34. Bergamo Film Meeting // Omaggio a Anna Karina

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Anna Karina01

34. Bergamo Film Meeting
Omaggio a Anna Karina

Di origine danese, arrivata in Francia nel 1958, inizia la sua carriera come modella per Pierre Cardin e Coco Chanel. Viene notata da Jean-Luc Godard, con il quale inizia un percorso cinematografico, che la vedrà come protagonista di otto suoi film e che sposa nel 1961: un sodalizio artistico e umano che dura fino al 1968. Il primo film è Le petit soldat (1960), dove interpreta la parte di Véronica Dreyer, una ex modella legata sentimentalmente a un terrorista di estrema destra. Grazie a Godard, diventa in quegli anni un’icona della Nouvelle Vague, l’immagine di una donna libera, fuori dagli schemi, inquieta e sognatrice, che si muove entro trame narrative continuamente stravolte dal regista francese, con echi che vanno dal noir al thriller, al road movie. Nel frattempo ricopre importanti ruoli da protagonista in Suzanne Simonin, la religieuse de Denis Diderot (Suzanne Simonin la religiosa, 1966) di Jacques Rivette, tratto dal racconto di Diderot, una delle sue prove più intense, e in Lo straniero (1967) di Luchino Visconti. Dopo questo periodo molto attivo, la ritroviamo ancora in film di registi di grande rilievo internazionale: recita in Laughter in the Dark (In fondo al buio, 1969) di Tony Richardson, Pane e cioccolata (1974) di Franco Brusati e Chinesisches Roulette (Roulette cinese, 1976) di Rainer Werner Fassbinder. Personalità oltremodo versatile, nel 1973 fa il suo debutto alla regia con Vivre ensemble, nel quale è anche attrice. Collabora alla sceneggiatura e recita in Last Song, del marito Dennis Berry, nel 1987. Per il teatro, recita, tra l’altro, nell’adattamento di Rivette di La religiosa e in Après le répétition di Ingmar Bergman. Anna Karina ha al suo attivo anche una significativa carriera di cantante. All’inizio degli anni ‘60 interpreta due dei maggiori successi francesi dell’epoca, Roller Girl e Sous le soleil exactement, entrambe dalla commedia musicale televisiva Anna (1967) di Pierre Koralnik, dove recita e canta al fianco di Serge Gainsbourg (autore della sceneggiatura, insieme a Jean-Loup Dabadie) e Jean-Claude Brialy.

In collaborazione con la Cineteca di Bologna.

Anna Karina sarà presente a Bergamo Film Meeting dal 10 al 12 marzo.

Incontri con Anna Karina

Venerdì 11 marzo | spazio BFM Bookshop

ore 12.00: incontro stampa, l’appuntamento sarà moderato da Olivier Seguret, critico cinematografico, giornalista culturale, esperto di videogiochi, ex-“Libération”, autore del libro Godard vif.

ore 19.00: incontro con il pubblico, moderato da Jean Douchet, critico, storico, scrittore e insegnante di cinema, cineasta e autore di numerose pubblicazioni su Jean-Luc Godard, Alfred Hitchcock e Friedrich Wilhelm Murnau tra gli altri.

I film in programma

Ce soir ou jamais di Michel Deville, Francia, 1961
Une femme est une femme di Jean-Luc Godard, Francia, Italia, 1961
Vivre sa vie: film en douze tableaux di Jean-Luc Godard, Francia, 1962
L’étranger di Luchino Visconti, Italia, Francia, Algeria, 1967
Bande à part di Jean-Luc Godard, Francia, 1964
Pierrot le fou di Jean-Luc Godard, Francia, Italia, 1965
Suzanne Simonin, la religieuse de Diderot di Jacques Rivette, Francia, 1966
Anna di Pierre Koralnik, Francia, 1967
Laughter in the Dark di Tony Richardson, Gran Bretagna, Francia, 1969
Vivre ensemble di Anna Karina, Francia, 1973
Pane e cioccolata di Franco Brusati, Italia, 1974
Chinesisches Roulette di Rainer Werner Fassbinder, Repubblica Federale Tedesca, Francia, 1976

Bergamo Film meeting

BFM34_AnnaKarina

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+