Instants, 2013

Hannes Schüpbach | Instants, 2013

Cose belle a Bologna: bellissime! Archivio Aperto è l’epifania del feticismo per la pellicola e la pellicola è l’essenza del piacere cinematografico. Ergo: tra il 23 ottobre e il 5 dicembre bisogna trovare il modo di passar sotto le due torri a trovare Paolo Simoni e Mirco Santi di Home Movies (e Ilaria Ferretti e Elisa Del Prete e Giuseppe Spina e Giulia Mazzone di Nomadica) per uno o tutti i 22 appuntamenti del notevole calendario che hanno allestito. Come un festival ma più di un festival, diffuso nello spazio urbano e capace di toccare zone d’ombra dell’immaginario e del linguaggio cinematografico, Archivio Aperto è un’occasione unica nel panorama italiano di incontrare la pellicola nella sua dimensione più intima e sfuggente, lontano da ogni effimera moda vacua, coi piedi saldi nel cuore della storia delle immagini in movimento. [AG]

 

ARCHIVIO APERTO
23 ottobre – 5 dicembre 2015
homemovies.it/archivioaperto

 

Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma. Le immagini d’archivio nel tempo cambiano il loro valore, permettendoci letture nuove del passato e, quindi, di noi stessi. Su questa considerazione si fonda l’approccio sperimentale e di ricerca di Archivio Aperto, le cui giornate segnano la presentazione al pubblico del lavoro di Home Movies dedicato all’archiviazione, studio e valorizzazione del patrimonio audiovisivo privato ed inedito.

L’immagine del fuoco impressa su una pellicola Super8 del 1974 condensa, infatti, i tanti e trasversali temi di un programma che rinnova la pluralità degli appuntamenti tra installazioni, incontri, proiezioni, performance, workshop e visite guidate. Anche quest’anno aumentano le collaborazioni, le participazioni di artisti e studiosi e gli spazi coinvolti. Alle partnership consolidate dell’Istituto Parri e Nosadella.due si aggiunge Nomadica, il Circuito Autonomo per il Cinema di Ricerca.

AA sotto il segno dei 50 anni del Super8, la pellicola in formato ridotto più celebre e popolare, che ha visto da un lato il cinema amatoriale divenire fenomeno di massa e dall’altro una sorprendente persistenza nell’uso che ha superato l’obsolescenza tecnologica arrivando fino a oggi. In apertura, un’anteprima mondiale, 14 Reels, un film collettivo coprodotto da Home Movies per AA: è stato chiesto a 14 filmmakers di diversi paesi di dedicare una bobina S8 alla città in cui vivono o a cui sono legati, una scommessa non senza rischi che ha prodotto una sinfonia della città in formato ridotto. In chiusura, Dimensione Super8 (Italia, 1965-2015), uno sguardo retrospettivo sulla storia di questo formato che ha permesso molte esperienze di cinema libero, indipendente, sperimentale e, ovviamente, amatoriale. Una giornata di studio/happening a cui parteciperanno molti dei protagonisti di questa storia.

Le guerre mondiali sono un’eredità storica che il tempo rischia di cancellare. I superstiti scompaiono. Le immagini, testimoni oculari della storia, possono fare molto. Attraverso Guerra Nostra, film inedito rinvenuto in un archivio di famiglia, e GuerrainFame, il nuovo portale dell’Istituto Parri, sarà mantenuta viva la memoria di eventi che in un’ottica solo celebrativa o acritica rischiano di apparire inattuali, come se non ci riguardassero più.

A essere svelati, durante AA, saranno patrimoni audiovisivi finora inediti e inaccessibili, importanti tasselli della storia di Bologna e non solo: gli archivi dell’Istituto psichiatrico Roncati, dei gruppi della controcultura degli anni ‘80 e ‘90, che fecero del video uno strumento di lotta e sperimentazione, dei movimenti LGBTQI. Siamo convinti che per raccontare il passato e comprendere il presente questi materiali non ufficiali, così fragili, e quindi da conservare e recuperare con particolare attenzione, siano essenziali. E poi, sempre grazie agli archivi, conosceremo da vicino l’esperienza creativa di Monte Olimpino (1962-1972), il laboratorio di cinema di ricerca, condotta da Bruno Munari e Marcello Piccardo.

