DigiMag 53 – aprile’10

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

digimag_53


http://www.digicult.it/digimag

E’ online la nuova Issue di Aprile di DigiMag, mensile online di arte e cultura digitale del progetto Digicult, periodico di critica e informazione che si focalizza sull’impatto delle nuove tecnologie e delle scienze moderne sull’arte, il design, la cultura e la società contemporanea.

Come sempre ricco di interviste, report e approfondimenti, anche in questo nuova pubblicazione Digimag si conferma osservatorio di pratiche, pensieri e tendenze creative iper-contemporanee, presentando artisti e teorici come il gruppo di sperimentazione audiovisiva TELCOSYSTEMS, lo scienziato e teorico e responsabile editoriale della rivista Leonardo del MIT ROGER MALINA, il nanoartist e fondatore della Società Svizzera per l’Arte Meccatronica MARC DUSSEILLER, l’attivista e artista concettuale CRISTIAN BETTINI, lo studio di media design e hyper architecture NUFORMER FOR DIGITAL MEDIA, la coreografa e sound artist CINDY VAN ACKER, il gruppo di net artist surrealisti IOCOSE, la coreografa WANDA MORETTI, il trio di live cinema PARALLEL_41 e infine il musicista e dj AOKI TAKAMASA

La rivista è come sempre completata da report di eventi nazionali e internazionali come la bellissima mostra Londinese DECODE, di centri d’arte e sperimentazione come l’Arts Santa Monica di Barcellona di cui abbiamo intervistato la direttrice VICENC ALTAIO’ e da una serie di approfondimenti teorici e scientifici come IL PREMIO DELLA RIVISTA SCIENCE ALLA BIOMIMETICA e un’analisi sul fenomeno della SYTHETIC AESTHETICS.

Buona lettura…

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .


"…Come scienziato sono ottimista per definizione. Penso che il mondo sia conoscibile utilizzando il metodo scientifico. Il problema però è convertire la conoscenza in cambiamento, ed in particolare del nostro modo di essere al mondo. Questo non è un problema solo degli scienziati come esperti, ma anche un problema degli esperti nelle arti e nelle scienze umane. Io sono incoraggiato dal modo in cui molti artisti e studenti di scienze umane sono profondamente impegnati oggi nella risoluzione di questi problemi difficilissimi. Penso che siano loro i nuovi Leonardos, molti lavorano in gruppo, altri individualmente, sono di tutte le età e generazioni. Se noi siamo in grado di accostare l’esperienza della gente over 70 a quella degli over 30, ho ragione di essere ottimista.."

Roger Malina, da "La sfida dell’Open Observatory. Roger Malina and the new Leonardos" – di Teresa De Feo

 
 

ARTICOLI:

TELCOSYSTEMS:MACCHINE E ORIZZONTI AUDIOVISIVI
leggi l’articolo
di Marco Mancuso

LA SFIDA DELL’OPEN OBSERVACTORY: ROGER MALINA AND THE NEW LEONARDOS
leggi l’articolo
di Teresa De Feo

MECCATRONICA E DIY. MARC DUSSEILLER E IL SOLDERING ARTISTICO
leggi l’articolo
di Serena Cangiano

MEDI/ACTION E MEDIAM(BI)ENTE. IL METODO NUFORMER DIGITAL MEDIA
leggi l’articolo
di Annamaria Monteverdi

IL DONKIJOTE DI CRISTIAN BETTINI. LA SOSTENIBILE LENTEZZA DELL’ESSERE
leggi l’articolo
di Barbara Sansone e Jordi Salvadò

IN EQUILIBRIO TRA RITMO E MISURA. INTERVISTA AD AOKI TAKAMASA
leggi l’articolo
di Silvia Bertolotti

UN ANNO DI ARTS SANTA MONICA. INTERVISTA CON VICENC ALTAIO’
leggi l’articolo
di Herman Mendolicchio

SPECTRA. IL MOVIMENTO PER CINDY VAN ACKER
leggi l’articolo
di Enrico Pitozzi

UN DUBBIO SURREALE. I PROGETTI DEL COLLETTIVO IOCOSE
leggi l’articolo
di Elena Gianni

CONVERSAZIONE A TRE VOCI. LE INTERMITTENZE DEI PARALLEL_41
leggi l’articolo
di Stefania Russo

PROIEZIONI SOSPESE. GLI EQUILIBRI MUTEVOLI DI WANDA MORETTI
leggi l’articolo
di Massimo Schiavoni

