Visioni italiane 2010

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

visioniitaliane2010

VISIONI ITALIANE

16° Concorso nazionale per corto e mediometraggi
24-28 febbraio 2010. Bologna

 

visioni_italiane_2010

Presentazione
I tagli di bilancio ci hanno costretti a rinunciare al nostro festival Officinema e a chiudere, dopo undici anni la rassegna dedicata alle Scuole europee di cinema. Sopravvive Visioni Italiane, grazie al suo budget lillipuziano e alla massa di materiali che, puntualmente, da sedici anni, arrivano in Cineteca, da tutta Italia per concorrere a questa manifestazione. È commovente vedere quanta urgenza di raccontare i problemi del paese abbiano i nuovi cineasti italiani e, al contrario, quanto poco della loro passione e del loro impegno civile, venga accolto dal sistema televisivo nazionale o abbia la possibilità di approdare in sala.
Visioni Italiane è lo specchio di un paese pieno di potenzialità e talenti che vengono tenuti ai box, a motore spento, negando loro qualsiasi prospettiva. Ma i segnali che ci vengono dalla selezione di Visioni Italiane e dalle ultime settimane di programmazione delle nostre due sale non sono negativi, anzi. Il successo di L’uomo che verrà è la dimostrazione che un cinema di qualità, di forte impatto civile e poetico e innovativo nelle forme espressive può esistere e può realizzarsi in Emilia-Romagna. Così come i tanti film selezionati per il premio De Nigris, realizzati nelle scuole primarie e secondarie della nostra Regione, sono un esempio di come, anche se tra mille difficoltà, gli insegnanti continuino, con impegno e coraggio, a formare innovando, utilizzando il linguaggio delle immagini.
Questi segnali ci spingono ad affermare che è proprio di fronte alle difficoltà crescenti che le istituzioni culturali debbono raddoppiare la sfida. Da Visioni Italiane nasce quindi un nuovo appuntamento della nostra programmazione: tutti i lunedì, in sala Mastroianni, mostreremo dei piccoli film indipendenti, differenti, sorprendenti, che pensiamo siano meritevoli di avere la possibilità di trovare un pubblico e di essere difesi, mantenendoli in cartellone anche nei lunedì successivi. Inizieremo con due piccoli, grandi film, che presenteremo a Visioni Italiane, alla presenza degli autori: La paura di Pippo Delbono e La bocca del lupo di Pietro Marcello. Con la speranza (anzi, la convinzione) che esiste un pubblico curioso, affamato di novità (e di diversità), non pago di quello che offre il mercato.
Giuseppe Bertolucci – Gian Luca Farinelli

I luoghi del festival


• Cinema Lumière
Via Azzo Gardino, 65 – 40122 Bologna
tel.: 0512195311
Sala Cervi
Via Riva di Reno 72 – 40122 Bologna
Ufficio ospitalità durante il festival
Atrio Biblioteca Renzo Renzi – Via Azzo Gardino 65
tel.: 051 2194836
Caffetteria e bookshop. Modo Infoshop
www.modoinfoshop.com

• VISIONI ITALIANE
Il concorso Visioni Italiane si è sempre differenziato per il suo carattere non esclusivo che permette agli autori che hanno già presentato dei lavori ad altri festival di partecipare anche alla kermesse bolognese. Questo perché riteniamo indispensabile, vista la scarsa diffusione del cortometraggio, non limitare la partecipazione agli inediti.
Dopo sedici edizioni, Visioni italiane prosegue il proprio cammino di scoperta e valorizzazione dei giovani autori italiani, che nonostante la crisi, non solo economica, vedono ancora nel mezzo cinematografico uno strumento necessario di espressione del proprio sentire. Quest’anno abbiamo selezionato 28 corto e mediometraggi, opere molto diverse tra loro: cortometraggi d’animazione, film sperimentali nel linguaggio utilizzato, storie intimiste, una panoramica che riteniamo curiosa e significativa della produzione dell’ultimo anno.
Tra i riconoscimenti assegnati ai vincitori del concorso, oltre ad un premio in denaro e a due menzioni speciali, viene consegnato il premio Kodak consistente in 3000 Euro in pellicola cinematografica negativa colore o bianco e nero nei formati 35 o 16mm a scelta del vincitore.

