Hiena > Grzegorz Lewandowski

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Trama

In un villaggio della Slesia, lungo la strada che porta a scuola, il piccolo Maly e i suoi amici commentano storie spaventose che riguardano un uomo violento che causò la fuga del figlio. Il padre di Maly un giorno muore misteriosamente in un incidente in miniera e poco dopo si sparge la voce che una iena è fuggita e minaccia gli abitanti. Un individuo dal volto sfigurato torna nel carrozzone dove un tempo abitava l’uomo dei racconti che spaventano i ragazzi. Maly lo aiuta portandogli del cibo e nel frattempo scompaiono anche un altro misterioso personaggio che i ragazzi ogni giorno incontravano sulla strada, e, via via, l’anziano postino e la piccola amica di Maly. L’ipotesi che dietro queste morti ci sia la misteriosa “Hyena” diventa più che un sospetto per il sensibile ragazzino.

Commento

Per metà thriller e per metà fiaba infantile (che poi sono spesso la stessa cosa), girato e fotografato benissimo (è un lavoro di diploma), risente di una certa mancanza di coerenza nella storia, che spesso risulta incomprensibile. Montato in fretta e furia per essere presente alla Mostra, potrebbe questo – ma il mio è solo un sospetto – non essere il montaggio definitivo. Comunque interessante.

Roberto Rippa

Hiena
(Polonia, 2006)
Regia e sceneggiatura: Grzegorz Lewandowski
Musica: Grzegorz Kazmierczak
Fotografia: Arkadiusz Tomiak
Montaggio: Andrzej Tomczak
Interpreti: Borys Szyc, Magdalena Kumorek, Krzysztof Dracz, Jakub Romanowski
89′

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+