Severance > Christopher Smith

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Trama

Sei dipendenti della multinazionale delle armi “Palisade Defense” sono invitati dal presidente dell’azienda a un fine settimana dedicato al “paintball” e al rafforzamento dei loro rapporti in un bosco ungherese. La promessa di lusso viene immediatamente smentita quando si trovano in un capanno squallido che nasconde qualche segreto e il divertimento finisce quando alcune minacciose presenze nascoste dal bosco iniziano a uccidere in maniera efferata.

Commento

Quando il film viene presentato dal suo stesso regista come un horror umoristico, verrebbe subito da pensare a esempi recenti come il citazionismo della trilogia di Scream di Wes Craven, più sbilanciato sull’horror, o, nel caso più spaventoso, la noiosa serialità di Scary Movie, serie già ampiamente consunta al primo episodio.
Ma qui siamo su un altro terreno: il film funziona nella sua parte horror, con scene capaci di far balzare sulla sedia, colpi di scena continui e una trama, com’è tradizione nell’horror, non troppo originale. E funziona anche la parte umoristica, affidata a personaggi ben scritti, ben caratterizzati e tutti molto divertenti nel loro pronunciare a raffica battute degne del migliore umorismo inglese.
Man mano che la sfortunata compagnia si assottiglia e ci si avvia a un finale che potrebbe essere prevedibile, un’ultima fulminante battuta chiude brillantemente il film.
Ottimo esempio di “Midnite Movie”, Severance regala 90 minuti di intrattenimento in tutti i sensi. Vanno menzionati tutti gli attori, Danny Dyer in testa.

Roberto Rippa

Severance
(Gran Bretagna-Ungheria, 2006)
Regia: Christopher Smith
Sceneggiatura: James Moran, Christopher Smith
Musiche: Christian Henson
Fotografia: Ed Wild
Montaggio: Stuart Gazzard
Interpreti principali: Danny Dyer, Laura Harris, Tim McInnerny, Toby Stephens, Claudie Blakley, Andy Nyman, Babou Ceesay, David Gilliam
35mm
95′

Sito ufficiale del film

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+