I selezionati dell’edizione 2010
DALL’ALTRA PARTE DELLA STRADA (Italia/2009) di Filippo Ticozzi (29’)
LA CONQUISTA DELL’AMERICA (Italia/2009) di Mattia Petullà (20’)
DIESIS 3 (Italia/2009) di Franke Frigo (12’30")
DUEDITRE (Italia/2009) di Stefano Lodovichi (10’)
FINO ALLA FINE (Italia/2009) di Valerio Attanasio (7’)
IL GIOCO (Italia/2009) di Vinicio Basile (24’)
IL GRANDE PITER TOZZI (Italia/2009) di Filippo Cesari (10’)
INTERFERENZE (Italia/2009) di Alberto Mascia (27’)
LUIGI INDELICATO (Italia-Francia/2008) di Bruno e Fabrizio Urso (14’)
LUNCH TIME (Italia/2009) di Renato Giugliano (13’33")
MACCHIE DI SOLE (Italia/2008) di Stella Di Tocco (16’)
IL MIO ULTIMO GIORNO DI GUERRA (Italia/2009) di Matteo Tondini (19’)
NOTTURNO STENOPEICO (Italia/2009) di Carlo Michele Schirinzi (7’45")
L’OCCASIONE (Italia/2009) di Alessandro Capitani (29’)
IL PACCO (Italia/2008) di Desideria Rayner (14’15’’)
PERDER EL TIEMPO (Italia-Spagna/2009) di Giovanni Maccelli e Carlota Coronado (11’40")
LA PISTOLA (Italia/2008) di Enrico Ranzanici (17’)
LA RELIQUIA RIVOLTOSA (Italia/2009) di Lo Palco, Poltronieri, Rivolta, Tagliavia, Tambellini (6’)
ROMAN HOLIDAY #968 (Italia/2009) di Giuseppe Convertini (20’)
SBAM (Italia/2009) di Prencipe, Casentini, Santomauro, Foglietti, Latrofa (5’)
LA SECONDA FAMIGLIA (Italia/2009) di Alberto Dall’Ara (26’)
SIMPLE PRESENT – FUTURE PERFECT (Italia/2008) di Kindergarten (6’)
SO CHE C’È UN UOMO (Italia/2009) di Gianclaudio Cappai (30’)
SOFIA (Italia/2008) di Carlo Sironi (15’)
SPIGHE (Italia/2008) di Laura Chiossone (12’)
SPUTNIK 5 (Italia/2009) di Susanna Nicchiarelli (9’)
TUTTO DA SOLA (Italia/2009) di Carlo Chiaramonte (12’30")
IL VINCITORE (Italia/2009) di Davide Labanti (19’)

• VISIONI DOC
Consorso che assegna il premio Doc/it per la miglior opera documentaria, in collaborazione con l’Associazione Doc/it che attribuirà un premio di 1000 Euro al vincitore. La casa editrice Ermitage pubblicherà in DVD il documentario vincitore, abbinandolo all’edizione di un prestigioso classico del documentario.
Quest’anno abbiamo scelto 12 documentari, di grande interesse per gli argomenti trattati e per la ricerca di uno stile originale con cui raccontare storie di sfruttamenti e soprusi, di speranze e passioni, film in cui vengono affrontati gli argomenti più diversi, con uno sguardo ampio ed internazionale di grande attualità.

I selezionati dell’edizione 2010
ANGELES CITY, PHILIPPINES (Italia/2009) di Davide Arosio, Alberto Gerosa (29’)
FINCHÈ L’EMILIA VA (Italia/2009) di Daniele Coluccini (52’)
GIARDINI DI LUCE (Italia/2009) di Lucia Pepe, Davide Pepe (12")
GIRLS ON THE AIR (Italia/2009) di Valentina Monti (59’)
GRANDI SPERANZE (Italia/2009) di Massimo D’Anolfi, Martina Parenti (77’)
HANNA E VIOLKA (Italia/2009) di Rossella Piccinno (56’)
HE – HELIUM (Italia/2008) di Giuseppe Schettino (8’)
KHALID (Italia/2009) di Enrico Masi (19’)
THE LAND OF JERRY CANS (Italia/2009) di Paola Piacenza (30’)
IL NEMICO INTERNO. MUSULMANI A BOLOGNA (Italia/2009) di M. Manzolini, F. Ferrone (43’)
RIVIERA91 (Italia/2009) di Gabriele Di Munzio (13’)
ROSARNO, IL TEMPO DELLE ARANCE (Italia/2010) di Insu^tv (30’)

• VISIONI AMBIENTALI
Concorso aperto a corto e mediometraggi che affrontino, utilizzando qualsiasi genere, problematiche legate alla qualità dell’ambiente. In collaborazione con Arpa, Agenzia Regionale Prevenzione Ambiente dell’Emilia-Romagna.

