Lanterna Magica e film dipinto. 400 anni di cinema

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Lanterna Magica e film dipinto

400 anni di cinema

a cura di Laurent Mannoni e Donata Pesenti Campagnoni

 

Editrice il Castoro, giugno 2010
336 pagine + 500 illustrazioni e foto a colori
Isbn: 9788880335207
Prezzo di copertina: € 40,00
Compra online

 

In occasione della mostra “Le Macchine della Meraviglia. Lanterne magiche e film dipinto, 400 anni di cinema” (La Venaria Reale, Torino, 22 Luglio – 7 Novembre 2010), Il Castoro, in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema e La Venaria Reale, pubblica un importante volume fotografico dedicato a un aspetto affascinante, poco noto degli albori del cinema: le "lanterne magiche".

Nei duecento anni prima dell’invenzione del cinema, milioni di persone hanno osservato immagini proiettate in una sala immersa nel buio: erano vedute di lanterna magica, dipinte su vetro e spesso dotate di meravigliosi congegni che producevano l’illusione del movimento. Questi preziosi incunaboli della visione – realizzati da metà Seicento fino al secolo scorso – sono fragili tesori di inestimabile bellezza, testimoni di una nuova visione del mondo e dell’immaginario collettivo.
Vetri da proiezione, film dipinti a mano, apparecchiature originali utilizzate per gli spettacoli di un’arte popolare in costante evoluzione: racconti mitologici o educativi, squarci di vita quotidiana, ma anche melodrammi, sogni orientaleggianti o macabri, scene erotiche, effetti speciali che sorprendono tuttora per la loro audacia e freschezza d’ispirazione.
Il libro – pubblicato in occasione della grande mostra organizzata alla Cinémathèque française di Parigi (fino allo scorso 28 marzo) e alla Venaria Reale di Torino (dal prossimo 22 luglio al 7 novembre 2010) – raccoglie per la prima volta le immagini delle più grandi collezioni del mondo, quelle del Museo Nazionale del Cinema di Torino e della Cinémathèque française di Parigi. Con oltre 500 immagini a colori, questo libro è una guida alla scoperta di un universo visivo di straordinario fascino per gli spettatori dell’età digitale.
L’introduzione è di Francis Ford Coppola, appassionato cultore di lanterne magiche e antichi giocattoli ottici.
Il volume è pubblicato da Il Castoro in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino e La Venaria Reale.

Laurent Mannoni è il direttore scientifico del patrimonio della Cinémathèque française, dove dirige il Conservatoire des techniques. Donata Pesenti Campagnoni è la conservatrice del Museo Nazionale del Cinema di Torino e ne sovrintende il patrimonio.

Fonte: http://www.castoro-on-line.it

 

 


 

 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+