Chicago 10 > Brett Morgen

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Chicago1001

Articolo pubblicato su RC numero2 | febbraio’08 (pag. 35)
free download 8.24.2ftp

Trama

È il 1968 e, mentre la guerra in Vietnam è in pieno svolgimento, a Chicago il partito democratico organizza un raduno nazionale che ha lo scopo di esprimere il candidato alla presidenza del Paese. Quando la decisione del sindaco della città di negare agli oppositori della guerra il permesso di manifestare pacificamente, con il pretesto di evitare scontri tra polizia e manifestanti, la rivolta del movimento pacifista fa sì che il governo arresti otto attivisti e li porti in tribunale per un processo che vuole essere dimostrativo.

Commento

Brett Morgen è più interessato a mostrare gli eventi che hanno seguito gli scontri di strada tra il movimento hippie e i brutali squadroni della polizia, avvenuti a margine della convention democratica del 1968 a Chicago, che gli scontri stessi, che vengono comunque riproposti attraverso riprese televisive e filmati amatoriali dell’epoca (sottolineati dalle musiche, tra gli altri, di Beastie Boys e Rage Against the Machine a sottolineare un parallelismo tra gli eventi di allora e le rivolte contro le più recenti guerre volute dagli Stati Uniti).
Il per nulla equo processo seguito all’arresto di otto attivisti poi entrati nella storia degli Stati Uniti (tra cui Jerry Rubin e Abbie Hofmann – co-fondatori del movimento – e il leader pacifista David Dellinger), nelle intenzioni una bomba mediatica contro i dimostranti e a favore del governo, si rivolterà alla fine contro i suoi fautori, malgrado le condanne avvenute grazie a un’iniqua legge anti-sommossa creata ad hoc.
Il regista alterna l’interessante materiale d’archivio che testimonia la sommossa alla ricostruzione in rigoroso ordine cronologico, attraverso bellissime immagini animate, delle fasi del processo – presieduto dal discusso giudice Julius Hoffman – di cui peraltro non esistono immagini filmate, tralasciando volutamente alcuni momenti salienti dell’epoca (l’assassinio di e citandone fugacemente altri (l’assassinio di Martin Luther King).
l regista invita esplicitamente chi volesse conoscere la storia a leggere i libri e chi volesse vivere l’esperienza legata agli eventi che racconta a vedere il suo film. Obiettivo perfettamente raggiunto.

Roberto Rippa

Il regista

Diplomatosi in arte drammatica a New York, Brett Morgen esordisce alla regia con Ollie’s Army, documentario sulla campagna elettorale del candidato senatore Oliver North, noto anche per essere stato coinvolto, sotto la presidenza Reagan, nella vendita clandestina di armi americane all’Iran.
Tre anni dopo, nel 1999, firma On the Ropes, documentario su tre giovani pugili fuori e dentro il ring che viene candidato all’Oscar. Del 2001 è Say It Loud: A Celebration of Black Music in America, mentre l’anno dopo realizza The Kid Stays in the Picture, sulla figura del celebre produttore cinematografico Robert Evans. Morgen è attivo anche come autore di pubblicità.

Chicago 10 (USA, 2007)
Regia e sceneggiatura: Brett Morgen
Animazioni: Joao G. Amorim (capo dell’animazione), Lisa Daly (animatrice), Larry Ruppel (animatore dei personaggi), Anthony Santoro (disegnatore dei personaggi), Mary Varn (animatrice), Florian Wagner (animatore)
Musiche originali: Jeff Danna
Montaggio: Stuart Levy, Kristina Boden
Con le voci di: Nick Nolte, Mark Ruffalo, Roy Scheider, Hank Azaria, Liev Schreiber, Jeffrey Wright, Dylan Baker
103’

Chicago 10 è stato presentato nel 2007 al Chicago International Film Festival, dove ha ottenuto il premio Silver Hugo come migliore documentario, e al Festival Internazionale del Film di Locarno (Svizzera).

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+