Il programma, come di consueto, offre proiezioni performative in pellicola con omaggi puntuali a cineasti artisti, come Hannes Schübach che incontrerà il pubblico presentando i suoi poetici 16mm e Gianfranco Brebbia, protagonista dimenticato della storia del cinema sperimentale.

Lungo il programma di AA, le immagini d’archivio accendono un dialogo tra presente e passato, donando nuova luce a fenomeni sociali come il rito del matrimonio o ai luoghi quotidiani che diamo per scontati, come i Giardini Margherita e via del Pratello, a Bologna.

Infine, AA ha sempre sottolineato la necessità di tornare alle immagini intime e ai ricordi personali, come quelli legati a una casa, attraverso l’opera di artisti. Avremo dunque l’occasione di scoprire i bigliettini di Senza memoria (mostra fotografica e video di Simone Martinetto) e le immagini interiori, delicate, di piccoli particolari che ognuno di noi terrebbe dentro di sé se a un certo punto non fosse possibile proiettarle (à propos de Bacchelli 5 di Adelaide Cioni).

Tornando all’immagine di copertina di AA 2015, sottoscriviamo questa citazione di Gustav Malher: «La tradizione è la trasmissione della fiamma, non il culto delle ceneri.»

Home Movies ha creato e gestisce l’Archivio Nazionale del Film di Famiglia, un archivio storico la cui missione è salvare le memorie filmiche private: le pellicole 9,5mm Pathé Baby, 16mm, 8mm e Super 8 girate in famiglia ma non soltanto tra gli anni ’20 e ’80 del secolo scorso. Col tempo il raggio d’interesse e azione di Home Movies si è allargato, includendo nell’attività di recupero anche gli archivi audiovisivi in possesso di soggetti diversi come imprese, scuole, parrocchie, associazioni, artisti. L’Archivio è la prima struttura italiana dedicata al recupero, alla conservazione e alla valorizzazione del cinema privato, e l’unica organizzazione in Italia che svolge la sua attività di raccolta delle pellicole su tutto il territorio nazionale e garantisce la conservazione dei documenti audiovisivi originali.

 

+ + +

CheFare_LogoRGB

Home Movies partecipa con il progetto Home Movies Digital Archive al bando CheFare3 – Cultura e innovazione. Rapporto Confidenziale sostiene Home Movies. Vota e fai votare!

 

aa2015_large_web

 

ARCHIVIO APERTO
23 ottobre – 5 dicembre 2015
PROGRAMMA COMPLETO

#1. Venerdì 23 ottobre – ore 21.00 | Super8 1965-2015 | Live Cinema
14 Reels
• Home Movies – Istituto Parri, via Sant’Isaia, 20 •
Anteprima mondiale. Proiezione con sonorizzazione dal vivo dal duo formato da Francesca Baccolini e Rocco Marchi. 14 bobine, 14 filmmakers, 14 città: un film collettivo in Super 8, a cura di Luca Chinaglia, prodotto da Barnabil, Home Movies, C.R.E.A. e Six Gates Films, 14 Reels (2015, 50’) raccoglie le impressioni di 14 autori sulle loro città. Amsterdam-Jaap Pieters, Beirut-Chantal Partamian, Bologna-Mirco Santi, Bruxelles-Boris Lehman, Genova-Massimo Bacigalupo, Hamburg-Guido Tosi, Ljubljana-Davorin Marc, Los Angeles-Astrid Carlen-Helmer, Lyon-Julien Lingelser, Marseille-Joana Preiss, Milano-Alina Marazzi, Roma-Roberto Nanni, Torino-Tonino De Bernardi, Venezia-Luca Chinaglia.La proiezione rientra nel programma internazionale di Global Super8 Day 2015 – gs8d2015.com.

 

#2. Sabato 24 ottobre – ore 17.00 | Proiezione / Incontro
Instants. Incontro con Hannes Schüpbach
• Home Movies – Istituto Parri, via Sant’Isaia, 20 •
Proiezione film in 16 mm – Anteprima italiana
L’opera dell’artista svizzero Hannes Schüpbach (1965) ruota da sempre intorno ai concetti di movimento e di scoperta attraverso la memoria. Dal 1999, inizia a realizzare dei veri e propri film in 16mm, caratterizzati da atmosfere oniriche e colorate, che enfatizzano l’atto corporeo del vedere e ri-vedere. Epifanie dello sguardo che ci riportano a un’idea di cinema puro, come se scoprissimo per la prima volta il movimento delle immagini. Presentiamo questi film poetici, per la prima volta in Italia, dopo che sono stati ammirati in prestigiosi musei e gallerie di tutto il mondo. Durante l’incontro Instants, Hannes Schüpbach presenterà, dialogando con il pubblico, due programmi di film: nella prima parte Portrait mariage (2000, 16mm, 9’) e Instants (2012, 16mm, 16’) e, nella seconda, la trilogia Spin / Verso / Contour (2011, 16mm, 12’/13’/16’). In collaborazione con Nomadica.

