Caddyshack > Harold Ramis

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+


Il giovane Danny Noonan, impiegato come caddy presso il Bushwood Country Club, non ha alcuna idea su cosa fare del suo futuro. La sua apparentemente unica possibilità è quella di vincere una borsa di studio attribuita dal giudice Elihu Smails, proprietario del club.
Nel contempo, il rozzo milionario Al Czervik tenta di acquistare il club dal giudice, che dimostra un profondo disgusto nei confronti suoi e dei suoi modi.
Ad assistere ai conflitti che si creano tra i vari frequentatori, Carl Spackler che, nel suo ruolo di tuttofare, è impegnato nel tentativo di uccidere una talpa che ha trasformato il campo in un labirinto di cunicoli.

Giudice Smails:
I’ve sentenced boys younger than you to the gas chamber.
Didn’t want to do it. I felt I owed it to them.

Al Czervik:
Oh, this your wife, huh? A lovely lady.
Hey baby, you must’ve been something before electricity.

Praticamente sconosciuto alle nostre latitudini, malgrado sia uscito in sala (e chissà con il doppiaggio quanto si è perso della forza originale), il film di debutto di Harold Ramis rimane una tra le commedie più citate negli Stati Uniti.
Effettivamente, il film, la cui trama rappresenta poco più di uno spunto per dare spazio ai vari caratteri e a un’infinita serie di battute fulminanti, appare come un compendio di commedia classica.
Ramis, allora autore della serie televisiva Second City TV e sceneggiatore per Animal House e Meatballs, lo scrive con Douglas Kenney, co-sceneggiatore di Animal House e scomparso proprio dopo avere scritto questo film, e con Brian Doyle Murray, autore anch’esso per Second City TV e per il Saturday Night Live tra il 1977 e il 1982. Ed è proprio dal Saturday Night Live che giungono alcuni tra gli interpreti del film, come Rodney Dangerfield, Chevy Chase, Bill Murray, con l’aggiunta dello straordinario Ted Knight, volto noto della sitcom Mary Tyler Moore Show.
Il film altro non è che un incrocio di esili – in questo caso a tutto vantaggio del film – sottotrame utili per dare spazio agli attori e alle battute da loro pronunciate a getto continuo.
Commedia classica in cui vengono inseriti alcuni elementi moderni, Caddyshack funziona non solo grazie a una sceneggiatura estremamente ritmata, che arriva a rendere difficile smettere di ridere tra una battuta e l’altra, ma anche grazie a una serie di attori di estremo pregio tra cui il classico Rodney Dangerfield, con i suoi tempi perfetti, Chevy Chase, allora al massimo della sua forma espressiva e ancora ben lontano dalle cadute cinematografiche che sarebbero poi venute, il classico Ted Knight cui si aggiunge un giovane Bill Murray nel surreale ruolo del tuttofare del club, impegnato in un estenuante duello con una talpa evidentemente più furba di lui.
Alla fine, Caddyshack è un film nato con l’unico scopo di fare ridere, e in questo riesce benissimo, uno dei pochi film la cui ripetuta visione aggiunge piacere.
Il seguito Caddyshack II, girato otto anni dopo da Allan Arkush e scritto da Ramis con Peter Torokvei (autore per la sitcom WKRP in Cincinnati), non vale un solo minuto del primo capitolo.

Roberto Rippa

Caddyshack
(Palla da golf, USA, 1980)
Regia: Harold Ramis
Sceneggiatura: Brian Doyle-Murray, Harold Ramis, Douglas Kenney
Musiche: Johnny Mandel
Fotografia: Stevan Larner
Montaggio: William Carruth
Interpreti principali: Chevy Chase, Rodney Dangerfield, Ted Knight, Michael O’Keefe, Bill Murray, Sarah Holcomb, Scott Colomby
98’

DVD

Regione 1:

Caddyshack

Regione 2:

Caddyshack [DVD] [1980]

Caddyshack 1 & 2 [DVD]


Collegamenti

Le 10 migliori battute del film secondo The Columbus Movie Guy

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+