C.R.A.Z.Y. > Jean-Marc Vallée

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Le vite straordinarie di gente normale in cerca d’amore e felicità. È la storia di due intrecci amorosi. L’amore di un padre per i suoi cinque figli. E l’amore di un figlio per suo padre, un amore così forte che lo costringe a mentire.
Questo figlio è Zac Beaulieu, nato il 25 dicembre 1960, diverso da tutti i suoi fratelli, che vive nel tentativo disperato di essere come loro. Nei vent’anni che seguono, la vita porta Zac in un viaggio sorprendente ed inaspettato che lo conduce ad accettare la sua vera natura e, cosa ancora più importante, porta suo padre ad amarlo per ciò che egli realmente è.

“C.R.A.Z.Y.” (il titolo è composto dalle iniziali dei nomi dei cinque figli) è un film a tratti esilarante e grandiosamente immaginativo. Brevi sequenze di sogno sono utilizzate con grande perizia contrapposte alle rappresentazioni semplici e crude della vita quotidiana e della sessualità adolescenziale, quella di Zac, mai facile e mai raccontata in maniera scontata. Vent’anni della vita di un ragazzo non comune, e di riflesso della sua famiglia: dalla nascita il 25 dicembre, cosa che porta sua madre ad attribuirgli poteri guaritivi in realtà inesistenti, alla crescita, con le prime esplorazioni della sessualità, alla maturità faticosamente raggiunta.
La musica e le icone musicali legate all’era del «Glam Rock» sono parte integrante di “C.R.A.Z.Y. Come non amare un film una scena del quale mostra in chiesa preti e credenti che cantano «Sympathy for the Devil» dei Rolling Stones con tanto di coro gospel?

Roberto Rippa

Jean-Marc Vallée è originario di Montréal, dove ha studiato cinema all’Ahuntsic Collège e alla locale università. I suoi cortometraggi “Les Fleurs Magiques (1995) e “Les Mots Magiques (1998) hanno ottenuto l’attenzione della critica e premi a diversi festival. “Liste noir (1995), il suo primo lungometraggio, ha ottenuto un grande successo di pubblico e nove candidature ai premi canadesi Genie. Il secondo, “Los Locos” (1998) è un western realizzato negli Stati Uniti. Nel 1998 ha diretto due episodi della serie TV “The secret Adventures of Jules Verne.

A prescindere dal tipo di film che faccio, il mio approccio cinematografico è sempre lo stesso: raccontare una storia con il desiderio di creare il migliore spettacolo possibile. Questa idea di spettacolo è molto importante per me. Come tutti gli spettatori, mi piace fare un tuffo nel vortice della suspense; mi piace quando il ritmo si spezza per essere ripreso e poi accelerato; mi piace essere colto di sorpresa, toccato, imbrogliato, e provocato; scoprire nuovi universi, sognare, ridere, piangere, o tutte e due le cose insieme; mi piace, infine, uscire dal cinema con la piacevole sensazione di vivere la vita al massimo, di morderla con forza, di prendere l’iniziativa, perché ho appena scoperto, guardando il film, quella piccola scintilla di chiarezza che permette di vedere la vita come dovrebbe apparire sempre: bella.
(Jean Marc Vallée)

C.R.A.Z.Y (Canada, 2005)
Regia: Jean-Marc Vallée
Sceneggiatura: Jean-Marc Vallée, François Boulay
Fotografia: Pierre Mignot
Montaggio: Paul Jutras
Interpreti principali: Michel Côté, Marc-André Grondin, Danielle Proulx, Émile Vallée, Maxime Tremblay, Pierre-Luc Brillant, Alex Gravel, Félix-Antoine Despatie
35mm
125’

Sito ufficiale del film (francese/inglese)

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+