I selezionati dell’edizione 2010
LE ACQUE DI CHENINI (Italia/2009) di Elisa Mereghetti (15’)
BE WATER, MY FRIEND (Italia/2009) di Antonio Martino (15’)
DELIRIO A MANTOVA (Italia/2008) di Massimiliano Mattioni (6′)
DO YOUR BEST (Italia/2009) di Laszlo Barbo (30’’) HD
L’ERA DELL’ADATTAMENTO (Italia/2009) di Lorenzo Fioramonti, Janine Schall-Emden (31’)
LEAVE A SIGN (Italia/2009) di Laszlo Barbo (1’)
SEMELLE (Italia/2009) di Andrea Zanoli, Daniele Marconcini (10′)

• FARE CINEMA A BOLOGNA

Grande spazio in questa edizione per una sezione che vuole testimoniare la vivacità del nostro territorio in campo cinematografico, e nella quale verranno presentati in anteprima l’ultimo documentario del duo Mellara e Rossi, La febbre del fare, sulla storia politica di Bologna, l’interessante inchiesta di Andrea Adriatico e Giulio Maria Corbelli sul sesso, + o – il sesso confuso, il film interamente girato a Bologna di Marco Luca Cattaneo, Amore liquido, e il film girato in America dalla regista bolognese Marta Mondelli, The Contenders, per finire con una puntata inedita de L’Ispettore Coliandro, girato e ideato a Bologna.

Durante il festival, in sala Mastroianni e sala Scorsese, saranno proiettati i nuovi episodi di:
BRUSTULEIN. CINEMA DA SGRANOCCHIARE AL CINEMA (Italia/2009)
di Davide Rizzo
Un secolo di storia all’interno delle sale cinematografiche in brevi pillole da sgranocchiare una dopo l’altra. Una raccolta di testimonianze orali, di ricordi delle vecchie generazioni, con particolare riferimento al rapporto fra la vita vissuta e il cinema: tutto quello che accadeva nelle ‘sale buie’, i cinema più brutti della città, i più bei film, gli amori, i tradimenti. Format audiovisivo ideato per "sale da cinema" come divertente e curioso intermezzo tra le proiezioni, costituisce un’istantanea sugli usi e costumi nei cinematografi del secondo dopoguerra.

 

• PREMIO LUCA DE NIGRIS
XII edizione del concorso dedicato ai prodotti audiovisivi realizzati nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado della regione Emilia-Romagna nato per volontà dell’Associazione Gli amici di Luca. È organizzato dal Laboratorio Didattico Schermi & Lavagne della Cineteca e condiviso dall’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia-Romagna. Nel ricordo di Luca studente del Liceo Minghetti di Bologna appassionato di cinema, il Premio si conferma come utile incentivo all’utilizzo degli audiovisivi, ma anche come opportunità per far vedere i video prodotti dalle scuole, al cinema ad una platea di coetanei che condividono la stessa passione. Tantissime le scuole che hanno inviato i cortometraggi, 20 le opere ammesse in concorso. Grazie al sostegno dell’Associazione Gli amici di Luca, onlus impegnata nella Casa dei Risvegli Luca De Nigris (ospedale Bellaria Azienda Usl di Bologna), il concorso assegna, alle tre scuole risultate vincitrici, tre premi da 500 euro ciascuno, ai secondi e terzi classificati Ermitage Cinema offre dvd del proprio catalogo. Da quest’anno verrà assegnato anche il premio speciale Targa Crossing TV al video scelto da una giuria di redattori della webtv.

 

• IL FILM E’ PROMOSSO

Concorso rivolto a studenti delle scuole d’arte e degli istituti tecnici e professionali dell’Emilia-Romagna, giunto alla seconda edizione, premia anche quest’anno il migliore progetto di manifesto promozionale di uno dei film vincitori del Premio Luca De Nigris 2009. Il concorso costituisce la naturale evoluzione di un più ampio progetto didattico sulla grafi ca e l’illustrazione nella pubblicità cinematografi ca, proposto da alcuni anni dall’Archivio della Grafica della Cineteca agli studenti delle scuole d’arte. Osservando e assorbendo il fascino dei vecchi “cartelloni” di cinema conservati in questo archivio ha preso vita, suggerita dagli stessi studenti, l’idea di misurarsi concretamente con questa singolare forma d’arte. Hanno risposto all’invito oltre 240 studenti di sei fra le scuole d’arte e gli istituti professionali della nostra regione. I progetti pervenuti offrono un’occasione interessante per osservare quali temi e quali modalità espressive si intrecciano sul terreno della creatività giovanile.
Manuela Marchesa

 

