Le Journal intime d’une nymphomane > Jesus Franco

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

ninfomane
Il presente articolo è stato pubblicato su Rapporto Confidenziale numero25 (maggio 2010), p.8-9

Sinner (Diario di una ninfomane)
“Le giornate intime di una giovane donna” arrivano in DVD
di Michael Den Boer [Traduzione RR]

Trama
Un’ingenua ragazza di campagna sviluppa un irrefrenabile desiderio sessuale in seguito a un assalto subìto al suo arrivo in città.
Dopo una serie di relazioni fallimentari – incluso il tradimento da parte del medico che tentava di curarla dalla ninfomania – scivola in uno stato di depressione profonda catalizzata anche da un uso smodato di droghe.
Sentendosi ormai priva di speranza, mette a punto un piano che metterà fine al suo tormento e le permetterà nel contempo di vendicarsi dell’uomo che l’aveva violata al suo arrivo in città.

Commento
Si può affermare senza timore di sbagliare che con una filmografia comprendente duecento e più film, almeno un terzo dei quali pubblicati, Jesus Franco è il regista più presente in DVD.
Tra i quasi settanta tra i suoi film pubblicati, c’è una buona selezione che comprende gran parte dei suoi migliori film e alcuni tra i suoi titoli minori. Tra i primi troviamo “Sexy Diabolic Story” (noto anche come “Lorna, the Exorcist”), “Gemidos de placer” e “Le Journal intime d’une nymphomane”. Alcuni tra i suoi film più ricercati, quelli prodotti da Robert de Nesle, devono ancora venire alla luce. Fino ad oggi solo “Les cauchemars naissent la nuit” (“Nightmares Come at Night”), “I desideri erotici di Christine” (“A Virgin among the Living Dead”) e “Das Frauenhaus” (“Blue Rita”) sono disponibili in DVD mentre titoli come “L’isola dei piaceri proibiti” (“Robinson and His Tempestuous Slaves”), “Plaisir à trois”, “Les Emmerdeuses”, “Le sexy goditrici (Les Chatouilleuses) si trovano nel limbo dei non pubblicati.

“Le Journal intime d’une nymphomane”, come spesso nei film di Franco, presenta una scena ambientata in un night club. Si tratta della sequenza di apertura – reminescente di Vampiros Lesbos per il modo in cui utilizza i rossi e per come interagiscono le due donne che si esibiscono.
La trama del film vede la giovane campagnola Linda Vargas perdere la sua innocenza a causa delle perversioni cui viene confrontata poco dopo il suo arrivo nella grande e cattiva città.
La sua storia viene raccontata in retrospettiva da coloro che sono entrati in contatto con lei. La prima metà viene narrata dal personaggio della contessa Anna De Monterey, la seconda attraverso le pagine del diario della ragazza, letto da uno dei suoi amanti.
La trama di “Le Journal intime d’une nymphomane” è una tra le più coerenti e realiste tra tutte quelle dei film erotici del regista spagnolo (che qui si firma Clifford Brown): la storia è avvincente dal primo all’ultimo momento e non c’è alcuna lungaggine né alcuna lentezza.

Il cast è eccezionale e comprende molti attori riccorenti nel cinema di Franco come Howard Vernon, Montserrat Prous e Anne Libert. Il primo, pur essendo il suo un ruolo secondario, ruba ogni scena in cui appare. Vernon recita nel ruolo di un dottore che tenta di curare l’appetito sessuale di Linda e non ricorda alcun medico che io abbia mai visto sullo schermo: veste abiti pastello e porta occhiali da sole che lo fanno sembrare un detective giunto direttamente da “Miami Vice”. Nel ruolo della protagonista, c’è un’attrice di nome Montserrat Prous che ha lavorato con Franco una mezza dozzina di volte. La sua interpretazione è ciò che impreziosisce questo film; riesce infatti a fare di Linda un personaggio per cui è facile provare empatia a dispetto della sua assenza di morale. Montserrat Prous è anche una tra le più belle attrici mai apparse in un film del regista ed è un vero peccato che non goda della giusta attenzione da parte dei Francofili. Altro ruolo degno di nota è quello della contessa De Monterey, interpretata da Anne Libert. Gran parte degli estimatori di Franco la riconosceranno dai film “Les démons” (“Le demoni”), “La maldición de Frankenstein” (“La maledizione di Frankenstein”), “Drácula contra Frankenstein” (“Dracula contro Frankenstein”), 2La fille de Dracula2, “Christina, princesse de l’érotisme” (“I desideri erotici di Christine”) e “Quartier de femmes” (“Violenze erotiche in un carcere femminile”).

