The Thing With Two Heads > Lee Frost

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Un uomo afro-americano condannato a morte decide di donare il suo corpo alla scienza.
Gli verrà trapiantata la testa di un uomo bianco razzista e reazionario.

Dimostrazione di come una carriera possa sprofondare indipendentemente dalla bravura: Ray Milland, ormai lontano anni luce dai suoi ruoli migliori (tra cui Dial M for MurderIl delitto perfetto di Hitchcock), eleva quello che sull acarta sarebbe un film di serie Z in un’operina addirittura guardabile, a dispetto della unidimensionalità dei personaggi, della sceneggiatura buttata lì in fretta e furia e della estrema povertà della produzione.
Lee Frost è il regista di Love Camp 7 e The Black Gestapo.

The Thing with Two Heads (USA/1972)
Regia: Lee Frost
Soggetto: Lee Frost, Wes Bishop
Sceneggiatura: Lee Frost, Wes Bishop, James Gordon White
Musiche: Robert O. Ragland
Fotografia: Jack Steely
Interpreti principali: Ray Milland, Roosevelt Grier, Don Marshall, Roger Perry, Chelsea Brown
93′

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+