 

#3. Domenica 25 ottobre – ore 10.00-17.00 | Home Movie Day
Visite guidate all’archivio e dimostrazioni pratiche del lavoro di restauro conservativo e digitalizzazione
• Home Movies – Istituto Parri, via Sant’Isaia, 20 •
Appuntamento che si rinnova di anno in anno: ci si rivolge ai possessori di pellicole nei formati 16mm, 9,5mm, 8mm e Super8 che desiderano salvare il loro patrimonio filmico. Gli operatori di HM daranno una consulenza gratuita e illustreranno le modalità di recupero e salvaguardia delle pellicole amatoriali. Priorità agli incontri su appuntamento. Le visite guidate si terranno alle ore 12 e alle ore 15 (si consiglia di prenotare: homemovies.archivioaperto(at)gmail.com). Durante la giornata verranno proiettate a sorpresa alcune produzioni di Home Movies. L’appuntamento rientra nel programma mondiale dell’Home Movie Day (homemovieday.com), a cui Home Movies aderisce dal 2004.

 

#4. Domenica 25 ottobre – ore 18.00 | Performance
Data capture. In search of… di Katherine Bull
• AtelierSì, via San Vitale, 69 •
Katherine Bull (1974) è un’artista sudafricana il cui poliedrico lavoro spazia tra l’arte performativa, la pittura e il disegno.
Data capture. In search of… è l’evento finale della sua residenza bolognese, Interface. A partire da una selezione di video attuali realizzati dall’artista a Bologna o intercettati da fonti online, posti in dialogo con filmati familiari originali della città dell’archivio Home Movies, Bull realizzerà un lavoro pittorico in analogico e digitale mettendo in atto un’esperienza che restituisce l’idea di una “visione stereo” sul tempo e lo spazio. Relazionandosi con le immagini in movimento vissute fisicamente e attraverso il filtro di dispositivi, l’azione verte sulla possibilità di catturare il momento presente. A cura di Nosadella.due e AtelierSì.

 

#5. Lunedì 26 ottobre – ore 18.30 | Proiezione / Incontro
Filmare con lentezza. Il lavoro agricolo, il cibo e la cultura materiale nel cinema amatoriale (1930-1980)
Aperitivo con proiezione di immagini di Home Movies
• Piazza Scaravilli •
La cultura del lavoro nei campi che l’industria del cibo e lo sfruttamento non hanno completamente distrutto. C’è chi difende e rilancia un’agricoltura rispettosa di ritmi della natura e dell’uomo. Senza nostalgia, i materiali di Home Movies ci mostrano che un’altra agricoltura è possibile. Proiezione di una selezione di immagini riguardanti il lavoro agricolo e la cultura materiale e alimentare provenienti dai fondi filmici conservati in archivio accompagnata da una degustazione di prodotti tipici offerti dai produttori di CampiAperti.

 

#6. Martedì 27 ottobre – ore 17.00-20.00 | World Day for Audiovisual Heritage UNESCO | Workshop
La valorizzazione del patrimonio di Home Movies
• Home Movies – Istituto Parri, via Sant’Isaia, 20 •
Saranno presentati i progetti, le produzioni, le ricerche in corso che hanno per oggetto i contenuti dell’Archivio Nazionale del Film di Famiglia. Un’occasione per delineare lo stato dell’arte e per sviluppare la discussione sulle problematiche del riuso del patrimonio filmico privato. Interverranno i responsabili dei progetti, produttori e autori. (Posti limitati, si consiglia l’iscrizione su: homemovies.archivioaperto(at)gmail.com).

