Klingenhof > Beatrice Michel

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+


Ogni posto può essere il centro del mondo. Questa frase di Claudio Magris, citata sui titoli di testa, diventa l’assunto di questo piccolo, personale film.
La regista Beatrice Michel e il suo compagno Hans Stürm, dopo vari viaggi in diverse parti del mondo, si rendono conto di considerare casa loro l’appartamento che possiedono a Zurigo, nella zona del Klingenhof. Decidono quindi di metterlo al centro del loro progetto filmandolo e filmando i suoi abitanti, quelli che si raccontano in maniera estensiva, e quelli che si limitano a nascondersi dietro alle finestre.

Un piccolo grande film che ha il merito di raccontare la gente comune (che di comune non ha mai nulla) in un film in cui anche la storia della regista diventa protagonista invisibile con il racconto della malattia e quindi la morte del suo compagno nel corso della lavorazione.

Roberto Rippa

Klingenhof
(Svizzera, 2005)
Regia: Beatrice Michel
Sceneggiatura: Beatrice Michel, Hans Stürm
Fotografia: Hans Stürm, Otmar Schmid
Montaggio: Marlies Graf Dätwyler, Rainer Maria Trinkler
86’

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+