James Franco | My Own Private River (2012)

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrEmail this to someonePrint this page

Non è solo e soltanto una questione d’amore questo controverso film di montaggio diretto da James Franco a partire dagli shot non utilizzati da Gus Van Sant e nemmeno una semplice operazione d’archeologia cinefila. My Own Private River è un poderoso omaggio a un grandissimo regista ed è una gioia per gli occhi poter riscoprire immagini altrimenti perdute – su tutte gli splendidi inserti di cieli e paesaggi urbani velocizzati così tipici del cinema di GVS. My Own Private Idaho, indiscutibilmente tra le opere più importanti del cinema indipendente anni ’90, risplende in quest’opera – al netto delle velleità registiche di Franco – in tutta la sua sfavillante ricchezza: attori in stato di grazia, location incredibili e quella fortissima attenzione alla realtà all’interno della quale creare la finzione cinematografica.

Il film nasce dall’incontro tra Franco e Gus Van Sant sul set di Milk (2008) e dallo sviluppo (finanziato da Gucci) di venticinque ore di materiale mai utilizzato dal regista di Louisville (l’idea iniziale di Franco era di un film di dodici ore). Una volta concluso il lavoro, l’opera è stata proposta in una manciata di proiezioni pubbliche negli Stati Uniti e poi, ad un certo punto, la sua circolazione si è bruscamente interrotta e il film è scomparso. A oggi infatti non è stato pubblicato in DVD o VOD per il veto posto dalla famiglia Phoenix, dalla New Line e dallo stesso Van Sant (online erano nate anche alcune petizioni che ne richiedevano la pubblicazione).

Con un’operazione decisamente spericolata – molto punk – abbiamo pensato fosse interessante condividere con i nostri lettori questo documentario altrimenti invisibile che un po’ casualmente abbiamo rinvenuto in quel poderoso archivio di immagini che è YouTube (ma da dove viene fuori questo file?). Al di là di ogni possibile polemica riteniamo siano davvero immagini straordinarie che oltre alle cose già dette ci riportano alla memoria l’incredibile talento di River Phoenix che con quest’opera, a soli ventuno anni, ha scritto indelebilmente il proprio nome nella storia del cinema.

 

My Own Private River
by James Franco (2012)
musiche dei R.E.M





Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrEmail this to someonePrint this page