 

#7. Martedì 27 ottobre – ore 21.00 | Proiezione / Incontro
Per Tutta la Vita di Susanna Nicchiarelli*
• Kinodromo c/o Cinema Europa, via Pietralata, 55/a •
A quarant’anni dal referendum sul divorzio (1974), una riflessione sulla battaglia civile che c’è stata e su cosa significava sposarsi prima e dopo la legge. Attraverso il racconto fatto dai protagonisti di storie d’amore finite bene o male, e le immagini del passato, si riflette sulla possibilità dell’amore eterno, mentre un’etologa ci aiuta a rispondere alla domanda che sottostà a tutta la questione: la coppia è un fatto sociale o un fenomeno naturale? Per tutta la vita (2014, 52’) riflette sul rito del matrimonio e sull’evoluzione della società e dell’emancipazione femminile prima e dopo il cambiamento intorno a quel progetto di vita a due forzatamente “per sempre”. Al termine della proiezione, una discussione con la regista sui temi del film in collaborazione con la Biblioteca Italiana delle Donne.

 

#8. Venerdì 30 ottobre – ore 17.30 | Proiezione / Incontro
Fuori di Qui. Storie di pazienti dagli archivi video della riforma psichiatrica a Bologna
• Biblioteca della Salute Mentale e delle Scienze Umane, via Sant’Isaia, 90 •
1978, l’anno dell’entrata in vigore della Legge 180, la “Legge Basaglia”, che segna l’inizio di un lungo processo di deistituzionalizzazione dei pazienti psichiatrici fino a quel momento rinchiusi nei manicomi. A Bologna, in una delle realtà più avanzate del paese, le dimissioni dei ricoverati dell’Ospedale Psichiatrico Provinciale “F.Roncati” avvengono proponendo ai pazienti soluzioni differenziate in relazione alle loro necessità, desideri e aspettative di vita. Home Movies ha collaborato con l’Istituzione G.F. Minguzzi al recupero di oltre 100 ore di filmati che documentano le attività del tempo, finalizzate a condividere l’idea che “uscire dal manicomio” fosse possibile. Alla presentazione parteciperanno alcuni protagonisti di quell’esperienza. In collaborazione con Istituzione Gian Franco Minguzzi della Città Metropolitana di Bologna.

 

#9. Sabato 31 ottobre – ore 18.00 | Proiezione / Incontro
Città-Stato (’92-’94) di Giuseppe Spina
• Spazio Menomale, via De Pepoli, 1/a •
Tra il 1992 e il 1994, mentre in Italia la magistratura cercava di colpire la corruzione politica e imprenditoriale, in Sicilia imperava una situazione di caos allucinato e di morte. La “città-Stato” era il luogo di sperimentazione politica ed economica, un laboratorio dei metodi di prevaricazione sulla Legge. Città-Stato (2008-2015) è realizzato utilizzando immagini d’archivio S-VHS girate in quegli anni. Work-in-progress costante, la versione presentata durante Archivio Aperto è la quinta versione, smontata e ri-montata, del film. Proiezione e incontro con l’autore in collaborazione con Nomadica.

 

#10. Domenica 1 novembre – ore 18.00 | Proiezione / Incontro
La voglia giovane. Video-attivismo e sperimentazione a Bologna fra gli anni ‘80 e ‘90
• LOFT Kinodromo, via San Rocco, 16/c (evento riservato ai soci AICS) •
La Pantera, la guerra in Kuwait e in Iraq, l’Isola Nel Kantiere, le occupazioni di via del Pratello. I Massimo Volume, i Disciplinatha, le Posse, Cavalla Cavalla. L’esigenza, da parte di un gruppo di giovani appassionati di musica, video sperimentale e cultura cyberpunk, di condurre una vita libera. Questi alcuni dei temi dei materiali video al centro dell’incontro, immagini che evocano la straordinaria stagione creativa che Bologna attraversò alla fine degli anni ’80 e l’inizio degli ’90. Progetto a cura di Lino Greco e Diego Cavallotti. In collaborazione con Modo Infoshop.