DECODE EXHIBITION. SOFTWARE ART AL VICTORIA & ALBERT MUSEUM
leggi l’articolo
di Marc Hancock

SCIENCE PREMIA LA BIOMIMETICA. L’IMMAGINE SCIENTIFICA COME ARTE
leggi l’articolo
di Carla Langella

SYNTHETIC AESTHETICS. IL DESIGN DELLA VITA
leggi l’articolo
di Luigi Ghezzi

COVER:

– TELCOSYSTEMS – 12_Series

ALLEGATO:

– TELCOSYSTEMS – Semamphor (inedito video)

 

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

DIGICULT è una piattaforma culturale Italiana online e offline, che si occupa dell’impatto delle nuove tecnologie e delle scienze moderne sull’arte, il design, la cultura e la società contemporanea. DIGICULT si basa sulla partecipazione di oltre 40 professionisti che rappresentano il primo ampio Network Italiano di critici, giornalisti, curatori e artisti nel settore. DIGICULT pubblica la rivista d’arte mensile DIGIMAG, che si occupa di alcune tematiche come: internet art, hacktivism, video arte, musica elettronica, audiovideo, design, arte e scienza, new media, software art e arti performative

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

DIREZIONE E COMITATO DIRETTIVO:
 

Marco Mancuso (Direttore progetto Digicult e docente Nuova Accademia Belle Arti / Naba di Milano) ; Claudia D’Alonzo (Dottorato Internazionale di Studi Audiovisivi, Università di Udine) ; Bertram Niessen (Assegnista presso la Facoltà di Sociologia dell’Università Statale Milano – Bicocca); Lucrezia Cippitelli (Phd presso la Facoltà Sapienza di Roma e docente Accademia Belle Arti dell’Aquila)

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

REDAZIONE E TRADUZIONI:

Luca Restifo (Consulenza Tecnica) ; Claudia D’Alonzo (Ufficio Stampa) ; Martina Bartalini (Web Editing) ; Giulia Baldi (Twitter & Facebook Editing) ; Giuseppe Cordaro (Podcast Editing) ; Riccardo Vescovo (Graphic Design) ; Luigi Ghezzi (Web 2.0 Marketing) ; Laurea Magistrale in Traduzione Specialistica, Università IULM di Milano (Traduzione portale) ; Francesca Lattanzi Emanuela CassolSara Cavagna – Henriette Vittadini (Traduzione Magazine)

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
 

COMITATO CONSULTIVO: Presto verrà ufficializzato l’advisory board internazionale di Digimag…

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .


AUTORI: Tatiana Bazzichelli ; Bertram Niessen ; Teresa De Feo ; Luigi Ghezzi ; Giulia Baldi ; Domenico Quaranta ; Massimo Schiavoni ; Monica Ponzini ; Annamaria Monteverdi; Valentina Tanni ; Lucrezia Cippitelli ; Silvia Bianchi ; Claudia D’Alonzo; Barbara Sansone ; Giulia Simi ; Silvia Scaravaggi ; Maresa Lippolis ; Alessio Galbiati ; Antonio Caronia ; Clemente Pestelli ; Donata Marletta ; Valeria Merlini ; Stefano Raimondi ; Loretta Borrelli ; Carla Langella ; Marco Riciputi ; Elena Gianni ; Matteo Milani ; Francesco Bertocco ; Silvia Casini ; Jeremy Levine ; Alex Foti ; Serena Cangiano ; Micha Cardenas , Mark Hencock , Pasquale Napolitano ; Simona Fiore ; Zoe Romano ; Enrico Pitozzi ; Eugenia Fratzeskou ; Mattia Casalegno ; Robin Peckam ; Sabina Cuccibar ; Silvia Bertolotti ; Simone Broglia

ISCRIVITI A DIGINEWS
www.digicult.it
www.digicult.it/digimag
www.digicult.it/podcast www.digicult.it/agency

DIGITAL LIFE
3 marzo ? 2 maggio 2010

La Pelanda ? Centro di produzione culturale
Piazza Orazio Giustiniani, 4
Roma

Prosegue fino al 3 Maggio prossimi, DIGITAL LIFE la grande rassegna dedicata al futuro digitale e alle contaminazioni fra tecnologia, nuovi media ed espressioni artistiche contemporanee, con cui ha preso avvio lo scorso 3 marzo 2010 la programmazione del nuovo spazio pubblico per l’arte e la produzione culturale contemporanea La pelanda, restaurato per la città dal Comune di Roma nell?area del Mattatoio a Testaccio su progetto di Zone attive che ne ha seguito il recupero.