A livello visivo, Franco (che appare anche brevemente nel ruolo di un investigatore) è in grande forma e una delle sue preminenti tecniche cinematografiche – lo zoom – è stranamente latitante in questo film.
Ciò che rende “Journal intime” così avvincente è il fatto che concentra il racconto sul perché Linda è morta, visto che l’identità dell’omicida viene rivelata presto.
Mentre la trama è focalizzata principalmente su Linda come ninfomane, il film è in realtà un racconto di vendetta mascherato. Infatti, pur compromessa da una condizione di fragilità mentale, Linda ha comunque la forza di escogitare un’ambigua e poetica vendetta contro la persona che ha contribuito a
fare di lei una peccatrice.
Il film presenta una colonna sonora progressive rock con molti momenti ritimici percussivi che si distanzia dalle consueti sonorità jazz che caratterizzano molte opere di Franco.

La versione in lingua inglese di “Le Journal intime d’une nymphomane” intitolata “Sinner” dura meno, con i suoi 82 minuti, della versione intitolata “Diary of a Nymphomaniac”.
Cosa manchi esattamente non sono in grado di dirlo avendo visto solo la prima versione. Una cosa che però ho notato è che molte tra le scene di sesso terminano in maniera brusca. Molte invece le scene di nudo insistite con tanto di esposizione insistita di peli pubi che non hanno conosciuto depilazione.

In conclusione si può dire che “Le giornate intime di una giovane donna” sia un racconto di De Sade sulla perdita dell’innocenza e sulle conseguenze che ne risultano.

Assente dal mondo homevideo, il film di Franco verrà pubblicato in DVD regione 1 nel corso di quest’anno.

 

+ + +

 

Le Journal intime d’une nymphomane
titolo italiano: Le giornate intime di una giovane donna • titolo inglese: Sinner
regia: Jesus Franco • sceneggiatura: Jesus Franco, Elisabeth Ledu de Nesle • fotografia: Gérard Brisseau • musiche: Vladimir Cosma, Jean-Bernard Raiteux • interpreti principali: Montserrat Prous, Anne Libert, Kali Hansa, Jacqueline Laurent, Howard Vernon, Doris Thomas, Francisco Acosta, Manuel Pereiro, Jesus Franco • formato video: 1.66:1 Widescreen • lingua: francese • paese: Francia • data di uscita nelle sale: 21 giugno 1973 (Francia) • durata: 82′ (Sinner) / 86′ (Diary of a Nymphomaniac)

 

+ + +

 

10kbullets.com
10kbullets è la creatura di Michael Den Boer (resa possibile con la collaborazione di Carroll Jenkins, Christopher O’Neill, Giuseppe Rijitano) nata con lo scopo di coprire il cinema di genere che altri siti web sembrano non considerare ma anche per evitare che alcuni film venissero trascurati. Aperto ufficialmente il primo aprile del 2004, 10kbullets ha avuto sin dall’inizio l’obiettivo di espandere la conoscenza dei suoi lettori in merito ai film e alle persone che li hanno realizzati, attraverso recensioni, biografie e speciali. Quando scelgono di scrivere di un film, i collaboratori di 10kbullets sono sempre guidati dal desiderio di far conoscere opere che molti siti che si occupano di cinema trascurano.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+