 

#11. Lunedì 2 novembre – ore 21.00 | Live Cinema
Guerra Nostra – La Grande Guerra inedita. Proiezione con sonorizzazione dal vivo di Roberto Paci Dalò
• Oratorio di San Filippo Neri, via Manzoni, 5 •
Il documentario (1927, 45’), curato da Luciano De Feo, è uno dei primi film sulla Grande Guerra realizzati con materiali d’archivio: un interessantissimo caso di rievocazione storica di propaganda, nonché il modello a cui si rifanno le produzioni successive. Nel 1928 è distribuita una versione ridotta in 9,5mm per un’ampia diffusione nelle case degli italiani. Questa versione, la sola attualmente disponibile, è stata digitalizzata in 2K a partire da un esemplare conservato da Home Movies, nell’ambito di un progetto sostenuto dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna che collabora anche all’organizzazione della serata mettendo a disposizione gli spazi. Ingresso libero con precedenza a inviti e prenotazioni. Per prenotare, fino ad esaurimento posti, contattare homemovies.archivioaperto(at)gmail.com.

 

#12. Mercoledì 4 novembre – ore 12.00 | Proiezione / Incontro
Presentazione del portale GuerrainFame
• Istituto Parri, via Sant’Isaia, 20, Sala del Refettorio •
Presentazione del portale dedicato al rapporto tra il cibo e la guerra (prima e seconda) e nel periodo tra le due. Finalità del portale è la divulgazione dei temi legati alla mal/nutrizione, al consumo e alla produzione alimentare in quel complesso periodo storico. Progetto a cura degli Istituti Storici dell’Emilia-Romagna in Rete, col supporto della Regione Emilia-Romagna.

 

#13. Giovedì 5 novembre – ore 18.00 | Incontro
Presentazione dell’Archivio Out-Takes
• Cassero, via Don Minzoni, 18 •
L’Archivio Out-Takes è un progetto di raccolta, restauro, conservazione, digitalizzazione e divulgazione della memoria audiovisiva del movimento LGBTQI attraverso i materiali girati o raccolti da militanti e videoamatori: eventi politici, quotidiani e tutto ciò che riguarda la vita delle persone e della comunità LGBTQI. Out-Takes vuole valorizzare le raccolte private e pubbliche di questi materiali, compiendo una prima elaborazione sistematica della memoria visiva e storica del movimento LGBTQI. Progetto a cura di Simone Cangelosi. In collaborazione con Gender Bender.

 

#14. Venerdì 6 novembre – ore 18.00 | Incontro
Presentazione del contest Matrimonio all’Italiana
• Nosadella.due, via Nosadella, 2 •
Nosadella.due e Home Movies, in collaborazione con Gender Bender, lanciano un contest per progetti artistici sul tema del rito del matrimonio. La famiglia è forse l’istituzione che più ha caratterizzato nel tempo l’identità nazionale. E ancora oggi è un “valore” che non viene meno, pur nelle sue profonde trasformazioni. Ma cos’è diventata? Nei film che hanno immortalato il rito del matrimonio possiamo ritrovare tracce del nostro passato, in quello che le immagini mostrano e raccontano e in quello che le immagini mancate e mancanti non dicono, perché gli unici ricordi ammessi sono quelli felici. Home Movies metterà a disposizione film amatoriali sui matrimoni italiani, girati dagli anni ‘20 agli anni ‘80, per artisti, di ogni disciplina, che vogliano proporre un progetto da realizzare sulla base di una loro interpretazione contemporanea.

 

#15. Sabato 7 novembre – ore 18.00 | Proiezione / Incontro
La Notte del Pratello – Reading di Emidio Clementi
• Libreria Coop Zanichelli, Piazza Galvani, 1/h •
Rievocazione del Pratello dei primi anni ’90, con le parole del libro cult di Emidio Clementi e le immagini d’archivio in cui ritroviamo gli stessi luoghi, le stesse presenze e gli stessi personaggi di quegli anni che hanno ispirato un romanzo su un momento storico ed esperienze vissute in prima persona. “Sentivo che c’era una storia. Avevo dei personaggi che anche Balzac mi avrebbe invidiato. Non potevo non scriverla”. L’appuntamento rientra anche nel programma del Festival Scriba.

