Alba Rohrwacher alla Cineteca Nazionale (CSC)

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

rohrwacher

Martedì 23 febbraio 2010 al cinema Trevi, giornata dedicata ad Alba Rohrwacher, ex allieva del Centro Sperimentale di Cinematografia.

 

ALBA ROHRWACHER alla CINETECA NAZIONALE – CINEMA TREVI
Vicolo del Puttarello, 25, Fontana di Trevi Roma

 

Alba Caterina Rohrwacher nasce a Firenze nel 1979, da padre tedesco e madre italiana. Inizia prestissimo, seguendo stage e laboratori con Emma Dante e Valerio Binasco. Frequenta poi l’Accademia dei Piccoli a Firenze e la Compagnia De’Pinti. Nel 2003 si diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia. Esordisce nel film di Carlo Mazzacurati, L’amore ritrovato (2004). Seguiranno il discusso Melissa P. (2005) di Luca Guadagnino, l’episodio diretto da Claudio Cupellini La donna del mister del film collettivo 4-4-2 – Il gioco più bello del mondo (2006) e Che cosa c’è (2007) di Peter Del Monte. Ma la consacrazione arriva nel 2006 quando Alba interpreta la sorella tutta amore e politica di Elio Germano e Riccardo Scamarcio in Mio fratello è figlio unico di Daniele Luchetti e in Giorni e nuvole di Silvio Soldini, in cui dà corpo e voce alla figlia ventenne di Antonio Albanese e Margherita Buy, vincendo il David di Donatello come miglior attrice non protagonista e il Ciak d’Oro quale rivelazione dell’anno. È protagonista di Riprendimi, presentato al Sundance Film Festival 2008, ricevendo una nuova candidatura come miglior attrice ai Nastri d’Argento, ed è al fianco di Moretti in Caos Calmo di Antonello Grimaldi. È nuovamente protagonista in un ruolo molto difficile e delicato ne Il papà di Giovanna (2008) di Pupi Avati, per il quale vince il David di Donatello, quale miglior attrice protagonista. Autentico talento di rara sensibilità, capace d’interpretare ruoli difficili e complessi senza mai cadere nella caricatura, è stata giustamente omaggiata nel 2009 durante il festival Maremetraggio di Trieste. E il presente appare sempre più roseo per la giovane attrice: è protagonista in svariati film, da Due partite di Enzo Monteleone a Io sono l’amore di Guadagnino, sino al recente L’uomo che verrà di Giorgio Diritti, opera drammatica e di rara intensità. Nel 2010 la vedremo accanto a Pierfrancesco Favino in Cosa voglio di più di Silvio Soldini, ma anche nell’adattamento di Saverio Costanzo del romanzo bestseller di Paolo Giordano, La solitudine dei numeri primi. Sicuramente il miglior cinema italiano passa anche e soprattutto attraverso il volto e il corpo di questa già grande attrice dal cognome così strano da non dimenticarsene mai.

ore 17 – Mio fratello è figlio unico di Daniele Luchetti (2007, 100′)
ore 19 – Riprendimi di Anna Negri (2008, 96′)
ore 21 – Incontro moderato da Enrico Magrelli con Alba Rohrwacher
a seguire
La gioia degli altri di Marco Danieli (corto CSC, 2006)
Il papà di Giovanna di Pupi Avati (2008, 104′)

 

[Fonte: http://www.snc.it]
 


* * *
CINETECA NAZIONALE – CINEMA TREVI
Vicolo del Puttarello, 25, Fontana di Trevi Roma
tel. 06.6781206, salatrevi@fondazionecsc.it

L’attività di programmazione al cinema Trevi fa parte della funzione di Diffusione Culturale della Cineteca Nazionale:
• Conservatore: Enrico Magrelli (segreteria: 06.72294371)
• Responsabile Diffusione culturale: Laura Argento (06.72294316)
• La programmazione è curata da Domenico Monetti (06.72294301) e Luca Pallanch (06.72294389), con la collaborazione di Maria Coletti, Juan Del Valle, Annamaria Licciardello (salatrevi@fondazionecsc.it)
• comunicazione culturale e documentazione: Silvia Tarquini
(06.72294393, comunicazione@fondazionecsc.it)
• ufficio stampa: Susanna Zirizzotti e Valentina Contessi
(06.72294260, comunicazione@fondazionecsc.it)
• direttrice di sala: Laura Bartoletti (06.6781206)
proiezionisti: Giorgio Simoni, Christian Saccoccio, Barbara Pullerà

INGRESSO: interi € 4,00 | ridotti € 3,00 | tessera per 10 ingressi, con validità di un anno dalla data di acquisto € 20.
COME ARRIVARE
– metro A, fermata Barberini

– autobus: via del Tritone : 52-61-62-63-71–80–95–11 6–119-175-492-590 > via del Corso : 62-63

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+