• IL DOCUMENTARIO ITALIANO. LO SGUARDO DEGLI AUTORI

Giunto alla sua terza edizione Lo sguardo degli autori di quest’anno è dedicato a un vecchio protagonista del cinema documentario (ma non solo) che conosce da qualche tempo una nuova giovinezza: le immagini d’archivio. Da qualche anno riecheggiano con insistenza espressioni come cinema di famiglia, film amatoriali, footage o home movies, e riprendono vigore sigle che la rivoluzione digitale sembrava aver reso obsolete: super 8, 16mm, 9,5 mm. Contemporaneamente si moltiplicano le istituzioni e le iniziative volte a preservare e riscoprire filmati amatoriali di tutti i formati. Persino il cinema di finzione, basti pensare al recente Vincere di Marco Bellocchio, ricorre alle immagini di propaganda sovrapponendole a una narrazione tradizionale, con esiti sorprendenti. Proprio quando il digitale sembrava aver reso ‘immateriale’ il fare cinema, rinasce il desiderio di lavorare cinematograficamente con la pellicola e con i formati più disparati. Gli archivi, audio e video, sono per gli autori come una biblioteca-mondo che contiene un’infinità di materiali e ispirazioni. Si può attingere a fonti istituzionali o più spesso a fondi privati. Ma anche la storia del cinema e i propri film familiari sono parte di quest’archivio. La ricerca e la scoperta sono in sé un’arte, ma da sole non bastano. Sta agli autori utilizzare questi filmati, reinventandone il senso in forme diverse: film storici, opere libere e poetiche, film-saggio, film-diario, videoarte e altro ancora. Con la partecipazione di registi che si sono personalmente cimentati con questo tipo di lavoro, verranno esplorateì le diverse forme di cinema d’archivio, le sue prospettive e i suoi limiti. Tutto questo avverrà mostrando e commentando brevi estratti dei film degli autori invitati. Quattro i tavoli di discussione: La soggettività del passato: archivi storici; La soggettività del passato: cinema e propaganda; Rivisitazioni poetiche: archivio privato e auto-archivio; Voci del passato: archivi sonori e drammaturgie musicali.

 

• CREDITI

Comitato organizzatore: Francesca Andreoli, Guy Borlée, Anna Di Martino, Anna Fiaccarini, Manuela Marchesan, Patrizia Minghetti, Andrea Morini, Enrica Serrani, Monica Vaccari
Direzione: Anna Di Martino
Premio Luca De Nigris (12ª edizione)
A cura di Monica Vaccari, con la collaborazione di Hilenia Fedele e Simone Fratini
Il film è promosso (2ª edizione)
A cura di Manuela Marchesan con la collaborazione di Elena Nepoti e Glenda Furini
Il documentario italiano. Lo sguardo degli autori
A cura di: Mario Chemello, Federico Ferrone, Michele Manzolini, Michele Mellara, Nicola Nannavecchia, Enza Negroni, Alessandro Rossi. Organizzato da: D.E-R Associazione Documentaristi Emilia- Romagna in collaborazione con Doc/it e Visioni Italiane; con il contributo dell’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna e la collaborazione dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna
Coordinamento organizzativo: Francesca Andreoli
Ufficio stampa: Patrizia Minghetti (responsabile), Andrea Ravagnan
Segreteria Cineteca: Maria Vittoria Garelli, Elisa Giovannetti, Federica Lama
Promozione: Silvia Porretta
Ideazione grafica: Lorella Perdicca
Sito web: Alessandro Cavazza
Stagisti: Viola Laura
Catalogo: Francesca Andreoli, Anna Di Martino, Viola Laura, Manuela Marchesan, Monica Vaccari
Coordinamento organizzativo sale: Nicoletta Elmi
Proiezionisti: Alessio Bonvini, Stefano Lodoli, Marco Morigi, Irene Zangheri
Revisione pellicole: Carlo Citro
Movimento pellicole: Ornella Lamberti
Personale di sala: Marco Coppi, Lorenza Di Francesco, Ignazio Di Giorgi, Vania Stefanucci, Michela Tombolini
Supervisione tecnica: Andrea Tinuper, Genesio Baiocchino
Relazioni esterne: Annapina Laraia
Amministrazione: Davide Pietrantoni e Antonio Volpone (Cineteca), Gianni Biagi e Anna Rita Miserendino (Micl)
Ringraziamenti: Alessandro Cavazza, Valeria Dalle Donne, Tommaso Dazzi, Manetti Bros, Enza Negroni, Elena Pagnoni, Lorella Perdicca, Vanes Poluzzi, Giovanna Rimoldi, Francesca Ortalli, Maria Vaccari e Fulvio De Nigris (Gli Amici di Luca), Piero Di Domenico (Ermitage Cinema), Germano Maccioni, Silvia Storelli (Crossing TV)

 

 

[Fonte: http://www.cinetecadibologna.it/visioni_italiane_2010]

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+