 

#16. Giovedì 12 novembre – ore 18.00 | Installazione
à propos de Bacchelli 5 di Adelaide Cioni*
• Mambo, Museo d’Arte Moderna di Bologna, via Don Minzoni, 14 (fino a domenica 22 novembre) •
L’installazione prende spunto dai particolari degli oggetti della casa bolognese dove l’artista ha vissuto per più di trent’anni, fino al 2009. Prima di abbandonarla, disegna e prende le misure di alcuni dettagli delle stanze per lei particolarmente preziosi ma apparentemente insignificanti all’occhio esterno: un termosifone, l’interruttore della luce, un quadro… Incidendo direttamente su pellicola, l’artista proietta le diapositive dei suoi ricordi con i mitici Kodak Carousel e riempie lo spazio di una memoria intima e soffusa di momenti così personali da attivare l’immaginario privato di ognuno di noi. In collaborazione con Nosadella.due. Inaugurazione a ingresso libero, per le modalità di accesso successive e gli orari, si vedano le condizioni di accesso del Mambo.

 

#17. Sabato 14 novembre – ore 18.00 | Installazione
Senza la Memoria di Simone Martinetto
• AtelierSì, via San Vitale, 69 (fino a venerdì 4 dicembre) •
Senza la memoria è un’installazione variegata, di fotografie, biglietti e film, che trova approdo ad Archivio Aperto dopo avere viaggiato in oltre 20 esposizioni in Europa e negli Stati Uniti. L’opera ruota intorno alla nonna dell’autore, Valentina, alla sua impossibilità di ricordare per oltre 2 minuti e ai bigliettini e post-it che riempivano la sua casa di promemoria e istruzioni per l’uso. L’artista offre una riflessione delicata sulle modalità del ricordo, l’importanza della memoria e le tracce che lasciamo nel mondo. Per la prima volta l’installazione verrà accompagnata da un montaggio di immagini tratte dai film di famiglia in 8mm, recuperati dall’autore grazie a Home Movies. In collaborazione con AtelerSì e Nosadella.due. La mostra sarà accompagnata dalla presentazione del libro Senza la Memoria (19 novembre, ore 19.00) e dal workshop Il libro fotografico con Simone Martinetto (21-22 novembre). Per le modalità di partecipazione al workshop, e per gli orari di apertura della mostra, si veda il programma di AtelierSì (ateliersi.it).

 

#18. Domenica 15 novembre – ore 15.00 | Trekking Urbano
Trekking Urbano a cura di Atopie Sottili*
• Luogo di ritrovo: Le Serre dei Giardini Margherita, via Castiglione, 134 •
Trekking Urbano che condurrà i visitatori alla scoperta della storia e dei luoghi noti e meno noti dei Giardini Margherita. Al termine del trekking merenda per i partecipanti fornita dalle Serre dei Giardini Margherita. Evento con posti limitati, sarà chiesto un contributo per l’organizzazione. Per informazioni e prenotazioni contattare atopiesottili.as(at)gmail.com.

 

#19. Domenica 15 novembre – ore 18.00 | Live Cinema
Nella gabbia del leone. I Giardini Margherita dei bolognesi
• Le Serre dei Giardini Margherita, via Castiglione, 134 •
Proiezione con sonorizzazione live di Valeria Sturba e Vincenzo Vasi. Il leone Reno, la leonessa Sciascia, le gare motociclistiche. Le giostre, il trenino e i romantici giri in barca sul laghetto. Un tuffo nel passato dei Giardini Margherita con le immagini girate dalle famiglie bolognesi tra gli Anni Quaranta e gli Anni Ottanta. La proiezione, nella gabbia del leone, delle immagini provenienti dall’archivio è realizzata in collaborazione con Kilowatt.

 

#20. Sabato 21 novembre – ore 11.00-17.30 | Workshop
Un Giorno a Monte Olimpino. Munari/Piccardo e il Laboratorio di Cinema di Ricerca (1962-1972)*
• Spazio Menomale, via De Pepoli, 1/a •
Incontro con Andrea Piccardo e proiezione di materiali. Lo Studio di Monte Olimpino, Laboratorio di cinema di ricerca, nasce nel 1962, vicino a Como, per iniziativa di Bruno Munari e Marcello Piccardo. Per circa dieci anni lo Studio rappresenterà un luogo distintivo della ricerca cinematografica in Italia e produrrà, fino al 1972, film di ricerca, film d’informazione pubblicitaria e, successivamente, cinema fatto dai bambini. Andrea Piccardo – l’unico dei cinque figli a continuare la ricerca dello Studio – e il Laboratorio ricerche e realizzazioni audiovisive di Pisa, instaureranno poi una collaborazione con Franco Basaglia per dare vita, a Trieste, all’esperienza del cinema fatto dai “matti”. Incontro e proiezione di materiali estratti dall’Archivio dello Studio di Monte Olimpino a cura di Nomadica. Posti limitati, per informazioni e modalità d’accesso consultare nomadica.eu/atelier.

