INLAND EMPIRE (miniature). 11 giugno, Milano

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

venerdì 11 giugno dalle ore 19.00

@ Loft21, via Padova 21, Milano

 

Bud Onhcet (audio) + ilcanediPavlov! (video)
Exploding Cinéma Session

 

INLAND EMPIRE (miniature)
+ CINEmatic eXperience

 

Quattro ore fra suono e immagine con all’interno un progetto di sonorizzazione live del capolavoro di David Lynch.

 

Bud Onhcet accompagnerà, con le sue sonorità deep/dub-tech, ilcanediPavlov! nel progetto di sonorizzazione di INLAND EMPIRE (montaggio live dell’opera lynchiana concepito come deflagrazione di un testo esploso) e nella CINEmatic eXperience (vj-set ad oltranza di cinema campionato).

 

Con:

Bud Onhcet (deep tech/dub tech)

ilcanediPavlov! (videoproiezioni tendenzialmente veloci!)

 

INGRESSO:

7pm (aperitivo)
22pm (audiovideo_live-set)

10 euro (inclusa tessera ENDAS e una consumazione)
per i possessori di tessera ENDAS ingresso gratuito
consumazioni 5 euro cocktail e 3 euro birra alla spina

INFO: info@inlandempireproject.com



LINK:
http://www.inlandempireproject.com

http://www.myspace.com/loft21
http://ilcanedipavlov.tumblr.com

 

 

INLANDEMPIRE è un progetto che riunisce visual designer, performing artist e sound producer che lavorano su ambienti sensibili, ricostruendo il rapporto tra immagini e suoni, all’interno di serate Live Media.
INLANDEMPIRE nasce dall’idea di affiancare l’esperienza del clubbing alla costruzione di ambienti performativi, tra interazione delle immagini e presenza sonora.
Il vjing come pratica di intrattenimento è rivista in chiave strettamente performativa, il lavoro sulle immagini sarà in presa diretta nel tentativo di coinvolgere lo spettatore all’interno dell’esperienza visiva.
Questa prima serata presenterà il lavoro di “ilcanediPavlov!” e del producer Bud Onhcet che lavoreranno sul film Inlandempire di David Lynch, cercando di decostruire il tessuto onirico di partenza, per restituirlo come un ordito di significati che si rinnovano di battito in battito nello spettatore.
Il lavoro con il producer porterà l’universo iconico di Lynch a sorvolare l’interno degli spazi del loft21, come una forma lacerata sedotta dalla deflagrazione del proprio linguaggio.

 

 

 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+