La direzione artistica di DIGITAL LIFE è affidata a Richard Castelli che ha selezionato per l?evento espositivo alcuni fra gli artisti più innovativi del panorama mondiale contemporaneo: Ryuichi Sakamoto, Shiro Takatani, Jeffrey Shaw, Ulf Langheinrich, Jean Michel Bruyère, Erwin Redl, Thomas McIntosh, Emmanuel Madan, Martux_M, Mikko Hynninen, Julien Maire, Christian Partos.

Gli artisti invitati danno vita con i loro lavori a un percorso esperienziale inedito e unitario, scandito dal susseguirsi di installazioni e proiezioni video realizzate con strumenti tecnologici di ultima generazione, capace di mettere in luce una concezione avveniristica e multisensoriale dell?opera d?arte e di suggerire nuove modalità di coinvolgimento e partecipazione del pubblico. Le opere in mostra sono tutte presentate per la prima volta in Italia, se non in anteprima europea o mondiale, o concepite site specific per lo spazio de La pelanda.

Obiettivo della mostra: accendere i riflettori sulle frontiere verso cui dirige la contemporaneità, dove tecnologia, interdisciplinarietà, polisensorialità si intersecano dando origine a nuovi modi di fruizione dell?arte.

Nell?epoca del ?real time?, ovvero della simultaneità, della diretta assoluta, il futuro delle arti è indissociabile dall?uso delle nuove tecnologie, invenzioni e formati che sono destinati a modificare radicalmente il nostro rapporto con l?opera e a creare nuove esperienze partecipative e sensibili. L?uso del web, i nuovi sistemi di audiovideo in 3D e gli sviluppi in ambito cinematografico prefigurano modalità del tutto innovative nella realizzazione artistica e nella loro fruizione sempre più indirizzata verso l?immersione multisensoriale. Ricerca scientifica e tecnologia costruiscono la base per la creatività di domani, rendendo possibile un più ampio rapporto tra aziende, università, centri di ricerca e artisti. Ciò che caratterizzerà l?arte del futuro sarà la capacità di produrre una vertigine nei punti di riferimento comuni o spostamenti inaspettati rispetto alla nostra presenza nel mondo e al nostro sguardo sulle cose.

Alcune delle opere in mostra sfruttano l?innovativo sistema di proiezione e sonorizzazione AVIE: un ambiente di visualizzazione interattivo e immersivo a 360 gradi, appositamente sviluppato dall?artista Jeffrey Shaw per l?Università del South Welles (Australia), attualmente in funzione presso il cinema della stessa facoltà, alla ZKM ? Zentrum für Kunst und Medientechnologie di Karlruhe e nel 2010 sarà allestita anche presso l?Università di Hong Kong. AVIE consente di mettere le più recenti tecnologie al servizio dell?ideazione artistica, esplorando un principio non solo interattivo, ma anche immersivo di partecipazione del pubblico all?evento artistico. Attraverso AVIE vengono create esperienze audiovisive tridimensionali, combinando immagini da più proiettori e suoni da diverse fonti. Inoltre, grazie a un sistema di cineprese a infrarossi, in tempo reale un software genera modelli di movimenti e posture del pubblico all?interno dell?ambiente, interagendo con esso.

MEDIA PARTNERSHIPS:

 

UCLA SCI | ART NANOLAB Los Angeles – 21 Giugno/2 Luglio 2010

The Sci | Art NanoLab è un programma estivo altamente competitivo per tutti coloro interessati a sfidare le prospettive tradizionali e polarizzate sul rapporto arte/scienza.

ART BIENNAL SAN JOSE': San Josè – 16-19 Settembre 2010

Sotto il tema ?Build Your Own World,? la Terza Biennale di San Josè / 01SJ Biennial presenterà un apmio spettro di lavori, che non solo immaginano il futuro ma che in realtà lo modellano.

OFFF FESTIVAL: Parigi – 24-26 Giugno 2010

L’Offf festival è uno dei più importanti appuntamenti internazionali per il graphic design, l’animazione, la grafica generativa e le loro applicazioni nell’audiovisivo. Da quest’anno a Parigi

PODCAST:

Ascolta Digipod su ITunes


DIGICULT ONLINE:

Il Network di Digicult comprende una serie di account su Facebook, Flickr, Vimeo, Linked-In, Twitter e Delicious

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+