 

#21. Venerdì 27 novembre – ore 22.00 | Live Cinema
Idea assurda per un Filmaker. Gianfranco Brebbia e il cinema sperimentale negli anni Sessanta e Settanta*
• Raum, via Ca’ Selvatica, 4/d •
L’archivio di Gianfranco Brebbia (1923-1974) è una recente e sorprendente scoperta. L’autore ha lavorato in Doppio8 e Super8 tra gli anni ’60 e i ’70, da cineasta indipendente, ai margini della scena italiana underground. Nei suoi film, rapidissimi e ipercromatici flussi visivi si alternano a doppie esposizioni e riprese liriche sul paesaggio alla ricerca delle potenzialità espressive del mezzo. Home Movies, in linea con un percorso di riscoperta e valorizzazione filologica, ambisce a riproporre il modello performativo dell’epoca, proiettando l’insieme di bobine associate al progetto di cinema espanso Idea assurda per un filmaker, integrando anche i nastri magnetici da 1/4” che l’autore abbinava ad alcuni film. In collaborazione con Xing e con la rassegna Meta-Cinema dell’Accademia di Belle Arti di Bologna.

 

#22. Sabato 5 dicembre – ore 11.00 | Workshop / Proiezione
Dimensione Super8: Italia, 1965-2015*
• Spazio Menomale, via De Pepoli, 1/a •
Giornata di incontri con proiezioni fino a tarda sera, che riprende la mitica rassegna Dimensione Super8 (Roma, 1975), il cui programma sarà il punto di partenza per una discussione con alcuni dei protagonisti di allora, filmmakers e curatori. L’ambizione di questa giornata va ben al di là della rievocazione: è necessaria una riflessione storica sull’uso e la diffusione del Super8 lungo tutto il corso della sua storia: quarant’anni fa il dibattito si rivolgeva a un futuro che ora è un passato da verificare. In collaborazione con Nomadica. Il programma dettagliato sarà diffuso successivamente. Posti limitati, per informazioni e modalità d’accesso consultare nomadica.eu/atelier.

 

+ + +

 

Hannes Schüpbach | Instants, 2013

Hannes Schüpbach | Instants, 2013

Hannes Schübach | Foto di Jiajia Zhang

Hannes Schübach | Foto di Jiajia Zhang

 

+ + +

 

Tutte le iniziative sono a ingresso libero, tranne quelle segnalate con (*) per le quali valgono le condizioni di accesso dei luoghi che le ospitano.

 

+ + +

 

aa2015_large_web

homemovies.it/archivioaperto

 

+ + +

 

Archivio Aperto è un progetto di Home Movies

in collaborazione con Istituto per la Storia e le Memorie del Novecento Parri E-R, Nosadella.due e Nomadica, con il sostegno del Comune di Bologna, in collaborazione con Fondazione del Monte, Accademia delle Belle Arti di Bologna, Mambo, Biblioteca della Salute Mentale e delle Scienze Umane ‘Minguzzi’, Ateliersì, Kinodromo, Biblioteca Italiana delle Donne, Xing, Atopie Sottili, Modo Infoshop, Archivio Out-Takes, Gender Bender, Festival Scriba, Kilowatt, Campi Aperti e Coop Adriatica. Media partner: ilDocumentario.it e Mediacritica.
Partner tecnici: BraDypUS e Kiné.

Programma a cura di Paolo Simoni (direzione), Mirco Santi, Ilaria Ferretti, con Giuseppe Spina, Giulia Mazzone, Elisa Del Prete
Organizzazione: Lucia Tralli
Logistica: Chiara Petrucci
Collaboratori: Claudio Giapponesi, Gisella Gaspari, Luisa Cigognetti, Alice Diacono, Alice Tonini, Giuseppe Fara, Rossella Corea, Luciana Apicella, Diego Cavallotti, Lino Greco, Simone Cangelosi
Comunicazione, grafica e web: Erika Vecchietti
Ufficio stampa: Matteo Pasini

Archivio Nazionale del Film di Famiglia
Home Movies
Via Sant’Isaia 18 – 40100 Bologna
Website: homemovies.it
Email: info(at)homemovies.it

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+